Avellino, Anzio al tappeto ma quanta fatica: la rincorsa continua

Avellino, Anzio al tappeto ma quanta fatica: la rincorsa continua

16 gennaio 2019

di Claudio De Vito – Quanta fatica ma alla fine l’Avellino riesce a piegare l’Anzio e a continuare la rincorsa verso il primato. Accade tutto nella ripresa al Partenio-Lombardi con la formazione ospite avanti grazie a Florio, abile a sfruttare un’errata interpretazione del fuorigioco delle linea difensiva biancoverde. Partita in salita, ma l’Avellino la ribalta nel finale. Prima De Vena spacca la porta dagli undici metri, poi Tribuzzi pizzica il pallone servitogli egregiamente da Da Dalt. Nel recupero il tris in contropiede firmato Matute che allontana definitivamente i fantasmi di un turno infrasettimanale beffardo per larghi tratti. Classifica invariata per effetto dei successi di Lanusei, Trastevere e Monterosi. Il Sassari Latte Dolce sfiderà stasera la Torres.

Avellino-Anzio 3-1, il tabellino.

Marcatori: 2′ st Florio, 33′ st rig. De Vena, 39′ st Tribuzzi, 48′ st Matute.

Avellino (4-3-3): Lagomarsini; Patrignani (1′ st Omohonria), Dionisi, Capitanio, Parisi; Buono (21′ st Mentana), Di Paolantonio, Da Dalt (43′ st Morero); Tribuzzi, Sforzini (1′ st De Vena), Ciotola (14′ pt Matute).

A disp.: Viscovo, Rizzo, Falco, Saporito. All.: Bucaro.

Anzio (4-4-2): Rizzaro; Arena (26′ st Buongarzoni), Giordani, Labate, Faiello; Sterpone, Papa, Voltasio (42′ st Prandelli), Florio (35′ st Santarelli); Ludovisi (15′ st Anello), Minunzio (5′ pt Pirazzi).

A disp.: Trombetta, Fiacco, Di Magno, Costanzo. All.: Bacci.

Arbitro: Morabito di Taurianova. Assistenti: Basile e Benedetto di Crotone.

Note: ammoniti 5′ st Parisi, 41′ st Tribuzzi per comportamento non regolamentare, 17′ st Florio, 32′ st Giordani, 44′ st Faiello per gioco scorretto; angoli 8-1; recupero 2′ pt.

La cronaca testuale del match

Secondo tempo

45’+6′ – Triplice fischio al Partenio-Lombardi: l’Avellino deve sudare più del dovuto per battere l’Anzio 3-1.

45’+3′ – Matute chiude i conti con un destro dal limite: Avellino-Anzio 3-1.

45′ – Quattro minuti di recupero.

44′ – Ammonito Faiello.

43′ – Morero prende il posto di Da Dalt.

42′ – Prandelli entra al posto di Voltasio nell’Anzio.

41′ – Ammonito Tribuzzi per essersi tolto la maglietta durante l’esultanza.

39′ – Avellino in vantaggio con Tribuzzi: Da Dalt ricama dalla sinistra per la zuccata chirurgica di Tribuzzi che sorprende Rizzaro sul palo lontano. 2-1 Avellino e liberazione al Partenio-Lombardi.

36′ – Incursione di Tribuzzi che entra in area e calcia con il destro: c’è solo la potenza, non la precisione, pallone fuori misura.

35′ – Cambio Anzio: Santarelli rileva Florio.

33′ – De Vena pareggia i conti con il dodicesimo centro stagionale: tiro centrale, Rizzaro si butta a destra e 1-1 al Partenio.

32′ – Calcio di rigore per l’Avellino: fallo di Giordani (ammonito) su Parisi.

31′ – Ancora un salvataggio sulla linea di porta dell’Anzio: Tribuzzi va al cross, la palla si impenna con una deviazione, De Vena spalle alla porta colpisce di testa con il portiere che esce a vuoto, sulla linea di porta c’è Florio che dopo il gol si erge ad eroe evitando il punto del pari.

29′ – Parisi si fa sorprendere da Sterpone che scappa verso la porta e una volta davanti a Lagomarsini si fa rimontare da Parisi che sbilancia il numero 8 dell’Anzio con palla che finisce sul fondo.

29′ – Lanusei 48, Trastevere 45, Sassari Latte Dolce 43, Avellino 40, Monterosi 40 la classifica in questo momento.

27′ – Finale da Lanusei con i sardi che hanno battuto 2-1 il Ladispoli. Ospiti ad un passo dal 2-2 nel recupero: La Gorga ha parato un penalty a Cardella.

26′ – Esce finalmente Arena di nuovo a terra per noie muscolari: entra Gabriel Omar Buongarzoni.

24′ – Finalmente uno squillo di De Vena che carica il sinistro dal limite, Rizzato si allunga alla sua sinistra e respinge.

22′ – Finale da Aprilia dove il Trastevere ha battuto 3-2 i padroni di casa. 6-2 invece del Monterosi alla Lupa Roma. 1-1 tra Atletico e Albalonga.

21′ – Mentana sostituisce Buono: 4-2-4 Avellino.

20′ – Ancora un calciatore dell’Anzio a terra, si tratta di Arena alle prese con i crampi.

18′ – Slalom di Da Dalt che si porta il pallone sul destro e calcia da buona posizione, Giordani è un muro e respinge.

17′ – Ammonito Florio per un intervento da dietro ai danni di Matute.

15′ – Anello entra al posto di Ludovisi nell’Anzio.

14′ – Punizione di Di Paolantonio indirizzata sul secondo palo dove sbuca Tribuzzi, Rizzato si rifugia in angolo sul tocco inatteso del 19 biancoverde.

12′ – Continue perdite di tempo da parte dell’Anzio di tanto in tanto con un calciatore a terra.

11′ – Il Lanusei la ribalta con Ladu su rigore: 2-1 sul Ladispoli.

10′ – Avellino in difficoltà e sotto di un gol.

8′ – Pareggio del Lanusei contro il Ladispoli: 1-1 di Carta.

6′ – Matute si immola con il corpo sul sinistro dal limite di Papa. L’Anzio continua ad attaccare.

5′ – Ammonito Parisi per proteste.

4′ – Replica Avellino: angolo dalla destra, Capitanio schiaccia di testa ma ancora una volta un difensore salva sulla linea a Rizzaro battuto.

2′ – Anzio in vantaggio con Florio: lancio da metà campo per il numero sette dell’Anzio, la linea difensiva sale malamente e Florio può insaccare a tu per tu col portiere. Partenio gelato e 1-0 Anzio.

1′ – Fuori anche Patrignani, dentro Omohonria.

1′ – Riprende il gioco senza Sforzini sostituito da De Vena. Dionisi è il nuovo capitano.

0′ – Si prepara De Vena che dovrebbe entrare alla ripresa del gioco.

0′ – Intervallo al Partenio-Lombardi dove l’Avellino è ancora fermo sullo 0-0 contro l’Anzio che ha colpito anche un palo con Pirazzi. Clamoroso invece l’errore di Sforzini che è riuscito nell’impresa di centrare l’unico calciatore avversario sulla linea della porta spalancata.

Primo tempo

45’+2′ – Fischietto in bocca per Morabito: finisce il primo tempo con l’Avellino che non è riuscito a sfondare. 0-0 al Partenio-Lombardi.

45’+1′ – Tribuzzi si mette in luce sulla destra in area, il tiro-cross però si perde sul fondo.

45′ – Due minuti di recupero.

45′ – Sbaglia tutto in area ancora una volta Sforzini che serve troppo lungo Matute libero di calciare in porta.

44′ – Anzio di nuovo propositivo sempre con Pirazzi, ispirato, a destra, pallone a Florio che è libero e ha spazio per il tiro ma perde troppo tempo per aggiustarsi il pallone sul destro e calcia malissimo.

39′ – Ennesimo spunto di Da Dalt a sinistra, palla sotto misura dove Faiello intercetta tutto e prova ad andare via, Tribuzzi lo contrasta, il fantasista biancoverde poi calcia col sinistro, palla sporcata sopra la traversa da un difensore.

35′ – Clamorosa chance per l’Avellino: Tribuzzi si presenta a tu per tu con il portiere e serve Sforzini, la porta è sguarnita ma l’ariete di Tivoli calcia addosso a Giordani che salva provvidenzialmente sulla linea.

33′ – Spunto a sinistra di Da Dalt che scambia con Sforzini, l’argentino finisce giù in area sul pallone di ritorno ma per l’arbitro è scivolato.

32′ – Ancora Pirazzi, sempre Pirazzi al tiro per l’Anzio: stavolta la conclusione dell’attaccante laziale finisce in curva.

30′ – Tutto chiuso, allora Di Paolantonio esplode il destro dalla distanza, palla fuori misura.

30′ – Avellino troppo spesso in orizzontale in questa prima mezz’ora di gioco e sorpreso dall’atteggiamento spigliato degli avversari.

26′ – Ancora Pirazzi, questa volta ai 20 metri, colpisce la base del palo con Lagomarsini vanamente proteso in tuffo. Brivido al Partenio-Lombardi.

24′ – Replica dell’Anzio che si fa vedere con un’iniziativa di Florio, l’appoggio al limite per Pirazzi che indirizza il sinistro verso la porta, palla larga.

24′ – Capitanio di testa sull’imbucata di Patrignani, palla lenta e alta sopra la traversa.

21′ – Dal corner susseguente di Di Paolantonio, Sforzini sovrasta il diretto marcatore e di testa manda di un soffio a lato.

20′ – Da Dalt entra in area sfruttando la sponda di Sforzini e calcia in diagonale col mancino, Rizzaro in angolo.

15′ – Da Dalt torna a fare l’esterno d’attacco e Matute si posizione sul centrodestra della mediana. Buono si sposta sul centrosinistra.

14′ – Matute al posto di Ciotola.

13′ – Avellino vicino al gol: Da Dalt va al cross dalla sinistra, Buono sale in cielo ma trova sulla sua strada una respinta, probabilmente di Sforzini e così l’occasione sfuma.

12′ – Finisce anche la partita di Ciotola colpito duro da Arena: pronto Matute a subentrargli.

8′ – Raddoppio del Trastevere ad Aprilia.

7′ – Anzio con personalità in queste prime battute di gioco.

5′ – Pirazzi sostituisce Minunzio.

4′ – Anzio ancora in dieci.

3′ – Anzio con il 4-4-2.

2′ – E’ già finita la partita di Minunzio costretto a lasciare il campo per infortunio.

1′ – Al via Avellino-Anzio al Partenio-Lombardi: lupi in tenuta verde, ospiti in nero con inserti bianchi.

0′ – 1-0 dell’Atletico sull’Albalonga con Nanni.

0′ – Raddoppio del Monterosi sulla Lupa Roma con Nohman.

0′ – I tifosi biancoverdi stanno arrivando alla spicciolata ma ci sono larghi vuoti sugli spalti: Avellino-Anzio per pochi intimi.

0′ – Ha segnato il Trastevere: 1-0 ad Aprilia firmato Sfanò.

0′ – A sorpresa Ladispoli in vantaggio sul campo del Lanusei: al 12′ il gol di Manoni.

0′ – Alfageme sta vivendo da vicino il riscaldamento pre-partita dei suoi nuovi compagni di squadra per poi salire in tribuna. L’attaccante argentino parlotta con il suo amico De Vena e a fine gara si allenerà per non perdere il ritmo.

0′ – Monterosi in vantaggio sulla Lupa Roma al 7′ con Boldrini.

0′ – Sul fronte mercato, dopo l’arrivo di Alfageme, l’Avellino di prepara ad accogliere Lorenzo Betti, terzino destro (può giocare anche a sinistra) classe 2000 del Foggia. Su di lui anche il Cerignola. L’altra pista risponderebbe al nome di Antonino Gallo del Palermo, altro esterno mancino del 2000.

0′ – Cinque complessivamente le novità rispetto al match con l’Albalonga proposte da Bucaro che anche durante i novanta minuti avrà modo di far ruotare gli effettivi a disposizione.

0′ – Alfageme si accomoderà in tribuna per osservare i suoi nuovi compagni all’opera.

0′ – Anche l’Anzio dovrebbe schierarsi con il 4-3-3. Formazione giovanissima quella laziale che in avanti sarà guidata da Ludovisi con Minunzio e Florio ai suoi lati.

0′ – Ecco le formazioni ufficiali. Bucaro rinuncia tra i pali a Viscovo, tenuto a riposo, e rilancia Lagomarsini. Dionisi passa al centro e Patrignani torna titolare a destra. Capitanio fa il centrale sinistro: fuori sia capitan Morero che Dondoni che non figura nemmeno in panchina come Mithra. Tutto confermato invece dalla cintola in su con Da Dalt arretrato in mediana e Sforzini, capitano per l’occasione, supportato da Tribuzzi e Ciotola.

0′ – A breve sono attese le formazioni ufficiali di Avellino-Anzio, gara che i lupi affrontano nel bel mezzo di un tour de force che si concluderà domenica a Colleferro contro il Città di Anagni. Una settimana dopo, nuova trasferta a Cassino.

0′ – Sole alternato a nuvole al Partenio-Lombardi dove soffia anche un leggero vento gelido.

0′ – I calciatori dell’Anzio si godono la ribalta del Partenio-Lombardi tra foto ricordo e la smania di calcare il manto erboso di uno stadio per loro inedito.

0′ – Le squadre hanno raggiunto lo stadio Partenio-Lombardi insieme alla terna guidata dal signor Morabito della sezione di Taurianova e completata dagli assistenti Basile e Benedetto di Crotone.

0′ – Intanto il giudice sportivo ha omologato l’1-4 dell’Avellino contro il Budoni del 19 dicembre. Di seguito il comunicato:

“Il Giudice Sportivo, – letto il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla A.S.D. POL CALCIO BUDONI, con il quale si deduce la irregolare posizione, nella gara in epigrafe, di due calciatori schierati dal CALCIO AVELLINO S.S.D., il n.1 Pizzella Antonio e il n. 19 Tribuzzi Alessandro;

– lette le controdeduzioni depositate dal CALCIO AVELLINO S.S.D. con le quali si sostiene che le sanzioni comminate ai predetti calciatori andavano scontate successivamente allo svolgimento della gara con l’A.S.D. POL CALCIO BUDONI e si richiede, pertanto, il rigetto del reclamo;

– rilevato che entrambi i calciatori summenzionati erano stati espulsi nel corso della gara TORRES — CALCIO AVELLINO S.S.D., 18a giornata di andata del Campionato Nazionale SERIE D – Girone F, disputata in data 16 dicembre 2018 e che le relative sanzioni sono state comminate da codesto Giudice Sportivo con C.U. n. 64 del 19 dicembre 2018, pubblicato il giorno stesso in cui si è svolta la gara in epigrafe;

– rilevato che l’art. 22, co. 2 del CGS è chiaro ed inequivoco nel prevedere che “Le sanzioni che comportano squalifiche dei tesserati devono essere scontate a partire dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del comunicato ufficiale” e che le uniche eccezioni dal medesimo contemplate rimandano all’art. 22 comma 11, CGS, vale a dire le fattispecie per le quali è previsto l’obbligo di comunicazione diretta agli interessati, ovvero all’art. 45, comma 2, CGS, norma inserita nell’ambito delle disposizioni dedicate alla disciplina sportiva in ambito regionale della LND e del settore per l’attività giovanile e scolastica;

– rilevato che il richiamo all’art. 45 CGS operato dal sodalizio reclamante a fondamento del proprio ricorso è manifestamente inconferente rispetto alla fattispecie in oggetto.

Delibera:

4) di rigettare il reclamo;

5) di convalidare il risultato della gara conclusasi con il seguente punteggio: A.S.D. POL CALCIO BUDONI – AVELLINO CALCIO S.S.D. 1 — 4;

6) di addebitare la tassa di reclamo sul conto della A.S.D. POL CALCIO BUDONI”.

0′ – Allarme rosso scattato e rientrato ieri per lo stadio Partenio-Lombardi per qualche ora a rischio chiusura con conseguenze pesantissime per l’Avellino. La gara di oggi infatti è stata a forte rischio perché il club biancoverde era sprovvisto di licenza d’uso alla luce della scadenza della proroga concessa dal Comune. La società non ha prodotto la fideiussione richiesta dall’ente con apposita delibera commissariale, ma si è impegnata a pagare mensilmente il canone. Saldato il debito per il fitto di novembre (saldo pignorato da un creditore del Comune) ed entro questa settimana – come ha annunciato il presidente Claudio Mauriello – sarà versato nelle casse comunali l’importo di 9.500 euro relativo al canone di dicembre 2018. La cifra continua ad essere ritenuta spropositata dalla Calcio Avellino, ma non può essere rivisitata se non in sede di stipula della nuova convenzione per l’utilizzo dell’impianto di contrada Zoccolari.

0′ – L’Avellino è in un ottimo momento di forma. Elevati gli standard di rendimento dopo il tracollo di Sassari datato 16 dicembre con dieci punti in quattro gare. Oggi la possibilità di scalare un’altra posizione e di insidiare ancora di più la regina Lanusei.

0′ – Avellino-Anzio alle 15 non rappresenta l’unica variazione di orario della ventiduesima giornata. Il derby sassarese tra Latte Dolce e Torres infatti è stato fissato in notturna, alle 20.30, per attribuire fascino ad un match che l’Avellino seguirà da lontano con particolare interesse. Alle 14.30 invece in campo Lanusei e Trastevere: i sardi ospitano il Ladispoli e i capitolini dovranno vedersela con l’Aprilia in esterna. In casa il Monterosi contro la Lupa Roma, mentre l’Albalonga farà visita all’SFF Atletico.

0′ – L’avversario odierno dei lupi è alla deriva in classifica con otto punti di distacco dal primo posto utile della zona playout, ma è reduce dall’1-1 casalingo contro il Città di Anagni. La squadra del presidente Franco Rizzaro (il figlio Simone difende i pali dei biancazzurri), giace in fondo alla classifica con soli nove punti all’attivo e ha preparato l’appuntamento del Partenio-Lombardi soltanto con un allenamento, sostenuto nella giornata di ieri.

0′ – Temperatura rigida (intorno agli otto gradi) ma c’è il sole ad Avellino. Come sempre accade in occasione del turno infrasettimanale, sono attesi allo stadio pochi spettatori anche se i risultati dell’ultimo periodo hanno destato maggior interesse nei confronti di Morero e compagni.

0′ – Per i gol di Alfageme bisognerà ancora attendere. Praticamente impossibile il suo tesseramento in tempo utile per la gara di oggi. L’argentino, che non gioca da un mese abbondante, sarà disponibile per l’esterna con l’Anagni assicurando uno spezzone di gara. Ieri il giorno della sua presentazione con tanta voglia di ripartire dopo gli ultimi tempi di scarso impiego alla Casertana.

0′ – Bucaro ha previsto un ampio turnover tra scelte iniziali e in corso d’opera con il coinvolgimento di tanti calciatori che finora hanno giocato meno. In difesa chance per Capitanio e Omohonria potrebbe spuntarla su Patrignani. In mediana potrebbe scalare Da Dalt al posto di Matute, sottotono nell’ultimo periodo. Nel tridente avanzato spazio a Sforzini e Ciotola con Tribuzzi.

0′ – La probabile formazione dell’Avellino con il 4-3-3: Viscovo; Omohonria, Morero, Capitanio, Parisi; Buono, Di Paolantonio, Da Dalt; Tribuzzi, Sforzini, Ciotola. A disp.: Lagomarsini, Dionisi, Patrignani, Mentana, De Vena, Rizzo, Falco, Saporito, Matute.

0′ – Non saranno del match Gerbaudo (squalificato), Carbonelli e Tompte (infortunati), e i portieri Longobardi e Pizzella, entrambi out per scelta tecnica. Aggregati dalla Juniores l’esterno Falco e il difensore centrale Saporito. La lista dei 22 convocati biancoverdi:

Portieri: Lagomarsini, Viscovo (1999).

Difensori: Capitanio, Dionisi, Dondoni, Mithra, Morero, Omohonria (1999), Parisi (2000), Patrignani (1999), Saporito (2001).

Centrocampisti: Buono (1999), Da Dalt, Di Paolantonio, Rizzo (1998), Matute, Tribuzzi (1998).

Attaccanti: Ciotola, De Vena, Falco (2001), Mentana (1999), Sforzini.

0′ – Un abisso in classifica e cammini diametralmente opposti per Avellino e Anzio che si affrontano in infrasettimanale al Partenio-Lombardi per la ventiduesima giornata del campionato di Serie D. Biancoverdi in fiducia grazie ai dieci punti conquistati nelle ultime quattro gare e intenzionati a fare un sol boccone della cenerentola del girone oramai quasi rassegnata al proprio destino. Formalità in vista ma guai ad abbassare il livello di tensione: palla al centro alle 15.