Licenziamenti a Villa dei Pini, scatta lo stato di agitazione

Licenziamenti a Villa dei Pini, scatta lo stato di agitazione

11 giugno 2018

Stato di agitazione del personale della Casa di Cura Villa dei Pini. La decisione è emersa dall’assemblea dei lavoratori che puntano il dito contro “la procedura di licenziamento collettivo per riduzione del personale di 27 unità”.

I dipendenti protestano in particolare per “il ritardo nel pagamento degli stipendi del mese di maggio”.

Le organizzazioni sindacali ritengono che “le reali motivazioni dei licenziamenti non siano da rilevare nella tempistica e nelle linee guida espresse dal DCA 11/2018, bensì nella mancanta capacità/volontà da parte della Casa di Cura di effettuare i necessari (peraltro non ingenti) investimenti e di garantire i tempi di realizzazione, in particolare del setting assistenziale relativo al recupero e riabilitazione funzionale lungodegenza”.

Dopo la proclamazione dello stato di agitazione, in piena sintonia con i lavoratori, le segreterie di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fp e Ugl chiedono “l’immediato ritiro della procedura di licenziamento ed il pagamwnto entro 48 ore della retribuzione del mese di maggio”.