Avellino, crisi senza fine: lo Spezia è cinico. Rivivi il live

Avellino, crisi senza fine: lo Spezia è cinico. Rivivi il live

21 dicembre 2017

L’inviato a La Spezia, Claudio De Vito – Nella notte gelida del “Picco” l’Avellino prova a farsi il regalo di Natale contro un avversario assolutamente in forma e proiettato all’aggancio della zona playoff. Biancoverdi in Liguria per muovere la classifica con un passo più lungo rispetto alle ultime sette partite che hanno fruttato sei pareggi ed una sconfitta.

Novellino vara il 4-2-3-1 con D’Angelo a ridosso di Castaldo e Molina e Bidaoui larghi, Paghera in mediana, in difesa si rivedono Migliorini e Pecorini. Lo Spezia invece è quello ampiamente annunciato senza Gilardino in attacco e Maggiore a centrocampo. Dentro Marilungo al fianco di Granoche e Vignali nel rombo con Bolzoni playmaker.

Spezia-Avellino 1-0, il tabellino.

Marcatori: 12′ pt Marilungo.

Spezia (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Vignali (38′ st Capelli), Bolzoni, Pessina; Mastinu (24′ st Ammari); Marilungo (27′ st Forte), Granoche.

A disp.: Bassi, Manfredini, Ceccaroni, Soleri, Augello, Giorgi, Calabresi, Okereke, Acampora. All.: Gallo.

Avellino (4-2-3-1): Radu; Pecorini, Migliorini, Kresic, Marchizza; Paghera (9′ st Ardemagni), Di Tacchio; Molina, D’Angelo (30′ st Moretti), Bidaoui; Castaldo.

A disp.: Iuliano, Lezzerini, Camarà, Gliha, Evangelista, Rizzato. All.: Novellino.

Arbitro: Pezzuto di Lecce. Assistenti: Bresmes di Bergamo e Imperiale di Genova. Quarto uomo: Pinzani di Empoli.

Note: ammoniti 36′ pt Di Tacchio, 26′ st Terzi per gioco scorretto; angoli 4-2; recuperi 0′ pt e 4′ st.

SECONDO TEMPO

45’+4′ – E’ finita a La Spezia: l’Avellino si arrende ad uno Spezia non irresistibile. Marilungo il giustiziere dei lupi che continuano nell’astinenza da vittoria. Notte fonda per i biancoverdi.

45’+1′ – Ammari esplode il destro dal limite deviato in angolo.

45′ – Quattro minuti di recupero.

45′ – Angolo di Molina, torre di Castaldo arriva Migliorini che di testa manda a lato da ottima posizione.

41′ – Avellino in avanti alla disperata ricerca del pareggio.

38′ – Capelli entra al posto di Vignali: un difensore per un centrocampista, Gallo si copre.

33′ – Ammari si accentra ed esplode il destro che finisce abbondantemente alto.

32′ – Imbucata centrale di Vignali per Forte che si butta in scivolata ma non arriva sul pallone che si perde sul fondo.

30′ – Moretti sostituisce D’Angelo.

28′ – Punizione di Di Tacchio dalla sinistra, Ardemagni si avvita di testa, la palla si impenna ma termina di poco sopra la traversa con Di Gennaro battuto.

27′ – Forte sostituisce Marilungo.

26′ – Ammonito Terzi in ritardo su Bidaoui.

25′ – Novellino si mette a specchio: 4-3-1-2 con Molina interno sinistro e Bidaoui trequartista dietro le punte.

24′ – Ammari sostituisce Mastinu.

19′ – Marchizza lancia al limite dove c’è Ardemagni che controlla spalle alla porta e calcia con il sinistro, Di Gennaro controlla la sfera che rotola sul fondo.

18′ – Pecorini riceve da Castaldo, si accentra e calcia con il sinistro deviato, Di Gennaro para.

12′ – L’Avellino è tornato al tradizionale 4-4-2 con due punte di ruolo.

10′ – Lopez al centro per Granoche che non ci arriva controllato comunque da Marchizza.

9′ – Ardemagni sostituisce Paghera.

7′ – Annullato un gol a Castaldo che ha battuto Di Gennaro a tu per tu su lancio di Migliorini dalle retrovie: valutata in fuorigioco la posizione dell’attaccante biancoverde.

3′ – Pecorini al centro per D’Angelo che svetta di testa, il tempo è giusto la potenza no e allora Di Gennaro può intervenire in tuffo. L’Avellino preme.

3′ – Bidauoi cerca il destro a giro in area ma la palla termina docilmente la sua corsa tra le braccia di Di Gennaro.

2′ – Mastinu dal limite con il sinistro sporcato, palla preda di Radu.

1′ – Riprende il gioco al “Picco” con Ardemagni che si è riscaldato durante l’intervallo ed entrerà nei primi minuti della ripresa.

PRIMO TEMPO

45′ – Non c’è recupero ed allora finisce il primo tempo con lo Spezia in vantaggio. Di Marilungo l’acuto che sta decidendo il match. Spezia non trascendentale ma Avellino scarsamente incisivo negli ultimi sedici metri.

44′ – Buon cross tagliato di Marchizza, D’Angelo tocca poi Molina non arriva sul pallone sul secondo palo in spaccata.

42′ – Non rapidissima però nel complesso la manovra dello Spezia ma l’Avellino quando riconquista palla non ha peso offensivo.

41′ – Mastinu si allarga a sinistra per cercare più spazio.

40′ – Ritmo elevato a sinistra dello Spezia che spinge con Walter Lopez spesso al cross dal fondo.

36′ – Fallo di Di Tacchio su Pessina: ammonito il centrocampista biancoverde.

30′ – Sassata di Molina con il sinistro dai 30 metri, la palla sibila l’incrocio.

29′ – Tocco con il braccio di Bolzoni in area sul cross di Bidaoui, Pezzuto lascia proseguire tra le proteste biancoverdi.

27′ – E’ l’Avellino a fare la partita.

25′ – “Sporchi terroni” urla la curva dello Spezia all’indirizzo dei tifosi irpini del settore ospiti.

23′ – L’Avellino prova ad alzare il ritmo. Spezia in controllo della partita ma ha già ridotto il raggio d’azione.

20′ – Bidaoui prova il destro da posizione defilata, palla debole tra le braccia di Di Gennaro sul primo palo.

14′ – Liscio di Migliorini sulla trequarti, palla a Granoche che vede Radu un po’ fuori dai pali e prova a sorprenderlo con un destro che si perde a lato non di molto.

12′ – Spezia in vantaggio con Marilungo: cross dalla sinistra di Pessina per il tocco volante di Marilungo che indirizza il pallone sul palo lontano con deviazione di Kresic in ritardo sull’attaccante spezzino.

10′ – Terreno scivoloso in alcune zone del rettangolo verde, soprattutto sulla fascia destra dell’Avellino.

9′ – Azione avvolgente dell’Avellino, palla a Paghera che dal limite di prima intenzione calcia di poco alto.

6′ – Brivido in area Avellino: Pessina crossa dalla sinistra per Granoche che si avvita di testa in tuffo, palla fuori non di molto.

5′ – Densità per l’Avellino in mezzo al campo con D’Angelo che tra le linee di fatto fa il centrocampista aggiunto.

3′ – Clima gelido al “Picco” con non più di 5mila spettatori sugli spalti, un centinaio dei quali di fede biancoverde.

1′ – Partiti a La Spezia.