Avellino da profondo rosso: il Cassino allontana il primato

Avellino da profondo rosso: il Cassino allontana il primato

27 gennaio 2019

di Claudio De Vito – L’Avellino perde partita e ulteriore contatto con la vetta scivolando addirittura al quinto posto. Il Cassino la spunta 2-1 al “Salvetti” dove i biancoverdi sono stati domati da Ricamato. Bucaro temeva il duo Marcheggiani-Prisco ma è stato il centrocampista biancazzurro a matare i lupi: prima al 25′ del primo tempo in tap in fortunoso dopo una conclusione velleitaria di Centra e poi al 27′ della ripresa di opportunismo sfruttando un errore di valutazione di Betti. In mezzo il penalty del solito De Vena che non è bastato a suonare la riscossa per la rimonta. Al contrario l’Avellino è sprofondato addirittura a -10 dal Lanusei e scivolato al quinto posto alle spalle del Monterosi. Un divario abissale che rischia di compromettere definitivamente i giochi di vertice. Avellino bocciato nel momento cruciale della stagione tra la contestazione finale dei cinquecento e passa tifosi accorsi nel Lazio per sognare, ma finiti per tornare a casa ancora una volta delusi.

Cassino-Avellino 2-1, il tabellino.

Marcatori: 25′ pt e 27′ st Ricamato, 6′ st rig. De Vena.

Cassino (3-5-2): Palombo; Di Filippo, Carcione, Nocerino; Tomassi, Centra, Tirelli, Ricamato, Mattera; Prisco, Marcheggiani (43′ st Scibilia).

A disp.: Della Pietra, Lombardi, Tribelli, Zegarelli, Sfavillante, Delicato, Di Sotto, Darboe. All.: Urbano.

Avellino (4-3-3): Viscovo; Betti (39′ st Omohonria), Morero, Dionisi (1′ st Dondoni), Parisi; Matute, Rizzo (10′ st Di Paolantonio), Gerbaudo (1′ st Sforzini); Tribuzzi, De Vena, Da Dalt (32′ st Pepe).

A disp.: Lagomarsini, Falco, Buono, Capitanio. All.: Bucaro.

Arbitro: Zucchetti di Foligno. Assistenti: Toce di Firenze e Biancucci di Pescara.

Note: espulso 5′ pt Capitanio per proteste dalla panchina; ammoniti 46′ pt Tomassi, 11′ st Carcione, 37′ st Morero per gioco scorretto; angoli 1-6.

Rivivi la cronaca testuale del match

Secondo tempo

45’+4′ – Triplice fischio al “Salveti”: Cassino-Avellino 2-1.

45′ – Tre minuti di recupero.

43′ – Scibilia entra al posto di Marcheggiani.

41′ – L’Avellino prova in maniera confusa quantomeno a rimediare un pari.

39′ – Omohonria sostituisce Betti.

38′ – Marcheggiani ruba il tempo a Parisi ed incrocia il diagonale, palla di poco sul fondo sul palo lontano.

37′ – Morero mette giù Marcheggiani alle spalle all’altezza del cerchio di centrocampo: ammonizione e nuovo ingresso in diffida per il capitano biancoverde.

34′ – 4-0 Lanusei che passeggia sull’Anzio.

33′ – Guizzo di Tribuzzi che pesca Sforzini, la torsione aerea dell’ariete di Tivoli chiama Palombo alla facile presa centrale.

32′ – Pepe sostituisce Da Dalt.

30′ – 2-0 intanto del Monterosi sul Latina ancora con Nohman.

28′ – E’ un 2-1 Ricamato dal Cassino verrebbe da dire. Avellino castigato dal numero otto biancazzurro che ha sfruttato l’ingenuità di Betti sul suggerimento dalla trequarti di Prisco.

27′ – Cassino di nuovo in vantaggio per Ricamato che sbuca alle spalle di Betti sulla verticalizzazione di Prisco e fa secco di nuovo Viscovo: 2-1 Cassino.

24′ – Pepe si prepara a fare il suo esordio.

22′ – Lancio per la spizzata di Sforzini, palla prolungata per Da Dalt che entra in area e calcia in diagonale col mancino, palla fuori sul palo lungo.

21′ – Si fa vedere il Cassino a destra con Tomassi che va al cross, Marcheggiani sfugge alla marcatura in area e calcia a lato in acrobazia.

17′ – Ancora un angolo questa volta per la testa di Sforzini che pizzica la traversa indirizzando sul palo lontano. L’Avellino preme complice anche un Cassino contratto e remissivo.

15′ – Angolo di Di Paolantonio per l’incornata di Morero che non salta nemmeno e colpisce di potenza ma il pallone si perde alto.

15′ – Sta iniziando a piovere a Cassino.

14′ – Da Dalt dalla sinistra centra per Tribuzzi che stacca di testa alto di mezzo metro.

11′ – Ammonito Carcione costretto a placcare Da Dalt nell’uno contro uno.

10′ – Ecco il cambio: Di Paolantonio rileva l’infortunato Rizzo.

9′ – Infortunio per Rizzo che deve lasciare il posto a Di Paolantonio: sfortunato il ’98 ex Catania.

7′ – 3-0 Lanusei sull’Anzio ma ora l’Avellino deve ribaltare assolutamente il risultato.

6′ – De Vena trasforma dal dischetto per l’1-1 Avellino: pallone da una parte, portiere dall’altra e quattordicesimo squillo in campionato.

5′ – Calcio di rigore per l’Avellino: Tribuzzi soffia il pallone a Nocerino che poi gli frana addosso. Nessun dubbio questa volta.

1′ – Subito uno squillo di Sforzini in area, Palombo in due tempi.

1′ – 4-4-2 offensivo ora per l’Avellino con Tribuzzi e Da Dalt esterni di centrocampo e il duo Sforzini-De Vena in avanti. Matute e Rizzo in mezzo al campo.

1′ – Si riprende con un doppio cambio nell’Avellino: dentro Dondoni per Dionisi e Sforzini per Gerbaudo.

0′ – Buco nella rete di una delle due porte: il primo assistente Toce chiama alcuni inservienti del campo a ripararlo.

0′ – Urge un’immediata inversione di rotta nel secondo tempo. L’Avellino adesso è a -10 dalla vetta ed è stato anche scavalcato dal Monterosi scivolando al quinto posto.

Primo tempo

45’+1′ – L’arbitro Zucchetti fischia due volte: Cassino e Avellino vanno al riposo con i padroni di casa in vantaggio grazie alla rete di Ricamato al 25′.

45’+1′ – Ammonito Tomassi per una trattenuta ai danni di Da Dalt a centrocampo.

44′ – Pepe e Sforzini le frecce nell’arco di Bucaro per provare a cambiare le cose nella ripresa.

43′ – Punizione di Gerbaudo verso l’area, Nocerino prova ad allontanare di testa ma lo fa sul destro di Matute che si coordina, destro masticato, arriva Morero che riesce soltanto ad impennare il pallone.

42′ – Avellino non pervenuto quando manca una manciata di minuti al rientro negli spogliatoi.

39′ – Rischia il giallo Betti per un intervento killer in ritardo su un avversario in area Cassino.

37′ – Imbucata di Parisi dalla sinistra per De Vena che però in mezzo a due non riesce a staccarsi da terra.

34′ – Tribuzzi si mette in proprio, converge verso il centro e calcia col sinistro telecomandato centralmente per Palombo.

33′ – Avellino quasi impalpabile e incapace di reagire dopo lo svantaggio incassato.

32′ – Raddoppio Lanusei sull’Anzio con Congiu.

30′ – In vantaggio anche il Monterosi sul Latina con Nohman: i granata ora sono davanti all’Avellino che scende al quinto posto.

29′ – Lancio dalle retrovie per De Vena che controlla al limite, si gira e calcia debolmente col sinistro preda di Palombo.

27′ – Lupi sorpresi ma anche un po’ sfortunati nell’occasione con Viscovo che ha fatto il possibile per metterci una pezza.

26′ – Si mette male per l’Avellino ora addirittura a dieci punti dalla vetta.

25′ – Cassino in vantaggio con Ricamato: Centra calcia da fuori, palla strozzata da una deviazione, Ricamato è lesto come un falco ma Viscovo lo ferma, ancora Ricamato per l’1-0 Cassino a porta vuota. 

24′ – Gerbaudo acciaccato: potrebbe abbandonare il campo, pronto Di Paolantonio corso subito a riscaldarsi.

22′ – Bucaro inverte gli esterni d’attacco: Tribuzzi passa a sinistra da dove trasloca invece Da Dalt.

19′ – Ritmi non elevatissimi al “Salveti” dove l’Avellino lascia giocare il Cassino.

17′ – Lanusei-Anzio 1-0: gol di Bernardotto.

14′ – Rizzo allontana di testa, Mattera ci va con il destro che si perde sul fondo da distanza siderale.

12′ – Punizione dalla sinistra di Gerbaudo per lo stacco di testa di De Vena, palla a lato ma ottima chance per il dieci biancoverde.

6′ – Carcione fa il regista difensivo giocando in mezzo ai due centrali Di Filippo e Nocerino: è 3-5-2 per il Cassino con Tirelli playmaker in mediana.

5′ – Gioco fermo con un calciatore dell’Avellino espulso dalla panchina per proteste: si tratta di Capitanio.

4′ – Spunto di Da Dalt che guadagna il fondo, tocco col braccio attaccato alla schiena di un difensore del Cassino, l’arbitro lascia proseguire tra le proteste biancoverdi.

2′ – Sponda di Marcheggiani per Ricamato che arma il destro dai 25 metri, palla abbondantemente a lato.

1′ – Fischio d’inizio al “Salveti”: lupi con la consueta divisa interamente verde, tutta blu invece quella dei padroni di casa.

0′ – C’è anche Alfageme in tribuna a dar man forte a quelli che lui spera possano essere i suoi nuovi compagni di squadra a tutti gli effetti.

0′ – Cresce l’attesa a Cassino dove l’Avellino va a caccia dei tre punti utili a riprendere la marcia primato.

0′ – Nuvoloni che minacciano pioggia su Cassino. Tutto sommato buone le condizioni del terreno di gioco in erba naturale dell’impianto cassinate.

0′ – Già tanti i tifosi dell’Avellino che hanno raggiunto il “Salveti” di Cassino: ne sono attesi oltre cinquecento.

0′ – Il Cassino replica con la stessa formazione che ha inciampato sul campo dell’Ostiamare. Il sistema di gioco allora dovrebbe essere il 3-4-1-2 con capitan Carcione playmaker e il duo Marcheggiani-Prisco di punta supportato sulla trequarti da Tirelli.

0′ – Bucaro concede un turno di riposo a Di Paolantonio che in regia lascia il posto a Rizzo, all’esordio assoluto in maglia biancoverde. Per il resto il 4-3-3 è confermato rispetto al turno precedente con l’Anagni.

0′ – Ecco l’undici ufficiale dell’Avellino con il 4-3-3: Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Matute, Rizzo, Gerbaudo; Tribuzzi, De Vena, Da Dalt.

0′ – Le squadre hanno raggiunto lo stadio “Salveti”: Cassino-Avellino è pronta ad accendersi.

0′ – Sono sempre Sforzini e Tribuzzi i diffidati in casa biancoverde.

0′ – Si avvicina sempre di più il fischio d’inizio e si attendono le formazioni ufficiali per capire se le probabili scelte dei due allenatori saranno confermate. Tifosi irpini in viaggio da Avellino e provincia ma non solo: come solito saranno in tanti dallo stesso Lazio.

0′ – Novità Pepe tra le fila biancoverdi. L’esterno offensivo già ex Unione Sportiva 2008/2009 è stato ufficializzato ieri, ma era si era già aggregato mercoledì pomeriggio alle dipendenze di Bucaro. Per il tecnico palermitano un’arma offensiva in più sia di movimento che da fermo alla luce delle doti balistiche dell’ex Potenza.

0′ – Sarà sfida nella sfida per Alessandro De Vena che, reduce dall’influenza, si ritroverà di fronte Francesco Marcheggiani, capocannoniere con 16 reti, e il suo partner Umberto Prisco a quota 12. Il bomber biancoverde ha invece realizzato finora 13 gol e si trova proprio alle spalle di Marcheggiani in classifica marcatori.

0′ – Una volta archiviata la gara con il Cassino, l’Avellino dovrà fare i conti con un febbraio in cui affronterà tre delle quattro attuali rivali dell’alta classifica. Il match di domenica prossima contro l’SFF Atletico farà alzare il sipario. A seguire l’ennesimo tour de force, ma questa volta fondamentale per gli equilibri d’alta quota: sabato 9 febbraio la visita al Lanusei, mercoledì 13 l’impegno casalingo con la Flaminia e dulcis in fundo, domenica 17, nuova esterna sarda sul campo del Sassari Latte Dolce. Il 24 febbraio infine Avellino-Monterosi.

0′ – L’Avellino non può permettersi un passo falso oggi a Cassino anche perché il Lanusei ospita la cenerentola Anzio. Il Trastevere invece gioca ad Ostia. Il Sassari Latte Dolce riceve alle 15 il Ladispoli (anche Castiadas-Torres in posticipo di mezz’ora rispetto all’orario federale). Alle spalle dei biancoverdi c’è il Monterosi impegnato sul terreno amico con il Latina. Si riparte da qui: Lanusei 51, Trastevere 48, Sassari Latte Dolce 47, Avellino 44, Monterosi 43.

0′ – Dopo il match con il Cassino, il direttore sportivo Carlo Musa concentrerà i suoi sforzi sul mercato dove balla con forza il nome di Davide Luppi. La trattativa è stata imbastita con una proposta allettante per il Pirata ex Modena e Verona, in considerazione del pessimismo vigente sul caso Alfageme. Ci sarà tempo fino a mercoledì per tesserare Luppi. Il 4 febbraio invece è prevista l’udienza della sezione tesseramenti del Tribunale Federale Nazionale, che dovrà decidere se accogliere o meno il ricorso dell’Avellino relativo ad Alfageme.

0′ – Attesi a Cassino oltre cinquecento tifosi biancoverdi, alcuni dei quali dovranno sistemarsi nella tribuna locale dove il club di casa ha messo a disposizione un’ulteriore scorta di tagliandi. Giornata Biancazzurra varata dal Cassino: si prevede una folta cornice di pubblico in un pomeriggio che dovrebbe essere piovoso al “Gino Salveti”.

0′ – Il Cassino allenato da Corrado Urbano invece potrebbe replicare così (5-3-2): Palombo; Tomassi, Nocerino, Di Filippo, Centra, Mattera; Ricamato, Carcione, Tirelli; Prisco, Marcheggiani.

A disposizione in panchina: Della Pietra, Lombardi, Tribelli, Zegarelli, Sfavillante, Delicato, Di Sotto, Darboe, Scibilia.

0′ – L’Avellino dovrebbe scendere in campo così con il 4-3-3 d’ordinanza: Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Matute, Di Paolantonio, Gerbaudo; Tribuzzi, De Vena, Da Dalt.

A disposizione in panchina: Lagomarsini, Rizzo, Falco, Omohonria, Buono, Dondoni, Pepe, Capitanio, Sforzini. All.: 

0′ – Bucaro deve rinunciare ancora agli infortunati Ciotola e Carbonelli e lascia a casa per scelta tecnica Longobardi, Mentana, Mithra, Patrignani, Tompte, quest’ultimo ieri addirittura in panchina nel 7-0 al Pomigliano della Juniores che “presta” come al solito il 2001 Falco alla prima squadra.

La lista dei 21 convocati:

Portieri: Lagomarsini, Pizzella (2001), Viscovo (1999).

Difensori: Betti (2000), Capitanio, Dionisi, Dondoni, Morero, Omohonria (1999), Parisi (2000),

Centrocampisti: Buono (1999), Da Dalt, Di Paolantonio, Gerbaudo, Rizzo (1998), Matute, Tribuzzi (1998).

Attaccanti: De Vena, Falco (2001), Pepe, Sforzini.

0′ – Imbarazzato dal pasticcio Alfageme che si protrarrà per un’altra settimana abbondante, l’Avellino torna nel Lazio memore della lezione di Colleferro che ha frenato la rincorsa verso la vetta occupata dall’inarrestabile Lanusei. I lupi affrontano il Cassino per riacquisire regolarità lungo il cammino nei quartieri alti della classifica. Il quinto ostacolo del girone di ritorno si preannuncia difficile da superare: alle 14.30 il via allo stadio “Gino Salveti”.