L’Avellino urla e poi molla: nel deserto esulta il Foggia. Rivivi il live

L’Avellino urla e poi molla: nel deserto esulta il Foggia. Rivivi il live

3 febbraio 2018

Claudio De Vito – L’Avellino si illude a Foggia con Asencio salvo poi farsi rimontare in una gara che aveva in pugno anche alla luce dell’atteggiamento rinunciatario dei padroni di casa. I rossoneri però non si sono persi d’animo tornando sul pezzo con Nicastro e mancando nel finale di tempo il ribaltone con Mazzeo, non abbastanza glaciale dal dischetto. Lupi in dieci nell’occasione per via del rosso sventolato in faccia a D’Angelo e castigati nella ripresa proprio da Mazzeo, che si riscatta portando il Foggia in orbita. La squadra di Novellino, allontanato dalla panchina per l’ennesima volta, smette di volare dopo sette punti nelle ultime tre partite.

Foggia-Avellino 2-1, il tabellino.

Marcatori: 10′ pt Asencio, 35′ pt Nicastro, 23′ st Mazzeo.

Foggia (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese (15′ st Floriano), Loiacono; Gerbo, Agnelli, Greco, Deli (36′ st Martinelli), Kragl; Nicastro (36′ st Duhamel), Mazzeo.

A disp.: Tarolli, Noppert, Figliomeni, Fedato, Beretta, Celli, Ramè, Scaglia, Calabresi. All.: Stroppa.

Avellino (4-4-1-1): Radu; Ngawa, Morero, Migliorini, Marchizza (30′ st Moretti); Laverone (9′ st Vajushi), De Risio, Di Tacchio, D’Angelo; Molina (13′ st Falasco); Asencio.

A disp.: Lezzerini, Pecorini, Kresic, Evangelista, Rizzato, Wilmots. All.: Novellino.

Arbitro: Di Martino di Teramo. Assistenti: Intagliata di Siracusa e Pagnotta di Nocera Inferiore. Quarto uomo: Nasca di Bari.

Note: al 44′ pt Mazzeo sbaglia un calcio di rigore; espulso al 43′ pt D’Angelo; ammoniti 10′ pt Tonucci, 33′ pt Camporese, 45′ pt Mazzeo, 16′ st Ngawa per gioco scorretto; angoli 8-0; recuperi 1′ pt e 4′ st.

SECONDO TEMPO

45’+4′ – Triplice fischio finale: si interrompe a tre risultati utili la striscia positiva dell’Avellino che si fa rimontare a Foggia. 2-1 il punteggio in favore dei rossoneri.

45′ – Quattro minuti di recupero per le speranze dell’Avellino.

44′ – Destro di Moretti sballato sul fondo.

41′ – Duhamel lanciato a rete sfiora il 3-1 in diagonale, palla non di molto a lato sul palo lungo.

40′ – Ultimi minuti per le chance biancoverdi di agguantare il pareggio.

36′ – Martinelli sostituisce Deli.

36′ – Duhamel sostituisce Nicastro.

33′ – 4-3-1-1 per l’Avellino con Vajushi a sostegno di Asencio.

31′ – Novellino allontanato dalla panchina.

30′ – Moretti sostituisce Marchizza.

28′ – Foggia dilagante e vicino al tris con la traversa da fuori area colpita da Floriano, poi Radu in angolo sul sinistro radente di Kragl.

26′ – Pronto ad entrare Moretti l’ultima volta in campo il 21 dicembre a La Spezia.

23′ – Manovra avvolgente del Foggia con Agnelli che centralmente serve Gerbo a destra, difesa aperta e Mazzeo tutto solo a porta vuota può insaccare. Risultato ribaltato.

23′ – Mazzeo per il 2-1 del Foggia.

19′ – L’Avellino protesta per un atterramento di Falasco in area di rigore da parte di Gerbo.

18′ – Il Foggia schiaccia l’Avellino a protezione della propria area ma non punge.

16′ – Ammonito Ngawa per un fallo proprio su Floriano: diffidato, il belga salterà il Cesena.

16′ – Un attaccante per un difensore: Stroppa ordina il passaggio al 4-3-3.

15′ – Il Foggia inserisce Floriano per Camporese.

13′ – Falasco entra al posto di Molina.

10′ – Molina va al cross tagliato dalla sinistra, Guarna c’arriva ma per poco non perde palla sul disturbo di Vajushi.

9′ – Vajushi prende il posto di Laverone.

8′ – Vajushi si prepara ad entrare.

6′ – Il Foggia conduce inevitabilmente il gioco con l’Avellino che prova a ribaltare il fronte con lanci lunghi.

2′ – L’Avellino è ripartito dal 4-4-1 del post espulsione di D’Angelo con Molina largo a sinistra.

1′ – Si riparte al “Pino Zaccheria”.

PRIMO TEMPO

45’+3′ – Finisce il primo tempo sul risultato di parità. Nicastro replica ad Asencio e nel finale di tempo Mazzeo grazia Radu dagli undici metri calciando in curva. Lupi però costretti a giocare tutto il secondo tempo in dieci uomini per l’espulsione di capitan D’Angelo.

45′ – Un minuto di recupero che scatterà alla ripresa del gioco visto che Radu è rimasto a terrà. Si finirà quasi al 48′.

45′ – Ammonito Mazzeo per aver toccato Radu che aveva bloccato il pallone in uscita.

44′ – Mazzeo calcia alle stelle con il sinistro. Il risultato resta di 1-1 ma l’Avellino è in inferiorità numerica.

43′ – Rigore per il Foggia e cartellino rosso per D’Angelo che ha messo giù Gerbo davanti al portiere.

42′ – L’Avellino prova a riorganizzarsi in questo finale di tempo.

36′ – Marchizza non sale con la linea per il fuorigioco e sul lancio di Loiacono, Nicastro entra in area, mette a sedere Migliorini con una finta, poi il servizio per Mazzeo, Radu fa quel che può alla disperata ma ancora Nicastro con la porta spalancata fa 1-1.

35′ – Pareggio del Foggia con Nicastro.

33′ – Ammonito Camporese reo di aver trascinato giù Di Tacchio dopo aver perso il pallone al limite dell’area biancoverde.

31′ – Ancora una chance per l’Avellino su palla inattiva. Il copione è il solito: Di Tacchio centra dalla sinistra per Molina che sfiora, il pallone sbatte su D’Angelo e sfila via verso la porta dove interviene questa volta Guarna.

28′ – Avellino di rimessa con Asencio sulla destra, arriva Laverone centralmente ma il tocco dell’attaccante è troppo corto. Sfuma un’ottima occasione per i biancoverdi.

26′ – Di Tacchio allarga il braccio in area di spalle su una botta di Camporese, Di Martino lascia proseguire.

24′ – Kragl carica il sinistro da posizione defilata fuori dall’area, è un tiro-cross sul quale Mazzeo in scivolata non ci arriva.

24′ – Molto possesso da parte dei padroni di casa.

17′ – Il Foggia prova a reagire ma l’Avellino controlla e chiude bene tutti gli spazi.

10′ – Avellino in vantaggio con Asencio! Punizione dalla sinistra di Di Tacchio per la torre di Migliorini che fa la sponda per Asencio, la zampata dello spagnolo buca Guarna. 1-0 lupi allo “Zaccheria”.

10′ – Ammonito Tonucci per una manata in gioco aereo su Asencio.

9′ – Clamorosa doppia occasione per il Foggia. Deli ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta, il diagonale a tu per tu con Radu, Ngawa salva sulla linea, poi l’azione continua con Kragl per Agnelli che spara sopra la traversa.

6′ – Laverone va al cross basso dal fondo per Asencio che in anticipo su Camporese da buona posizione gira alto. Buona chance per l’Avellino

2′ – C’è Molina a supporto di Asencio e non D’Angelo che gioca sull’esterno sinistro.

1′ – Si parte nel silenzio del “Pino Zaccheria”, fuori invece l’urlo dei tifosi foggiani.

0′ – C’è tutto lo stato maggiore biancoverde al seguito della squadra: il presidente Walter Taccone con il figlio Massimiliano ed il direttore sportivo Enzo De Vito.

0′ – Giornata soleggiata ma anche ventilata a Foggia. Si gioca a porte chiuse: stadio blindato e forze dell’ordine schierate perché all’esterno dell’impianto è annunciata la presenza degli ultrà rossoneri.

0′ – Tutto confermato rispetto alla trasferta di Chiavari invece per il Foggia con Nicastro e Mazzero di punta. Stroppa non può disporre di Agazzi e Zambelli, ma ribadisce il 3-5-2 per la settima partita consecutiva.

0′ – Piena emergenza per Novellino costretto a modificare la difesa per far quadrare i conti sugli esterni di centrocampo. Manca tra i tanti Gavazzi ed allora Laverone viene avanzato sulla destra con Molina a sinistra. Ngawa torna a fare il terzino con l’esordio di Morero al centro. D’Angelo confermato nel ruolo di rifinitore atipico alle spalle dell’unica punta Asencio.