De Vena anche a Picerno: l’Avellino avanza in Poule Scudetto

De Vena anche a Picerno: l’Avellino avanza in Poule Scudetto

22 maggio 2019

di Claudio De Vito – Un colpo di testa del solito De Vena regala all’Avellino il blitz a Picerno che vuol dire semifinale della Poule Scudetto. Lupi cinici e spietati al “Curcio” dopo un primo tempo in sordina e capaci di colpire quando i padroni di casa si sono sbilanciati alla ricerca del gol qualificazione. Ma il pass lo ha staccato la formazione biancoverde che in semifinale se la vedrà con Cesena, Lecco o Pergolettese: appuntamento il 31 maggio in campo neutro. Il 2 giugno la finale. Tra le sedi al vaglio della Lega Nazionale Dilettanti ci sarebbero Pisa e Pistoia che ospiterebbero le semifinali. Praticamente certa in ogni caso la scelta della Toscana.

Picerno-Avellino 0-1, il tabellino.

Marcatori: 36′ st De Vena.

Picerno (3-5-2): Coletta; Fiumara (23′ st Sambou), Fontana, Ligorio; Cesarano (14′ st Caiazza), Kosovan, Corso (17′ st Conte), Vanacore, Langone (29′ st Lordi); Gallon (9′ st Tedesco), Santaniello.

A disp.: Fusco, Impagliazzo, Bassini, Monaco. All.: Giacomarro.

Avellino (4-3-3): Lagomarsini; Betti, Dondoni, Capitanio, Parisi; Da Dalt (22′ st Pepe), Matute (1′ st Gerbaudo), Buono (43′ st Patrignani); Ciotola (1′ st Di Paolantonio), De Vena, Carbonelli (1′ st Tribuzzi).

A disp.: Longobardi, Dionisi, Rizzo, Alfageme. All.: Bucaro.

Arbitro: Piazzini di Prato. Assistenti: Collavo di Treviso e Peloso di Nichelino.

Note: al 12′ pt Lagomarsini para un calcio di rigore a Santaniello; espulso al 48′ st Gerbaudo; ammoniti 33′ pt Matute, 6′ st Betti, 22′ st Fiumara per gioco scorretto, 47′ st Pepe per comportamento non regolamentare; angoli 7-4; recuperi 0′ pt e 5′ st.

Rivivi il match attraverso la cronaca testuale

Secondo tempo 

45’+7′ – E’ finita al “Curcio”. L’Avellino supera 1-0 il Picerno, fa en plein nel girone, avanza in semifinale e conquista la tredicesima vittoria di fila in stagione.

45’+5′ – Si giocherà per altri due minuti.

45’+4′ – Pareggio del Como: 3-3 con il Lecco.

45’+3′ – Espulso Gerbaudo: l’Avellino conclude in inferiorità numerica.

45’+2′ – Ammonito Pepe per perdita di tempo sulla bandierina del corner.

45′ – Cinque minuti di recupero ma l’Avellino dovrebbe letteralmente suicidarsi per perdere il pass semifinale.

43′ – Patrignani rileva Buono.

40′ – Avellino ormai in semifinale dove affrontare una squadra tra Lecco (3-2 sul Como), Cesena e Pergolettese (3-1 al Manuzzi).

36′ – De Vena per il vantaggio biancoverde. Angolo dalla destra, l’attaccante schiaccia di testa e infila Coletta. Cade la resistenza del Picerno e l’Avellino ora vede la semifinale Scudetto.

35′ – Non ci sono pause nel match e allora Pepe parte da metà campo, arriva al limite e libera il diagonale mancino che Coletta sporca in angolo.

35′ – Ancora Tedesco con l’incursione in area, la posizione è defilata ma Lagomarsini deve alzare ugualmente in angolo la sua conclusione.

34′ – Alza pressing e baricentro il Picerno che vuole le Final Four.

33′ – Il Picerno replica divorandosi il vantaggio da zero metri con Tedesco che tocca male favorendo l’intervento di Lagomarsini che si ritrova il pallone tra le braccia. Match più vibrante ora e squadre più lunghe.

32′ – Altra chance fallita dall’Avellino: in campo aperto De Vena lanciato da Parisi pesca Tribuzzi in area, il tiro da distanza ravvicinata è murato ancora una volta dal portiere.

31′ – Il Picerno preme alla ricerca del vantaggio.

29′ – Lordi sostituisce Langone nel Picerno.

28′ – Pepe prova la botta su punizione, Coletta in due tempi. L’Avellino vuole chiudere i giochi in questo finale.

25′ – De Vena a tu per tu con Coletta si fa murare il tocco ravvicinato. Che chance per il bomber biancoverde.

23′ – Sambou sostituisce Fiumara.

22′ – Pepe rileva Da Dalt.

22′ – Fiumara ferma Tribuzzi sulla trequarti: ammonito.

20′ – Kosovan con un’acrobazia in area spedisce a lato: il Picerno attacca a spron battuto alla ricerca del gol qualificazione.

17′ – Conte sostituisce Corso.

17′ – Ammonito anche Di Paolantonio per aver messo giù Langone.

14′ – Caiazza sostituisce Cesarano che lascia il terreno di gioco in lacrime per un infortunio al ginocchio.

11′ – Tris del Cesena che ora conduce 3-1 sulla Pergolettese.

9′ – Primo cambio per il Picerno: Giacomarro inserisce Tedesco al posto di Gallon.

6′ – Giallo per Betti, ammonito per aver messo giù Gallon al limite dell’are.

5′ – Accorcia la Pergolettese: ora il Cesena è avanti 2-1.

2′ – Adesso 4-3-3 con Buono-Di Paolantonio e Gerbaudo in mediana, il tridente con Tribuzzi e Da Dalt a supporto di De Vena.

1′ – Riprende Picerno-Avellino con le novità Gerbaudo, Tribuzzi e Di Paolantonio al posto di Matute, Carbonelli e Ciotola.

0′ – Como-Lecco 0-2 e Cesena-Pergolettese 2-0. Stando così le cose, l’Avellino potrebbe anche perdere con un gol di scarto in virtù della differenza reti a favore con la Pergolettese come migliore seconda.

Primo tempo

45′ – Finisce 0-0 il primo tempo ma chance colossale in favore del Picerno che ha fallito un calcio di rigore con Santaniello. Bravo Lagomarsini ad opporsi.

40′ – Raddoppio del Lecco a Como.

38′ – Lagomarsini tempestivo in uscita su Langone lanciato a rete in area.

35′ – Lecco avanti a Como: 0-1.

33′ – Matute stende Kosovan sulla trequarti: giallo per il camerunense.

25′ – Matute prova a sorprendere il portiere da fuori area con palla che si perde di poco a lato.

24′ – Raddoppio del Cesena sulla Pergolettese.

22′ – Kosovan col sinistro dalla distanza, palla fuori misura.

21′ – Senza Di Paolantonio l’Avellino non riesce a distribuire il gioco per la manovra offensiva.

19′ – Cesena in vantaggio 1-0 sulla Pergolettese.

14′ – Pericolo scampato per l’Avellino tra l’altro per un episodio assai discutibile in area biancoverde: Capitanio interviene ma Gallon accentua vistosamente la caduta ingannando il direttore di gara.

12′ – Lagomarsini ipnotizza Santaniello dagli undici metri: pallone alla sua destra e guizzo in due tempi della riserva oggi titolare. Ancora 0-0 al “Curcio”.

12′ – Calcio di rigore per un intervento dubbio di Capitanio ai danni di Gallon.

9′ – Si gioca prevalentemente a centrocampo e con difese guardinghe.

5′ – Fase di studio iniziale.

1′ – Partiti: al via Picerno-Avellino.

0′ – In contemporanea Como-Lecco e Cesena-Pergolettese.

0′ – Un centinaio i tifosi biancoverdi al “Donato Curcio”.

0′ – Picerno invece col collaudato 3-5-2 di Giacomarro che sceglie Gallon e Santianiello in attacco.

0′ – Bucaro col turnover annunciato che premia Lagomarsini tra i pali complice le non perfette condizioni di Viscovo. La vera sorpresa però è il modulo, ovvero il ritorno al 4-3-3. Cambia la coppia centrale difensiva con Dondoni e Capitanio a far coppia. In mediana i baby Buono e Carbonelli con Matute. Il tridente è formato da Da Dalt, De Vena e Ciotola. Sforzini nemmeno in panchina dove invece figura Rizzo out da quattro mesi.

0′ – Appuntamento in Basilicata per l’Avellino che, dopo aver battuto il Bari, con un pareggio può avanzare nella Poule Scudetto Dilettanti. Di fronte c’è il Picerno vittorioso nel girone H della LND ma, al pari dei biancoverdi, desideroso di proseguire verso le Final Four.