Litiga con la figlia e la minaccia brandendo il fucile da caccia, denunciato

Litiga con la figlia e la minaccia brandendo il fucile da caccia, denunciato

25 novembre 2016

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un residente di Cervinara ritenuto responsabile di minaccia aggravata.

L’uomo, un pensionato 75enne, dopo l’ennesimo litigio con la figlia non convivente, in preda ad un attacco d’ira, ha ben pensato di brandire il proprio fucile da caccia, legalmente detenuto, e puntarlo contro la figlia che, terrorizzata e scioccata dal comportamento del padre, si allontanava allertando immediatamente i Carabinieri della locale Stazione.

Alla luce della denuncia sporta dalla ragazza e dalle indagini immediatamente esperite, i militari si portavano prontamente presso l’abitazione del pensionato e provvedevano al sequestro l’arma legalmente detenuta.

Per l’anziano scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, in quanto ritenuto responsabile del reato di minaccia aggravata.