San Nicola ancora tabù: Avellino rimontato a Bari. Rivivi il live

San Nicola ancora tabù: Avellino rimontato a Bari. Rivivi il live

8 ottobre 2017

L’inviato a Bari, Claudio De Vito – L’Avellino vuole sfatare il tabù San Nicola per proseguire la marcia in campionato contro un Bari in emergenza ma determinato a riscattare il deludente rendimento esterno.

Biancoverdi con 1300 tifosi al seguito e con Asencio dal primo minuto al posto di Morosini in appoggio ad Ardemagni. Tra i pali Lezzerini rileva Radu reduce soltanto ieri dall’impegno con la Romania Under 21. Per il resto tutto confermato da parte di Novellino con Bidaoui ancora in panchina.

Bari confermato come l’Avellino rispetto alle attese. Grosso non rinuncia alla difesa a tre nonostante l’emergenza nelle retrovie ma vara un inedito 3-4-3. Cassani e Marrone sono adattati al centro della retroguardia, Basha è rimpiazzato in cabina di regia di Petriccione. Nel tridente torna Galano con Improta e Cissè.

Bari-Avellino 2-1, il tabellino.

Marcatori: 20′ st Kresic, 22′ st Improta, 27′ st rig. Galano.

Bari (3-4-3): Micai; Fiamozzi, Marrone, Cassani; Tello, Busellato, Petriccione, Morleo; Galano (37′ st Nenè), Cissè, Improta (44′ st Brienza).

A disp.: Conti, De Lucia, Kozak, Anderson, Salzano, Iocolano, Floro Flores, Scalera, Lella, Pesce. All.: Grosso.

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone (7′ st Bidaoui), D’Angelo, Di Tacchio, Molina (32′ st Camarà); Asencio (15′ st Castaldo); Ardemagni.

A disp.: Radu, Iuliano, Pecorini, Marchizza, Moretti, Falasco, Lasik, Paghera, Suagher. All.: Novellino.

Arbitro: Aureliano di Bologna. Assistenti: Cecconi di Empoli e Luciano di Lamezia Terme. Quarto uomo: Fourneau di Roma 1.

Note: ammoniti 9′ pt Cassani, 16′ st D’Angelo, 24′ st Ngawa per gioco scorretto; angoli 6-3; recuperi 2′ pt e 6′ st; spettatori 15.994 dei quali 7.413 paganti (incasso non comunicato).

SECONDO TEMPO

45’+6′ – Triplice fischio amaro per l’Avellino che non riesce a sfatare il tabù San Nicola in campionato. Kresic illude i biancoverdi rimontati in una manciata di minuti da Improta e Galano, quest’ultimo con un rigore che farà molto discutere. Terza sconfitta stagionale per i lupi di Novellino che interrompono così la striscia positiva di tre risultati utili di fila.

45’+6′ – Botta di Migliorini su punizione respinta dalla barriera.

45’+1′ – Lezzerini salva su Nené lanciato a tu per tu con il portiere da Brienza. Sono quattro i minuti di recupero.

44′ – Il Bari inserisce Brienza al posto di Improta.

42′ – L’Avellino prova con le ultime forze ad agguantare il pari.

39′ – Lezzerini si oppone a Tello deviando il pallone poi Ngawa si rifugia in angolo con la porta sguarnita.

38′ – Castaldo dal limite ci prova con il destro preda di Micai che si tuffa alla sua destra e blocca.

37′ – Nenè sostituisce Galano nel Bari.

35′ – L’Avellino prova ad impattare il match con quattro attaccanti in campo.

32′ – Ancora l’asse Di Tacchio-D’Angelo con miracolo di Micai questa volta: cross su punizione del’ex Pisa per l’incornata del mediano biancoverde che esalta il riflesso del portiere biancorosso abile ad alzare sopra la traversa.

32′ – Camarà sostituisce Molina.

30′ – Di Tacchio vede l’inserimento di D’Angelo in area e lo serve centralmente, il colpo di testa del capitano però termina sopra la traversa.

29′ – Uno-due irresistibile del Bari che ha tramortito l’Avellino ora costretto ad inseguire l’avversario.

27′ – Galano spiazza Lezzerini e ribalta il risultato per il Bari in un amen. 2-1 al San Nicola.

26′ – Calcio di rigore per il Bari: Galano va al cross e D’Angelo la tocca con un braccio secondo il direttore di gara.

24′ – Ammonito Ngawa per un fallo su Improta.

23′ – Il match del San Nicola si è acceso improvvisamente con i due acuti firmati Kresic e Improta.

22′ – Pareggio immediato del Bari con Improta che calcia dal limite all’incrocio senza lasciare scampo a Lezzerini. Botta e risposta tra Bari e Avellino in due minuti.

20′ – Avellino vantaggio con Kresic! Tiro di D’Angelo, palla deviata che giunge al difensore croato che si aggiusta la sfera sul sinistro e calcia alle spalle di Micai. Avellino avanti al San Nicola!

18′ – Galano approfitta di un buco nella difesa dell’Avellino, avanza al limite e poi carica il sinistro che Migliorini gli mura in scivolata recuperando la posizione.

16′ – D’Angelo commette fallo su Improta e viene ammonito.

15′ – Secondo cambio nell’Avellino: Castaldo, subissato di fischi, rileva Asencio.

10′ – Avellino costretto a difendersi dalle sfuriate del Bari che attacca a testa bassa. Nell’Avellino Molina spostato a destra dopo l’uscita di Laverone con Bidaoui a sinistra.

7′ – Bidaoui sostituisce Laverone nell’Avellino.

5′ – Il Bari sembra più determinato del primo tempo in questo avvio di ripresa.

3′ – Morleo galoppa a sinistra e mette al centro dove Cissè in spaccata manca di un nulla l’appuntamento con il pallone.

3′ – Castaldo, Camarà e Bidaoui si riscaldano nell’Avellino.

1′ – Riprende il gioco con gli stessi ventidue del primo tempo. 16mila circa gli spettatori (7500 paganti) allo stadio “San Nicola” secondo il dato ufficiale.

PRIMO TEMPO

45’+2′ – Termina la prima frazione con la chance più clamorosa capitata sul sinistro di Galano in chiusura. Gara nel complesso noiosa e molto tattica. I galletti protestano per un calcio di rigore non concesso per un tocco con il braccio di Migliorini.

45’+1′ – Ancora Bari con Cissè che calcia largo di un metro e mezzo alla destra di Lezzerini proteso in tuffo.

45′ – Due minuti di recupero.

45′ – Palo interno clamoroso di Galano dalla distanza con un sinistro terrificante di prima intenzione a Lezzerini battuto.

44′ – Cassani in mezzo per Galano che non ci arriva di un soffio con la testa, Lezzerini si ritrova il pallone le mani.

42′ – Il Bari protesta per un tocco con il braccio in area di Migliorini sul cross a mezza altezza di Improta.

41′ – Destro sporco di Petriccione dalla distanza che Lezzerini battezza a lato.

34′ – L’Avellino è salito di tono nella manovra.

32′ – Azione insistita in area dell’Avellino avviata da Asencio con una bella apertura per Laverone, il cross basso sul secondo palo trova impreparato Ardemagni, la palla giunge a Rizzato che calcia, sfera deviata mancata prima da Asencio e poi da Laverone con la porta sguarnita. Che chance per i lupi.

25′ – Partita avara di sussulti fino a questo momento: l’Avellino non punge in avanti ma è sceso in campo con personalità.

21′ – Molina brucia Tello e crossa al centro, si accende una mischia pericolosa con Fiamozzi costretto a pulire l’area in affanno.

19′ – Si beccano continuamente le due tifoserie divise da un’acerrima rivalità.

17′ – L’Avellino costringe il Bari a giocare in orizzontale.

12′ – Ritmi non elevati in questo avvio con l’Avellino che prova a proporsi.

9′ – Ammonito Cassani per essere intervenuto in ritardo su Laverone sulla fascia.

7′ – Galano e Improta fanno molto movimento verso il centro nell’attacco del Bari che quando si difende abbassa Tello e Morleo sugli esterni per quello che diventa un 5-2-3.

6′ – Sinistro a giro largo di Improta dall’interno dell’area.

4′ – Migliorini manda a lato di testa su una punizione dalla destra di Laverone.

3′  – Bari con il 3-4-3.

1′ – Partiti al “San Nicola” con l’Avellino in maglia nera a battere il calcio d’inizio.

0′ – Grande spettacolo sugli spalti con oltre 10mila tifosi, 1300 dei quali provenienti dall’Irpinia.

0′ – Novità assoluta dal punto di vista cromatico nella divisa dell’Avellino che gioca con la terza maglia nera.