Castaldo, urlo sulla salvezza: l’Avellino supera lo Spezia

Castaldo, urlo sulla salvezza: l’Avellino supera lo Spezia

11 maggio 2018

di Claudio De Vito – C’è voluta la solita zampata di Castaldo per togliere le castagne dal fuoco. L’Avellino fa una fatica tremenda ma alla fine riesce a domare uno Spezia che ha fatto poco o nulla per impensierire la squadra di Foscarini. Lupi contratti nel primo tempo, poi lo spavento firmato Pessina con il colpo di resta alzato sopra la traversa da Radu. Ad un quarto d’ora del termine però ci ha pensato Castaldo a far esplodere la torcida biancoverde e a traghettare i suoi compagni fuori dalla zona playout, con due punti di vantaggio sul Novara impegnato domani a Perugia. Il massimo risultato con il minimo sforzo, ma è quanto basta per continuare a sperare in questo pazzo campionato dell’Avellino.

Avellino-Spezia 1-0, il tabellino.

Marcatori: 31′ st Castaldo.

Avellino (4-3-3): Radu; Ngawa (8′ st Ardemagni), Migliorini, Kresic (38′ st Morero), Falasco; Gavazzi, Di Tacchio, Wilmots; Molina, Castaldo, Bidaoui (19′ st D’Angelo).

A disp.: Casadei, Lezzerini, Moretti, Vajushi, Morero, Asencio, Morosini. All.: Foscarini.

Spezia (3-5-2): Manfredini; Corbo (24′ st Capelli), Terzi, Giani; De Col, De Francesco, Juande, Pessina (15′ st Mora), Lopez; Marilungo, Gilardino (22′ st Granoche).

A disp.: Di Gennaro, Ceccaroni, Bolzoni, Forte, Augello, Awua, Maggiore, Masi, Mulattieri.  All.: Gallo.

Arbitro: Marinelli di Tivoli. Assistenti: Vecchi di Lamezia Terme e Mastrodonato di Molfetta. Quarto uomo: Natilla di Molfetta.

Note: ammoniti 13′ pt Pessina per gioco scorretto, 32′ st Ardemagni, 34′ st Molina, 38′ st D’Angelo per comportamento non regolamentare; angoli 2-3; recuperi 0′ e 8′.

SECONDO TEMPO

45’+8′ – E’ finita dopo 7 minuti e mezzo di recupero! L’Avellino supera lo Spezia e abbandona i playout aspettando le gare di domani. La prima missione è compiuta: il Partenio-Lombardi fa festa!

45’+4′ – Ardemagni a terra dopo una carica ai danni di Manfredini, anche lui rimasto dolorante a terra.

45’+4′ – De Francesco al volo su una respinta della difesa, Radu sicuro in presa centrale.

45’+1′ – Granoche schiaccia di testa, palla lenta tra le bracci di Radu.

45′ – Sei minuti di recupero.

44′ – Falasco stremato dai crampi va giù, poi si rialza.

41′ – De Francesco su punizione, palla larga.

38′ – Anche Kresic finisce k.o.: entra Morero.

38′ – Ammonito D’Angelo per aver allontanato il pallone.

36′ – Finale di sofferenza per l’Avellino a difesa del risultato ma animi esasperati dalle recenti proteste.

34′ – Ammonito Molina dopo un gol annullato all’Avellino giustamente: Molina aveva messo al centro per Castaldo, palla oltre la linea di fondo, ma il guardalinee aveva sbandierato soltanto dopo che Castaldo aveva messo dentro su papera clamorosa di Manfredini.

32′ – Ammonito Ardemagni dopo l’esultanza collettiva.

31′ – Ardemagni si presenta in area, il destro viene contrato, palla che resta lì e Castaldo come un falco fa esplodere il Partenio-Lombardi. 1-0 lupi!

31′ – Castaldo! Avellino in vantaggio!

30′ – De Francesco grazie l’Avellino in area di rigore a pochi metri dalla porta cercando di servire un compagno.

25′ – L’Avellino non riesce a sbloccare il punteggio.

24′ – Capelli prende il posto di Corbo.

22′ – Granoche sostituisce Gilardino.

19′ – D’Angelo sostituisce Bidaoui.

17′ – Falasco lancia dalla trequarti, torre di Ardemagni per Castaldo che in spaccata non arriva sul pallone che si perde sul fondo.

15′ – Mora sostituisce Pessina.

14′ – De Francesco crossa per Pessina, il colpo di testa viene alzato in angolo da Radu. Prodigioso intervento del rumeno sull’incornata solitaria del giovane centrocampista spezzino.

11′ – Avellino con il 4-2-4: Molina e Bidaoui agiscono larghi a supporto di Ardemagni e Castaldo.

9′ – Bidaoui prova a sfondare centralmente, il sinistro però è sballato. Sale intanto l’urlo dello stadio. L’Avellino ha bisogno come il pane dei tre punti questa sera.

8′ – Ardemagni prende il posto di Ngawa.

7′ – Si è fatto male Ngawa già non al meglio della condizione.

7′ – Ardemagni pronto ad entrare.

6′ – Juande con il destro, palla alta.

4′ – Pressione Avellino in questo avvio di ripresa.

3′ – Botta di Wilmots dai 22 metri, Manfredini male poi arriva Bidaoui con il portiere che si salva ancora.

1′ – L’Avellino riparte dal 4-2-3-1 disegnato da Foscarini con Gavazzi avanzato di qualche metro a ridosso di Castaldo.

1′ – Al via la ripresa con gli stessi 22 del primo tempo.

PRIMO TEMPO

45′ – Marinelli decreta la fine del primo tempo con le squadre ferme sullo 0-0. Partita bloccata per l’Avellino che ha provato ad accendersi nel finale della prima frazione.

41′ – Avellino di nuovo pericoloso con Falasco che crossa lungo, Molina aggancia la sfera e la mette al centro per Gavazzi che tutto solo di testa alza sopra la traversa.

36′ – Replica immediata di De Francesco che vede Radu mal posizionato e prova a castigarlo dalla distanza, il destro è potente e si abbassa ma non quel tanto che basta per sorprendere il portiere rumeno.

35′ – Fiammata biancoverde con Castaldo che si libera di Pessina con una finta, il destro viene deviato ma arriva sui piedi di Gavazzi che entra in area ma a tu per tu con il portiere il pallone rimane lì.

25′ – Angolo di Falasco dalla sinistra, Migliorini impatta di testa con pallone abbondantemente a lato.

22′ – Ngawa riceve palla ai 22 metri, il destro rasoterra però finisce largo sul fondo. Timidi segnali di Avellino in partita.

19′ – Contropiede Avellino con Gavazzi che spinge e poi serve Bidaoui, il marocchino punta Corbo poi mette al centro ma la palla è lunga per tutti.

16′ – Foscarini ha invertito gli interni di centrocampo: Gavazzi va sul centrosinistra, Wilmots passa a destra.

13′ – Ammonito Pessina per un intervento in ritardo ai danni di Ngawa.

11′ – Sono arrivati i tifosi dello Spezia, una cinquantina nel settore ospiti. Rivalità tra le due tifoserie per via dell’amicizia di quella avellinese con quella del Bologna a sua volta rivale della fazione spezzina.

10′ – Avellino contratto in questo avvio di gara.

9′ – Penetrazione in area di De Francesco che riceve la sponda da Gilardino, ancora l’ex Reggina sottomisura, Radu accenna soltanto l’uscita con palla che attraversa l’area e Wilmots in affanno in angolo.

7′ – L’Avellino lascia l’iniziativa all’avversario che tiene i ritmi bassi cercando improvvise verticalizzazioni o aperture sulle fasce.

4′ – Lo Spezia fa la partita in questi primi minuti con il palleggio dei suoi centrocampisti.

1′ – Subito Spezia al tiro dopo 40 secondi con Lopez che strozza il destro dal limite, palla sul fondo.

1′ – Il Partenio-Lombardi è un’autentica bolgia con i cori e i colori della Curva Sud.

1′ – L’arbitro Marinelli dà il via alle ostilità: è iniziata Avellino-Spezia. 

0′ – Atmosfera da brividi come raramente si vede negli ultimi anni al Partenio-Lombardi sold-out per l’occasione: sugli spalti attesi 10mila spettatori, pienone agevolato dalla vendita promozionale voluta dal presidente Walter Taccone.

0′ – Gallo fa esordire Corbo in difesa al fianco di capitano Terzi. Il consueto 4-3-1-2 però è tutto da verificare con l’inserimento del giovane difensore perché il tecnico spezzino potrebbe varare il 3-5-2 con De Francesco mezzala nel reparto mediano con Juande e Pessina. In avanti Gilardino e Marilungo.

0′ – Foscarini rinuncia a Morosini perché il terzino destro al posto di Laverone lo fa Ngawa con Gavazzi avanzato a centrocampo e, di conseguenza, Molina nel tridente offensivo con Castaldo e Bidaoui. Con Migliorini c’è Kresic al centro della difesa. A sinistra rientra Falasco.

0′ – Amici di Irpinianews, un cordiale saluto dal Partenio-Lombardi dove Claudio De Vito vi racconterà in tempo reale le emozioni della prima notte salvezza dell’Avellino che deve battere lo Spezia per riemergere dalle sabbie mobili in questi ultimi 180′.