Sforzini limita i danni: l’Avellino riprende l’Anagni

Sforzini limita i danni: l’Avellino riprende l’Anagni

30 settembre 2018

di Claudio De Vito – L’alta quota solitaria gioca un brutto scherzo all’Avellino che, privo di De Vena dopo una manciata di minuti, deve inseguire il Città di Anagni nel testacoda del girone G. Di Giovanni spaventa i lupi nel primo tempo con una gran conclusione dai venti metri, ma ci pensa Sforzini a rimediare nella ripresa con la specialità della casa, il colpo di testa ad impattare il preciso suggerimento dalla destra di Tompte. I lupi non sfondano ma si consolano con il mantenimento del primato solitario con un punto di vantaggio sul tandem Cassino-Monterosi. Un mezzo passo falso che alla fine non evita gli applausi dei tifosi a Morero e compagni, reattivi nella ripresa nonostante le tante difficoltà a livello di gioco.

Avellino-Città di Anagni 1-1, tabellino e voti.

Marcatori: 22′ pt Di Giovanni, 23′ st Sforzini.

Avellino (4-4-2): Lagomarsini 5.5; Patrignani 5 (11′ st Carbonelli 6), Morero 6, Mikhaylovskiy 6, Scarf 5 (30′ pt Tompte 6); Tribuzzi 5.5 (18′ st Mentana 5), Matute 5, Gerbaudo 5.5, Parisi 5.5; Sforzini 6, De Vena sv (5′ pt Ciotola 5.5, 11′ st Acampora 6).

A disp.: Bruno, Ventre, Nocerino, Dondoni. All.: Graziani 5.5.

Città di Anagni (3-5-2): Stancampiano 6; Pralini 6, La Rosa 6, Contucci 6; Galvanio 5.5 (46′ st Ancinelli sv), Lustrissimi 6, Colarieti 5.5, Tataranno 6, D’Orsi 6; Laterra 6 (5′ st Flamini 6), Di Giovanni 6.5 (45′ st Capuano sv).

A disp.: Di Pierro, Silvestri, Giorgi, Pappalardo, Pompili, Garufi. All.: Liberati 6.

Arbitro: Turrini di Firenze 5.5. Assistenti: Di Maio di Molfetta e Sabatino di Foggia.

Note: ammoniti al 15′ st Pralini, 28′ st Stancampiano, 32′ st Di Giovanni, 36′ st Parisi per comportamento non regolamentare, al 41′ st Morero, al 50′ st Lustrissimi per gioco scorretto; angoli 3-3; recupero 3′ pt e 6′ st.

Rivivi la cronaca testuale del match

Secondo tempo

45’+6′ – Tempo scaduto al Partenio-Lombardi con l’Avellino che nella ripresa con Sforzini rimedia allo svantaggio del primo tempo firmato Di Giovanni. Non arriva la rimonta completa ma i lupi conservano il primato in classifica.

45’+5′ – Ammonito Lustrissimi per un fallo a centrocampo.

45’+1′ – Ancinelli prende il posto di Galvanio: è il terzo cambio per gli ospiti.

45′ – Sei minuti di recupero,partiti abbondantemente oltre lo scoccare del 45′, concessi dall’arbitro.

45′ – Secondo cambio nell’Anagni che sostituisce Di Giovanni con Capuano.

43′ – Attacca a testa bassa l’Avellino con le ultime forze disponibili.

41′ – Ammonito Morero per un intervento a piedi uniti prima sul pallone e poi su D’Orsi che rimane a terra contuso. Il capitano biancoverde si arrabbia e ringhia sul direttore di gara.

40′ – Avversari a turno a terra per crampi.

36′ – Ammonito Parisi per proteste.

32′ – Ammonito Di Giovanni, anche lui per aver perso tempo nella battuta di un calcio d’angolo.

30′ – Ancora un quarto d’ora a disposizione per completare la rimonta da parte dell’Avellino che sta costringendo l’Anagni nella propria metà campo.

28′ – Ammonito Stancampiano anche lui per perdita di tempo in tal caso su un rinvio dal fondo.

25′ – Problemi al tallone sinistro intanto vengono segnalati per De Vena che nelle prossime ore sosterrà accertamenti. Scongiurati guai seri a quanto sembra per l’ex Casertana che in settimana lavorerà per essere in campo contro il Cassino.

24′ – Terzo gol in due partite per il bomber biancoverde che si è fatto trovare pronto sul secondo palo e adesso il Partenio è una bolgia.

23′ – Gol Avellino! Sforzini schiaccia in rete di testa il cross al bacio dalla destra di Tompte per l’1-1 che sa di liberazione per il Partenio-Lombardi.

22′ – Passano inesorabili i minuti per l’Avellino che non riesce a far breccia tra le maglie avversarie quantomeno per il pareggio.

18′ – Ultimo cambio per Graziani: Mentana rileva Tribuzzi per una trazione totalmente anteriore.

17′ – Anagni sornione e vicino al raddoppio con l’indemoniato Di Giovanni che parte da metà campo e arriva in area calciando debolmente con il destro, Lagormarsini para.

15′ – Ammonito Pralini per perdita di tempo nella battuta di un piazzato dalle retrovie.

13′ – 3-5-2 ora per Graziani che si mette a specchio con l’avversario e aggiunge un uomo in mediana.

11′ – Doppia sostituzione per i lupi: Acampora prende il posto di Ciotola e Carbonelli per Patrignani.

10′ – Doppio cambio in arrivo per l’Avellino con Acampora e Carbonelli pronti a fare il loro ingresso in campo.

7′ – Scontro fra tre calciatori biancorossi su un cross di Parisi, uno dei quali è il portiere che resta a terra. Si perde tempo al Partenio-Lombardi dove l’Avellino che ha bisogno di ribaltare il passivo.

5′ – Primo cambio tra le fila dell’Anagni con Laterra che malconcio lascia il posto a Flamini.

3′ – Azione confusa al limite, Tribuzzi tocca per Tompte che da posizione decentrata calcia malamente con l’esterno con palla sul fondo.

2′ – Ciotola dalla sinistra subito in azione con il traversone per Tribuzzi che però sul secondo palo non riesce ad agganciare il servizio ampiamente fuori dalla sua portata.

1′ – Nessuna sostituzione ma qualche accorgimento da parte di Graziani che sposta Tompte in avanti con Ciotola largo a sinistra e Tribuzzi di nuovo a destra.

1′ – Riprende il gioco con l’Avellino chiamato a rovesciare il punteggio.

0′ – De Vena portato in braccio dal preparatore atletico La Porta e dal compagno di squadra Acampora: per lui si sospettano guai seri alla caviglia sinistra.

Primo tempo

45’+3′ – Fine della corsa per i primi 45′ al Partenio-Lombardi con l’Avellino sotto in gol realizzato da Di Giovanni. Biancoverdi ingessati e quasi mai pericolosi in area anagnina. Come una settimana fa, sarà necessaria una ripresa di tutt’altro tenore per avere la meglio degli avversari.

45′ – Tre minuti di recupero.

43′ – Anagni vicino al raddoppio con Lustrissimi che riceve al centro dell’area e con il destro però strozzato chiama Lagomarsini alla parata a terra. Avellino prevedibile nella manovra e spesso esposto al rischio infilata in ripartenza.

41′ – Morero pesca in area Tribuzzi che si coordina per girare al volo con il destro, l’ex Latina è pressato e non impatta nel migliore dei modi con palla che termina docilmente tra le braccia del portiere.

38′ – Patrignani con il destro a fil di palo, Avellino vicino al pareggio.

37′ – Tribuzzi disorienta di finte il diretto avversario poi mette al centro dove c’è Matute tutto solo, il controllo e la botta con il destro sulla quale si immola Contucci che mura il tentativo del camerunense.

34′ – Tutto chiuso in avanti per l’Avellino che fatica a portare pericoli alla porta anagnina.

31′ – Muta la disposizione dell’Avellino sulle fasce con Tompte a destra e Tribuzzi che passa a sinistra, dove Parisi ora fa il terzino.

30′ – Mossa di Graziani, questa volta tecnica: Tompte prende il posto di Scarf in identica modalità rispetto al match con l’Albalonga.

30′ – Tataranno prova ad emulare Di Giovanni ma per lui il pallone termina sopra la traversa.

29′ – Break di Matute, che sradica il pallone dai piedi di un avversario a centrocampo e calcia di prepotenza con il destro verso la porta, il pallone si perde alto.

26′ – Avellino colpito a domicilio come una settimana fa contro l’Albalonga e ora il tifo amico inizia a rumoreggiare.

22′ – Anagni in vantaggio con Di Giovanni assistito da Lustrissimi, il piatto destro di prima intenzione dell’attaccante biancorosso sorprende Lagomarsini per il vantaggio ospite. Esultanza incontenibile per il dieci dell’Anagni che va sotto la Terminio da un familiare scatenando le proteste del pubblico di case.

19′ – Rotta di collisione in area tra Galvanio e Scarf che rischia il calcio di rigore, poi un pasticcio con Matute a ridosso dell’area dello stesso terzino che costa un calcio di punizione sul quale Lagomarsini regala un brivido in uscita con palla che esce sul fondo.

16′ – Di tanto in tanto Graziani schizza in piedi dalla panchina per scuotere i suoi.

14′ – Ancora Anagni minaccioso in break con Laterra che arma il sinistro dai 25 metri con palla che però termina alta.

12′ – Solito affresco su punizione a rientrare di Gerbaudo che pesca tutto solo Mikhaylovskiy, l’incornata del difensore russo è poderosa ma fuori misura sopra la traversa.

11′ – Incertezza di Patrignani che sulla trequarti spalanca la strada a Di Giovanni, il destro dal limite è innocuo per Lagomarsini che blocca.

10′ – E’ Macchioni a dirigere le operazioni dalla panchina con Graziani seduto.

9′ – Tribuzzi alza il campanile dalla destra, palla lenta che si abbassa sulla testa di Sforzini che non riesce ad impattare al meglio verso la porta consentendo a Stancampiano di intervenire.

9′ – Destro in alleggerimento di Patrignani che spara alle stelle.

5′ – Eccolo il cambio: dentro Ciotola al posto dello sfortunato De Vena.

3′ – E’ già finita la partita di De Vena che si è infortunato raggiungendo subito la panchina. Pronto Ciotola al suo posto.

2′ – 3-5-2 per l’Anagni con Laterra e Di Giovanni di punta.

1′ – Fischio d’inizio al Partenio-Lombardi da parte dell’arbitro Niccolò Turrini della sezione di Firenze: Avellino nella tradizionale casacca casalinga con maglia e pantaloncini verdi, ospiti in maglia a strisce verticali bianche e rosse e pantaloncini rossi. 

0′ – Notevoli aspettative di fuga per l’Avellino che in questa giornata favorevole almeno sulla carta ha la possibilità di allungare al vertice. Le dirette inseguitrici Lanusei e Sassari Latte Dolce infatti ospitano rispettivamente Albalonga e Latina desiderose di riscatto.

0′ – Previsto un massiccio afflusso di tifosi al Partenio-Lombardi sulla scorta dei 1.800 abbonamenti sottoscritti in tre giorni. Attesi almeno 4mila spettatori complessivamente per la sfida odierna.

0′ – In tribuna finiscono Longobardi, Buono e Totaro. Fuori dai convocati Pizzella, Urbanski e Moreschini, impegnati ieri con la Juniores vittoriosa 4-2 sull’AZ Picerno. Ancora out per infortunio, ormai da un paio di settimane, Mithra che non ha ancora recuperato dal guaio al piede rimediato a Ladispoli.

0′ – La formazione dell’Avellino è quella annunciata da mister Graziani che scioglie il dubbio a sinistra in favore di Scarf, preferito a Carbonelli con l’avanzamento di Parisi. A destra torna Patrignani nell’alternanza continua con Nocerino. Gerbaudo consueto faro di centrocampo con Matute elemento di quantità. In avanti giocano Sforzini e De Vena, coppia letale ad Anzio.

0′ – Ancora una domenica quasi estiva al Partenio-Lombardi teatro del quarto match di campionato del Calcio Avellino SSD che sfida il Città di Anagni per la fuga in vetta. E’ testacoda tra biancoverdi e biancorossi con il ritorno in panchina di Archimede Graziani, reduce dall’intervento all’occhio subito in settimana.