Si arrende anche l’Anzio, l’Avellino è una furia: è primato solitario

Si arrende anche l’Anzio, l’Avellino è una furia: è primato solitario

26 settembre 2018

Anzio, Claudio De Vito – Timido nel primo tempo, devastante nella ripresa. L’Avellino fa la voce grossa a scoppio ritardato sul terreno dell’Anzio con i suoi tenori di lusso Sforzini e De Vena. Una doppietta per il primo, del secondo invece il guizzo mancino che ha scosso la truppa guidata per l’occasione da Macchioni. 3-1 e terza festa di fila per il rullo compressore biancoverde che conosce solo l’esultanza in questo campionato che lo vede svettare in solitario a +2 sul Lanusei grazie alle sconfitte di Vis Artena e Monterosi.

Anzio-Avellino 1-3, tabellino e voti.

Marcatori: 6′ st De Vena, 11′ e 20′ st Sforzini, 34′ st Ludovisi.

Anzio (4-4-2): Rizzaro 5, Di Palma 5.5, Giordani 5.5 (32′ st Lazzarini sv), Visone 5.5, Costanzo 5.5 (10′ st Pirazzi 5.5); Del Prete 5.5 (26′ st Di Magno F. 5.5), Papa 5.5 , Sterpone 6, Di Magno M. 5.5 (3′ st Florio 5.5); Artistico 6, Prandelli 5 (21′ st Ludovisi 6).

A disp.: Bartolelli, Bruno, Arcaleni, Abu Kheit. All.: Volpi 5.5.

Avellino (4-4-2): Lagomarsini 5.5; Nocerino 5.5 (28′ st Patrignani 6), Morero 6, Mikhaylovskiy 6, Parisi 7; Tribuzzi 6.5, Buono 5.5 (1′ st Tompte 5.5), Matute 5.5, Gerbaudo 7 (32′ st Ventre sv); Ciotola 6 (1′ st De Vena 7), Sforzini 7.5 (21′ st Acampora 6).

A disp.: Bruno, Mentana, Urbanski, Dondoni. All.: Macchioni 6.

Arbitro: Catanoso di Reggio Calabria 6. Assistenti: Pedone di Reggio Calabria e Pizzi di Termoli.

Note: ammonito al 26′ pt Nocerino, al 23′ st Mikhaylovskiy per gioco scorretto; angoli 6-3; recuperi 2′ pt e 4′ st.

Rivivi la cronaca testuale del match.

Secondo tempo.

45’+4′ – Finisce senza altre emozioni nell’extratime. L’Avellino liquida la pratica Anzio nel secondo tempo con la doppietta di Sforzini e l’acuto di De Vena. Tardivo lo squillo dei padroni di casa con Ludovisi. I lupi si godono la vetta solitaria con dedica speciale al convalescente mister Graziani.

45′ – Quattro minuti di recupero.

44′ – Ancora Artistico mette i brividi all’Avellino su un piazzato dal limite, la palla aggira la barriera ma Lagomarsini, seppur a fil di palo, la battezza fuori.

40′ – Tompte sguscia via in area all’altezza della linea di fondo, sguardo al portiere e piazzato col piattone destro sulla base del palo esterno. Che chance per il ghanese che manca il 4-1.

38′ – Orgoglio Anzio nel finale con la squadra di Volpi che prova a metter paura all’Avellino.

34′ – Accorcia l’Anzio con Ludovisi che tocca il piazzato di Artistico ingannando Lagomarsini, palla sul palo lungo e 1-3 ad Anzio.

32′ – Ultimo cambio anche per l’Anzio: Lazzarini rileva Giordani.

32′ – Ultimo avvicendamento per l’Avellino: Ventre per Gerbaudo.

28′ – Poker di cambi anche per l’Avellino: Patrignani rileva Nocerino.

26′ – Quarta sostituzione nell’Anzio: Francesco Di Magno entra al posto di Del Prete.

23′ – Ammonito Mikhaylovskiy per gioco falloso.

21′ – Cambio anche nell’Anzio: Ludovisi sostituisce Prandelli.

21′ – Standing ovation per Sforzini che esce tra gli applausi lasciando il posto ad Acampora.

20′ – Tris dell’Avellino! De Vena pescato con un lancio dalle retrovie, la corsa verso la porta poi l’appoggio altruista a Sforzini che a porta vuota non può far altro che depositare in rete il 3-0 del game over!

17′ – L’Avellino ora controlla il risultato e prova a colpire per il tris della definitiva sicurezza per il primato solitario dopo tre giornate.

15′ – Lagomarsini salva su un tocco ravvicinato arrivato sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti: superlativa la risposta sul primo palo del portiere biancoverde che mantiene inalterate le distanze nel punteggio.

13′ – Grande gioia per Sforzini che non segnava praticamente da due anni, 2 ottobre 2016, in Viterbese-Lupa Roma.

11′ – Gol dell’Avellino! E’ Sforzini questa volta a timbrare il cartellino sul corner battuto da Gerbaudo, poi la torre di Morero per la girata del bomber biancoverde che fa 2-0. Uno-due micidiale dell’Avellino ad Anzio!

10′ – Tribuzzi ruba palla a destra, arriva in area ma fa la cosa peggiore con palla salvata dal difensore.

10′ – Seconda sostituzione per i padroni di casa: esce Costanzo, entra Pirazzi.

6′ – Gol dell’Avellino! Subito De Vena che riceve al limite da Tribuzzi, brucia sul primo passo l’avversario e fa secco il portiere sul primo palo col sinistro. Tre centri in tre gare per l’ex Casertana che cambia volto alla gara per l’Avellino. 1-0 lupi!

3′ – Primo cambio nell’Anzio: Florio sostituisce Di Magno.

1′ – Riprende il gioco al “Massimo Bruschini” con due cambi nell’Avellino: Tompte prende il posto di Buono con Gerbaudo che si accentra accanto a Matute, e De Vena rileva Ciotola in avanti.

0′ – Anche De Vena affianca Tompte nelle operazioni di warm-up.

0′ – Tompte si riscalda durante l’intervallo: previsto il suo ingresso nella ripresa, probabilmente nei primi minuti.

0′ – Monterosi e Vis Artena k.o. nelle gare disputate alle 15. Vince il Lanusei che espugna Ladispoli: i sardi sono ora appaiati all’Avellino a quota sette in vetta alla classifica.

Primo tempo.

45’+2′ – Va archivio senza sussulti e nella noia più totale la prima frazione. 0-0 tra Anzio e Avellino al “Massimo Bruschini” con i biancoverdi limitato fortemente nel palleggio dai padroni di casa che di tanto in tanto hanno provato anche ad affacciarsi dalle parti di Lagomarsini. Lupi troppo prevedibili nei primi 45′.

45’+1′ – Punizione dalla sinistra di Gerbaudo per la testa di Mikhaylovskiy che sale in cielo ma spedisce alto da pochi metri.

45′ – Due minuti di recupero.

38′ – Attacca l’Avellino con Morero che premia l’inserimento sulla destra di Tribuzzi, la palla al centro per Gerbaudo che prova il preziosismo volante con il tacco, Visone lo francobolla e mura l’intervento del numero otto biancoverde.

34′ – Tribuzzi va via a destra, guadagna il fondo e crossa al centro dove arrivano sia Sforzini che Gerbaudo, la palla viene rinviata sulla linea, ma c’è fallo in attacco secondo il direttore di gara.

33′ – Troppa confusione e poche idee a centrocampo per l’Avellino sempre in ritardo sulle traiettorie.

29′ – Buon momento per i padroni di casa che ci provano ancora con Artistico, il sinistro a rientrare dal vertice destro dell’area è preda centralmente di Lagomarsini.

28′ – L’Anzio ci prova con Artistico: la punizione da oltre trenta metri col mancino ha la potenza ma è sballata.

26′ – Ammonito Nocerino per aver steso Costanzo dopo aver perso banalmente palla sulla trequarti avversaria.

23′ – Calma piatta nel rettangolo di gioco con la difficoltà della squadra di Macchioni nell’impensierire l’avversario il quale a sua volta ha preso coraggio.

18′ – Ciotola si stacca spesso da Sforzini per andarsi a prendere il pallone.

15′ – Lampo biancoverde con Ciotola che ubriaca di sterzate Di Palma sulla sinistra, l’ingresso in area dalla linea di fondo e poi il servizio a mezza altezza sotto porta con Rizzaro che si rifugia in angolo.

13′ – Spettacolo in tribuna ospiti con i cori e i decibel della Curva Sud. In campo invece poco da segnalare se non un Avellino che fatica ad imporsi.

8′ – E’ giunto con ritardo il tifo organizzato biancoverde che colora il settore ospiti.

4′ – Rognosi i padroni di casa che lottano su ogni pallone dando scarso respiro al gioco degli uomini di Macchioni.

2′ – 4-4-2 per entrambe le formazioni che si provano a prendersi reciprocamente le misure in queste prime battute di gara.

1′ – L’arbitro Catanoso della sezione di Reggio Calabria dà il via alle ostilità qui ad Anzio: lupi in divisa completamente verde, padroni di casa vestiti d’azzurro. 

0′ – Circa quattrocento gli spettatori sugli spalti del “Massimo Bruschini”, metà dei quali di fede biancoverde.

0′ – 3-4-1-2 per l’Anzio che in avanti propone Prandelli e Artistico con Papa a sostegno.

0′ – Non fanno parte della spedizione laziale i vari Pizzella, Scarf, Carbonelli, Totaro e Moreschini impegnati con la Juniores biancoverde che affronta il Rotonda in contemporanea, alle 16. Ancora infortunato Mithra.

0′ – E’ il primo di sette turni infrasettimanali nel girone G della Serie D per l’Avellino impegnato sul campo dell’Anzio per continuare la corsa in vetta alla classifica. Lupi senza mister Graziani, operato questa mattina all’occhio, e guidati dal vice Macchioni che schiera il 4-4-2 con la sorpresa Sforzini. L’ariete ex Viterbese rimpiazza De Vena, non al meglio, e affianca Ciotola per un tandem di ex Uesse 2008/2009. Per il resto formazione annunciata con Buono in mediana e Gerbaudo largo a sinistra. Nocerino rileva Patrignani sulla destra della retroguardia.