Sforzini incorna il Budoni: l’Avellino resta in scia primato

Sforzini incorna il Budoni: l’Avellino resta in scia primato

14 aprile 2019

di Claudio De Vito – Quasi all’ultimo respiro una boccata d’ossigeno puro per l’Avellino. Al Partenio-Lombardi un ostico Budoni cade nei minuti finali per mano di Sforzini, sprecone in precedenza ma tremendamente decisivo in prossimità del gong. La sua incornata sulla preziosa assistenza di Tribuzzi vale il sofferto 2-1 ai biancoverdi passati al 19′ del primo tempo in mischia con Capitanio raggiunti sette giri di lancette dopo da Spano, abile a sfruttare una topica di Viscovo direttamente su calcio piazzato. L’Avellino rimane così aggrappato al treno primato, anche se il Lanusei ha battuto 1-0 di rigore l’Ostiamare. Distacco invariato ma con una giornata da disputare in meno. L’impresa rimane tale ma l’Avellino ha collezionato la settima vittoria consecutiva, la decima nelle ultime undici gare.

Avellino-Budoni 2-1, il tabellino.

Marcatori: 19′ pt Capitanio, 26′ pt Spano, 41′ st Sforzini.

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Dondoni (40′ st Pepe), Capitanio, Dionisi; Tribuzzi, Matute (8′ st De Vena), Di Paolantonio (30′ st Gerbaudo), Da Dalt (19′ st Ciotola); Mentana (8′ st Buono), Sforzini.

A disp.: Pizzella, Patrignani, Omohonria, Corcione. All.: Bucaro.

Budoni (4-4-1-1): Donini; Musu, Varrucciu, Farris (43′ st Raimo), Pantano; Varela, Spina, Steri, Spano; Sariang; Villa.

A disp.: Trini, Moro, Saiu, Santoro, Cisse, Gungui, Murgia, Pusceddu. All.: Cerbone.

Arbitro:  Sicurello di Seregno. Assistenti: Pizzi di Termoli e Pavone di Sesto San Giovanni.

Note: ammoniti 33′ pt Musu, 24′ st Spina per gioco scorretto, 45′ pt Sariang, 26′ st Tribuzzi per comportamento non regolamentare; angoli 8-1; recuperi 2′ pt e 4′ st.

Rivivi il match attraverso la cronaca testuale

Secondo tempo

45’+4′ – Fischia tre volte Sicurello: l’Avellino nel finale la spunta sul Budoni. Di Sforzini l’incornata decisiva per il 2-1 che consente ai lupi di continuare a credere al primato con cinque punti di distacco dal Lanusei. 

45′ – Quattro minuti di recupero.

43′ – Raimo prende il posto di Farris.

41′ – Avellino in vantaggio con Sforzini: Tribuzzi guadagna il fondo e crossa morbido per Sforzini che incorna sotto l’incrocio. 2-1 lupi. 

40′ – Bucaro tenta il tutto per tutto inserendo Pepe per Dondoni.

39′ – Ammonito Sforzini per un intervento in gioco pericoloso ai danni di Varela.

34′ – Traiettoria velenosa e tesa a rientrare di Gerbaudo dalla destra, ci arriva sul secondo palo Ciotola che contrastato alle spalle alza troppo il pallone. L’Avellino le prova tutte anche su azione da fermo.

31′ – Mischia furibonda in area che De Vena risolve con il destro girato a rete, ma è centrale e Donini lo blocca anche se con qualche difficoltà.

30′ – Gerbaudo rileva Di Paolantonio.

29′ – Ancora un errore di Sforzini che sulla perfetta sponda di petto di De Vena spara a salve, ma Donini è ancora una volta sontuoso.

26′ – Ammonito Tribuzzi per un tocco di mano.

25′ – Sul ribaltamento di fronte Sforzini in diagonale davanti al portiere si lascia parare la conclusione poi Ciotola sulla respinta non riesce ad intercettare il pallone per il tap-in vincente.

25′ – Budoni vicino al vantaggio con Varela che salta Viscovo ma a porta vuota spedisce a lato.

24′ – Ammonito Spina per un fallo su Di Paolantonio.

19′ – Ciotola rileva Da Dalt.

19′ – Lanusei in vantaggio sull’Ostiamare: 1-0 con Ladu su rigore e ospiti in dieci.

18′ – Un po’ di confusione adesso da parte dell’Avellino che si affida sempre a Tribuzzi per provare a sfondare.

12′ – Budoni sempre pronto a colpire di rimessa con i suoi velocisti Sariang e Varela.

12′ – Atletico-Trastevere 2-0.

10′ – Tribuzzi esplode il destro in diagonale da ottima posizione, Pantano si immola con palla che termina la sua corsa sul fondo. L’Avellino preme con il suo 4-2-4 puro.

8′ – Doppio cambio Avellino: Buono per Mentana e De Vena per Matute.

5′ – Traversa di Sforzini sulla punizione dalla sinistra di Di Paolantonio: il colpo di testa sbatte sotto il montante ma palla cade sulla linea.

4′ – Gol annullato a Villa ma che papera di Viscovo ancora indeciso sul tiro tutt’altro irresistibile di Varela dalla sinistra.

1′ – Si riprende con un po’ di ritardo ma con un pallido sole di tanto in tanto al Partenio-Lombardi: Avellino e Budono ripartono dall’1-1 del primo tempo. 

0′ – SFF Atletico-Trastevere 1-0.

0′ – Si è placato il diluvio sul Partenio-Lombardi. Schiarite in vista tra le nuvole minacciose.

0′ – Parità (0-0) anche tra Lanusei e Ostiamare.

Primo tempo

45’+2′ – Termina la prima frazione al Partenio-Lombardi: Avellino-Budoni 1-1 per effetto delle reti di Capitanio al 19′ e Spano al 26′.

45’+2′ – Siluro di Matute da distanza siderale, Donini non si fida della presa e respinge con i pugni.

45′ – Due minuti di recupero.

45′ – Ammonito Sariang per essersi lasciato cadere troppo platealmente in un contatto di gioco con Dionisi.

42′ – L’Avellino non riesce a trovare più spazi tra l’altro adesso su un campo scivoloso e appesantito.

35′ – Campo appesantito dalla copiosa pioggia.

33′ – Ammonito Musu per un fallo su Da Dalt.

32′ – Pronta la replica dell’Avellino con Tribuzzi che guadagna il fondo poi tocca morbido a scavalcare il portiere, Sforzini è pronto ad insaccare a porta vuota ma Varrucciu manda in angolo di testa sventando la minaccia.

32′ – Miracolo questa volta invece di Viscovo che d’istinto salva l’Avellino dalla capitolazione sul tocco ravvicinato di Villa servito dalla destra da Musu.

26′ – Spano con un potente calcio di punizione rasoterra dal limite sorprende Viscovo centralmente. 1-1 al Partenio-Lombardi.

24′ – Avellino a -3 dal Lanusei.

22′ – Sforzini tutto solo in area calcia in porta col sinistro ad incrociare leggermente, palla fuori di mezzo metro. L’Avellino avrebbe potuto chiudere subito i conti. Intanto c’è il diluvio universale sulla partita.

19′ – Avellino in vantaggio con Capitanio. Angolo corto per Tribuzzi che scodella al centro, Matute schiaccia male ma il suo impatto si rivela un assist comodo per Capitanio che non può far altro che appoggiare in rete da zero metri. 1-0 lupi.

17′ – Sforzini in area per l’accorrente Mentana che legge male la traiettoria non riuscendosi a presentare palla al piede davanti al portiere.

16′ – Diluvio e tuoni al Partenio-Lombardi.

15′ – Piazzato a fil di palo di Di Paolantonio che dai 22 metri per poco non beffa Donini.

8′ – Campanile in area di Tribuzzi addomesticato da Da Dalt che esplode il sinistro a tu per tu col portiere colpito in pieno con minaccia disinnescata. Che chance per l’Avellino.

3′ – Attacca subito l’Avellino che costringe il Budoni a difendersi nella propria metà campo.

1′ – Al via le ostilità al Partenio-Lombardi: Avellino con la consueta divisa verde, blu invece il completo indossato dal Budoni.

0′ – Nel Lanusei ancora out Bernardotto che contro la Vis Artena era subentrato con assist, ma oggi ha dovuto alzare di nuovo bandiera bianca.

0′ – Inizia a piovere al Partenio-Lombardi.

0′ – Palla al centro alle 14.30 anche a Lixius dove il Lanusei riceve l’Ostiamare. Sardi a a +5 sui lupi che dopo il blitz di Roma sul Trastevere credono al primo posto.

0′ – Cielo grigio sul Partenio-Lombardi dove nel corso del match è attesa pioggia. Almeno 4mila invece gli spettatori attesi sugli spalti.

0′ – Tegola dell’ultimo momento per Bucaro costretto a rinunciare ad Alfageme che ha rimediato una botta al ginocchio. Fermo in via precauzionale l’attaccante che giovedì contro la Lupa Roma dovrebbe tornare a disposizione. In attacco ci vanno Sforzini e Mentana, interpreti avanzati del consueto del 4-4-2 con esterni di centrocampo offensivi. Centrocampo invariato, mentre la difesa è quella annunciata con Dondoni e Capitanio al centro e Dionisi dirottato a sinistra al posto di Parisi. Mithra ancora convalescente, si rivede Pepe. In panchina anche lo Juniores forinese Corcione.

0′ – E’ un’altra domenica carica di attese, sogni e speranze per l’Avellino che dovrà continuare la caccia ad un Lanusei ora non più imprendibile. Lupi impegnati al Partenio-Lombardi contro il Budoni alla quartultima curva di un campionato che evidentemente non ha smesso di riservare sorprese nell’alta classifica. Testa e cuore in campo, antenne verso Lanusei: si torna a giocare alle 14.30.