L’Avellino da trasferta è un incubo: addio primato a casa del Flaminia

L’Avellino da trasferta è un incubo: addio primato a casa del Flaminia

24 ottobre 2018

di Claudio De Vito – La fotocopia dell’Avellino di Fregene capitola a Civita Castellana perdendo nuovamente il primato in classifica. Il Flaminia fa un sol boccone dei lupi con l’ex biancoverde Abate a menare le danze confermando tutte le credenziali di bestia nera. Difesa ballerina e il solito approccio morbido alla gara da parte degli uomini di Graziani che, al di là delle pesanti assenze, si è fatto trovare impreparato all’esame di riparazione lontano dal Partenio-Lombardi. E così Abate, Mattia e il neo entrato Di Maira a turno hanno banchettato di gusto ai danni di un avversario ancora una volta troppo brutto per essere vero. L’harakiri del “Madami” costringe i lupi a scivolare al terzo posto a pari punti con il Monterosi. L’incubo da trasferta continua.

Flaminia-Avellino 3-0, tabellino e voti.

Marcatori: 33′ pt Abate, 42′ pt Mattia, 28′ st Di Maira.

Flaminia (4-3-1-2): Vitali 6, Gnignera 6, Cangi 6, Fapperdue 6.5 (45′ st Vecchio sv), Modesti 6; Lazzarini 6.5 (44′ st Staffa sv), Mattia 6.5, Carta 6.5 (39′ st Vittori sv); Mignone 7; Morbidelli 7 (41′ st Putrino sv), Abate 7 (18′ st Di Maira 6.5).

A disp.: Montesi, Mastrantonio, Berni, Tiozzo. All.: Schenardi 6.5.

Avellino (4-4-2): Lagomarsini 5.5; Nocerino 5 (12′ st Scarf 5), Morero 5, Dondoni 5, Mithra 4.5 (8′ st Mikhaylovskiy 5); Tribuzzi 5.5, Acampora 5, Buono 5 (21′ st Tompte 5), Parisi 5; Ventre 5 (1′ st Ciotola 5), De Vena 5 (7′ st Mentana 5).

A disp.: Longobardi, Urbanski, Totaro, Sforzini. All.: Graziani 5.5.

Arbitro: Frascaro di Firenze 6. Assistenti: Camoni e Mangoni di Pistoia.

Note: ammoniti al 7′ pt Abate per comportamento non regolamentare, al 32′ pt Mithra, al 2′ st Acampora, al 16′ st Mattia, al 46′ st Morero per gioco scorretto; angoli 4-5.

Rivivi la cronaca testuale del match

Secondo tempo

45’+7 – Termina l’agonia dell’Avellino al “Madami” di Civita Castellana: passa nettamente il Flaminia con Abate, Mattia e Di Maira che hanno messo la loro personale firma sul 3-0 inflitto ai biancoverdi.

45’+5′ – Finirà la partita in dieci uomini il Flaminia per via dell’uscita in barella di Mignone.

45’+3′ – A terra Mignone colpito alla testa da Morero.

45’+1′ – Ammonito Morero che ha rischiato anche il rosso per un fallo a centrocampo.

45′ – E arriva anche l’ultimo cambio: Vecchio sostituisce Fapperdue.

44′ – Continua la girandola di cambi per i padroni di casa: Staffa rileva Lazzarini.

41′ – Terzo cambio per il Flaminia: esce Morbidelli sostituito da Putrino.

39′ – Secondo avvicendamento nel Flaminia: Carta viene sostituito da Vittori.

37′ – Flaminia in totale controllo del gioco e del risultato sul 3-0 che non ammette repliche fino a questo momento.

33′ – Ultimi minuti di agonia per gli uomini di Graziani suonati come pugili all’angolo.

31′ – Partita ormai compromessa dall’Avellino che si avvia ad incassare il secondo k.o. consecutivo in trasferta.

28′ – Eccolo il tris di Di Maira che fulmina Lagomarsini in uscita su un’azione di rimessa. Avellino all’ennesima bambola con una difesa colabrodo. 3-0 Flaminia e game over al “Madami”.

27′ – L’Avellino lancia il pallone in area in maniera frenetica e confusa.

24′ – Tribuzzi ha preso il posto di Buono in mediana con Tompte che è andato sulla destra del tridente.

23′ – Di Maira va via ed entra in area, l’assistenza al centro per Morbidelli pronto per spedire in fondo al sacco da pochi metri ma il pallone gli passa davanti tagliando tutta l’area. L’Avellino rimane a galla.

21′ – Tompte entra al posto di Buono per l’ultimo cambio di Graziani.

21′ – Tribuzzi va al cross da corner, arriva il solito Morero che schiaccia troppo il pallone intercettato dal portiere che non riesce ad evitare l’angolo.

18′ – Primo cambio nel Flaminia: Abate lascia il posto a Di Maira.

16′ – Ammonito Mattia per aver atterrato Tribuzzi sulla fascia.

15′ – I cambi hanno rivoluzionato l’Avellino ora in campo con il 3-4-3: Parisi a destra, Scarf a sinistra e davanti Mentana supportato da Ciotola a sinistra e Tribuzzi a destra.

13′ – Parisi, passato a destra, si inserisce centralmente e poi calcia sul primo palo, Vitali c’è ancora una volta.

12′ – Quarto cambio nell’Avellino: Scarf rileva Nocerino.

12′ – Palla in area dalla destra su calcio da fermo, Mentana la impatta e poi schizza via verso la porta con Vitali che può intervenire e farla sua.

10′ – Lazzarini gira di testa su un cross dalla bandiera, palla che si perde fuori di poco sul palo lungo.

8′ – Esce Mithra, entra Mikhaylovksiy: terzo cambio per i lupi.

7′ – Finisce la partita di De Vena sostituito da Mentana: si complicano ulteriormente i piani dell’Avellino.

5′ – Il Flaminia recupera palla a centrocampo, riparte e poi con Carta arriva alla conclusione dal limite, il sinistro del centrocampista rossoblu termina a lato sul palo vicino.

2′ – Fallo di Acampora che viene ammonito dall’arbitro Frascaro di Firenze.

1′ – Tribuzzi calcia dopo 40 secondi da lontano, Vitali ci arriva e blocca.

1′ – Ciotola sostituisce Ventre: riprende il gioco al “Madami” con il secondo tempo di Flaminia-Avellino.

o’ – Intervallo di profonda riflessione per il Calcio Avellino costretto ad inseguire nella ripresa il Flaminia avanti 2-0. I fantasmi di Fregene riafforano a Civita Castellana e starà a Graziani creare i presupposti per scacciarli con i dovuti accorgimenti tecnici e tattici.

Primo tempo

45’+1′ – Duplice fischio del direttore di gara: Avellino negli spogliatoi sotto di due gol realizzati da Abate e Mattia.

45′ – Ancora Abate ad innescare Morbidelli in area, il sinistro scaricato in porta è parato centralmente da Lagomarsini.

45′ – Primo tempo da incubo dell’Avellino capitolato dinanzi al cinismo degli avversari.

42′ – Raddoppio di Mattia servito a porta sguarnita da Morbidelli assistito a sua volta con un grande lancio dalla sinistra di Abate. Harakiri difensivo dell’Avellino e 2-0 su un piatto d’argento per il Flaminia.

39′ – Prova a scuotersi l’Avellino velocizzando la manovra ma le maglie avversarie sono ben strette e gli spazi sono pochi per la manovra che oggi non ha in Gerbaudo il suo ispiratore.

37′ – Tribuzzi in area per De Vena che calcia in porta, Vitali para ma era già stato sbandierato il fuorigioco dell’attaccante biancoverde.

33′ – Flaminia in vantaggio con Abate che raccoglie la respinta di Lagomarsini sulla punizione di Mattia e fa secco il portiere biancoverde confermandosi bestia nera dei lupi. 1-0 al “Madami”.

32′ – Ammonito Mithra che frana su Lazzarini lanciato in area.

31′ – Ribalta il fronte l’Avellino con Parisi che mette in mezzo una palla tagliata per De Vena, l’attaccante non ci arriva di un soffio con la testa. Botta e risposta al “Madami”.

30′ – Abate dal limite vede l’inserimento di Carta che però non riesce a correggere in rete.

28′ – Cercato spesso Tribuzzi a destra per provare ad innescare qualche minaccia nell’uno contro uno anche se sono sempre pronti i raddoppi da parte degli avversari.

26′ – Erroraccio di Buono che di testa apparecchia per il sinistro di Carta che colpisce malamente spedendo sul fondo.

23′ – Vincono anche Monterosi e Atletico che fanno sentire il loro fiato sul collo dei biancoverdi di Graziani imbrigliati dal Flaminia.

19′ – Il Flaminia ci prova dalla distanza con palla che termina a lato.

15′ – Cross velleitario dalla destra di Nocerino che si perde alto sopra la traversa. L’Avellino fatica a far breccia nel bunker del Flaminia ben messo in campo.

14′ – Ritmi lenti in questo avvio da ambo le parti sull’erba naturale del “Madami” di Civita Castellana.

25′ – Intanto il Trastevere passa in vantaggio contro la Lupa Roma allungando sui lupi in vetta.

7′ – Abate disturba Lagomarsini sul rinvio con palla che termina in rete ma l’arbitro ferma tutto e ammonisce l’attaccante rossoblu. Che rischio per il portiere biancoverde.

4′ – Mischia in area sull’angolo di Acampora, la palla si impenna poi arriva Morero che però da posizione complicata non riesce a dare la forza giusta al pallone con la testa.

2′ – 4-3-1-2 per gli uomini di Schenardi con Mignone a supporto di Abate e Morbidelli.

1′ – Al via il match tra Flaminia e Calcio Avellino con i lupi che tornano in divisa verde, padroni di casa invece in divisa bianca con bande rosse e blu sulla maglietta.

0′ – Circa duecento i tifosi biancoverdi al “Madami” di Civita Castellana.

0′ – C’è grande attesa in casa biancoverde per l’esame di maturità in trasferta a dieci giorni dalla debacle di Fregene.

0′ – La formazione biancoverde è tutto sommato quella annunciata con Ventre che alla fine ha vinto il ballottaggio con Ciotola per il ruolo di vice Sforzini.

0′ – I padroni di casa dovrebbero schierarsi con il 4-4-2: in avanti c’è l’ex di turno fresco di ingaggio Giovanni Abate, già bestia nera dei lupi negli ultimi anni con la maglia del Trapani e oggi alla sua seconda presenza con la maglia rossoblu.

0′ – Il secondo turno infrasettimanale del girone G della Lega Nazionale Dilettanti 2018/2019 mette l’Avellino di fronte allo scoglio Flaminia. Lupi senza i big Matute, Gerbaudo e Sforzini, quest’ultimo in panchina, e allora Graziani ricorre all’impiego di Acampora con Buono in mezzo al campo e di Ventre in avanti con De Vena.