L’Avellino cade a La Spezia ma urla contro l’arbitro

L’Avellino cade a La Spezia ma urla contro l’arbitro

11 marzo 2017

Live Alberto Picco, l’inviato Claudio De Vito – Novanta minuti per reagire, novanta minuti per riprendere la cavalcata salvezza arrestata bruscamente. L’Avellino sfida lo Spezia con la nomea di bestia nera dei padroni di casa contestati ma determinati a rialzare la voce in zona playoff.

Novellino lancia Solerio dal primo minuto per sopperire allo spostamento sulla destra di Laverone, sostituto dello squalificato Gonzalez. Out anche Djimsiti con Migliorini al suo posto. D’Angelo, al rientro, gioca largo a sinistra. Di base è un 4-4-1-1 che muterà sicuramente in corso d’opera con i movimenti degli esterni portando ad un 4-3-3 in fase di possesso.

Una novità in difesa, due in mediana e una in avanti per Di Carlo che conferma il 4-3-3. Sulla destra difensiva De Col non recupera e va in panchina con Vignali al suo posto come all’andata. A centrocampo ci sono Maggiore e Djokovic in luogo di Pulzetti e Sciaudone. Attacco affidato al peso specifico di Granoche con Piccolo e Fabbrini, quest’ultimo inserito sulla sinistra al posto di Mastinu.

Spezia-Avellino 2-1, il tabellino

Marcatori: 17′ pt Ardemagni, 25′ pt Djokovic, 24′ st Granoche.

Spezia (4-3-3): Chichizola; Vignali, Valentini N., Terzi, Migliore; Maggiore, Errasti (20′ st Pulzetti), Djokovic; Piccolo (40′ st Datkovic), Granoche, Fabbrini (33′ st Baez).

A disp.: Valentini A., De Col, Ceccaroni, Sciaudone, Signorelli, Mastinu. All.: Di Carlo.

Avellino (4-4-1-1): Radunovic; Laverone, Jidayi, Migliorini, Solerio; Lasik (30′ st Camarà), Moretti (20′ st Omeonga), Paghera, Verde (1′ st Castaldo); D’Angelo; Ardemagni.

A disp.: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Belloni, Bidaoui. All.: Novellino.

Arbitro: Ghersini di Genova. Assistenti: Baccini di Conegliano Veneto e Raspollini di Livorno. Quarto uomo: Giua di Olbia.

Note: ammoniti 10′ pt Errasti, 23′ pt Lasik, 18′ st D’Angelo per gioco scorretto, 27′ st Djokovic, 27′ st Ardemagni, 49′ st Jidayi per comportamento non regolamentare; angoli 6-2; recuperi 0′ pt e 6′ st.

Le formazioni ufficiali di  Spezia (4-3-3) e Avellino (4-4-1-1):

A disp. per lo Spezia: Valentini A., De Col, Ceccaroni, Sciaudone, Signorelli, Baez, Datkovic, Mastinu, Pulzetti. All.: Di Carlo.

A disp. per l’Avellino: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Castaldo, Belloni, Omeonga, Bidaoui, Camarà. All.: Novellino.

Arbitro: Ghersini di Genova. Assistenti: Baccini di Conegliano Veneto e Raspollini di Livorno. Quarto uomo: Giua di Olbia. 

LIVE – LA PARTITA IN TEMPO REALE

Stadio Alberto Picco, 11 marzo 2017 - 30^ giornata Serie B
Spezia
2
Avellino
1
1'
Partiti al "Picco"!
5'
Migliorini di testa su cross da punizione di Verde, la palla sfiora di poco il palo lontano
11'
Lupi con il 4-2-3-1: D'Angelo agisce centralmente nel trio alle spalle di Ardemagni
11'
Fabbrini si accentra e calcia dal limite, Radunovic in due tempi para a terri
12'
Lupi con personalità in questo avvio. Partita in ogni caso giocata a viso aperto da entrambe le squadre
15'
Verde e D'Angelo si scambiano la posizione con il fantasista ora alle spalle di Ardemagni
17'
Ardemagni! Avellino avanti!
18'
Punizione battuta a sorpresa dall'Avellino con D'Angelo che va sul fondo e mette al centro un pallone morbido che Ardemagni schiaccia in porta. 1-0 lupi, nona marcatura e gol dell'ex per Ardemagni
20'
Spezia sorpreso e costretto a giocare in un clima di scetticismo generale con fischi e mugugni a sottolineare ogni minimo errore
23'
Ammonito Lasik per un gallo su Errasti: lo slovacco, diffidato, salterà il Novara
25'
Pareggio dello Spezia con Granoche
26'
Tiro innocuo di Djokovic dalla distanza, papera di Radunovic con la palla che assume una traiettoria lenta, Radunovic prova a salvare sulla linea ma arriva come un falco Granoche che impatta il risultato
27'
Botta e risposta al "Picco" con i due bomber protagonisti: Ardemagni e Granoche, entrambi ex Modena
27'
Spezia sulle ali dell'entusiasmo: break di Piccolo che arriva al limite e calcia col destro, tiro potente ma Radunovic questa volta c'è e para in due tempi
30'
Fischiatissimo Ardemagni ad ogni tocco di palla, ancor di più dopo il gol che ha momentaneamente illuso l'Avellino
31'
Miracolo di Radunovic con un colpo di reni a togliere il pallone sotto la traversa incornato da Valentini su angolo di Fabbrini
32'
Ancora duello Radunovic-Valentini con l'argentino che calcia potente col sinistro, il portiere biancoverde fa muro e respinge. Spezia arrembante, lupi sulla difensiva
38'
L'Avellino non riesce più ad organizzare la manovra complice la maggiore aggressività dello Spezia rinfrancato dal pari
41'
Ritmi decisamente calati adesso con le due squadre che cercano di attuare un possesso ragionato
43'
Caparbio D'Angelo a sinistra, va sul fondo e centra ancora per Ardemagni che colpisce con una volè ma sulla traiettoria c'è Terzi. Buona chance Avellino
45'
Va in archivio il primo tempo sul punteggio di 1-1 in virtù del botta e risposta in pochi minuti tra Ardemagni e Granoche. Tutto sommato l'Avellino ha tenuto bene in campo pagando una topica di Radunovic
45'
Intevallo di Spezia-Avellino con i dati relativi alle presenze sugli spalti del "Picco": 1495 paganti per un incasso di oltre 10000 euro. 7500 circa in totale gli spettatori
45'
Il gol dello Spezia potrebbe essere assegnato a Djokovic, autore del tiro intercettato in malomodo da Radunovic prima della correzione di Granoche forse già al di là della linea di porta
46'
Castaldo sostituisce Verde
46'
Si riparte al "Picco" sul risultato di 1-1 tra Spezia e Avellino
46'
4-4-2 puro con due attaccanti di peso per l'Avellino
47'
Piccolo va al cross testo dal fondo, Fabbrini impatta al volo ma trova da pochi metri la respinta provvidenziale di Laverone. Spezia subito pericoloso
48'
Tifosi del Bologna nel settore ospiti insieme a quelli dell'Avellino. Tra i supporters rossoblu e quelli spezzini esiste una forte rivalità sfociata anche in incidenti qualche tempo fa
51'
Partita ora molto combattuta a centrocampo con le due squadre che cercano di prevalere l'una sull'altra
57'
Punizione di Piccolo dal limite di un soffio alta
59'
Tocco con la mano di Valentini in area di rigore su cross di Laverone. L'arbitro non assegna la massima punizione: braccio largo, il rigore ci stava tutto
62'
Numero di Fabbrini che si gira e punta l'area, il sinistro però si alza sopra la traversa
63'
Ammonito D'Angelo per un fallo a centrocampo su Errasti
63'
Fiammata Spezia con Djokovic che va sul fondo e crossa sottomisura per Granoche che non ci arriva in spaccata
65'
Omeonga sostituisce Moretti
65'
Errasti sostituisce Pulzetti
66'
Lasik con il destro dal limite sul primo palo, palla fuori di un nulla
67'
Ottima ripartenza dell'Avellino che va con Castaldo a sinistra, il cross in area per Ardemagni il cui colpo di testa è troppo debole e centrale
69'
Vantaggio Spezia ancora con Granoche
69'
Imbucata di Piccolo dalla destra per Granoche che tutto solo indisturbato può trafiggere Radunovic
71'
Avellino punito da un'altra disattenzione, questa volta di reparto, quello difensivo che ha lasciato Granoche libero di colpire per l'undicesima volta in questo campionato
72'
Ammonito Djokovic per proteste
74'
Il primo gol dello Spezia è stato assegnato a Djokovic in via ufficiale
75'
Camarà sostituisce Lasik
76'
Angolo di Paghera per Ardemagni che con la spizzata manda la palla di poco a lato sul palo lontano
78'
Baez sostituisce Fabbrini
82'
Lupi alla ricerca del pari in questo finale
84'
Due episodi in area spezzina contestati dall'Avellino con Castaldo e Camarà che sono andati giù. Almeno un rigore poteva starci
85'
Datkovic sostituisce Piccolo
86'
L'Avellino urla a La Spezia per la mancata concessione di due calci di rigore solari
89'
Imbucata di Omeonga in area per D'Angelo che ci arriva con la testa, pallone alto di poco. L'Avellino meriterebbe il pari
90'
Cinque minuti di recupero
90'
+3', Pulzetti manca il tris a botta sicura: palla che si alza di un nulla
90'
+6', finisce 2-1 per lo Spezia con l'Avellino che non ha affatto demeritato anche alla luce di almeno due rigori non concessi. Sconfitta che farà discutere per la direzione di gara ma anche per le due ingenuità costate care ai lupi. Per l'Avellino si tratta della prima sconfitta a La Spezia