L’Fca di Pratola Serra produrrà motori per la Sevel, Spera informa i lavoratori

L’Fca di Pratola Serra produrrà motori per la Sevel, Spera informa i lavoratori

8 luglio 2019

Renato Spiniello – Oltre 150mila motori diesel per Sevel, dal 2021 in poi, saranno dirottati dalla Cnh Industrial di Foggia all’Fca di Pratola Serra.

Una notizia che riempie d’ottimismo i sindacati di categoria, in particolare l’Ugl Metalmeccanici, il cui segretario generale nazionale, Antonio Spera, insieme al segretario provinciale Ettore Iacovacci e al segretario dell’Unione Territoriale di Avellino Costantinos Vassiliadis, ha incontrato in Assemblea i lavoratori per spiegare loro cosa accadrà nei prossimi mesi.

“Innanzitutto noi conoscevamo da tempo l’operazione motori da Foggia – spiega Spera – ma non l’abbiamo pubblicizzata perché era giusto aspettare l’ufficialità, ora che è arrivata diciamo che in questi mesi all’Fca di Pratola Serra si è fatto tanto allarmismo, in realtà la Fiat punta su questo stabilimento. Di sicuro per i lavoratori è un punto di partenza, non di arrivo”.

I prossimi step in vista della nuova produzione che, come detto, partirà dal 2021, saranno la convocazione di un tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico e quindi la richiesta di proroga di un altro anno di cassa integrazione, che partirà a ottobre 2019 fino a ottobre 2020. “Inoltre – aggiunge il sindacalista – potrebbe bollire qualcos’altro in pentola per Pratola Serra: a partire dal diesel a bassissimo impatto ambientale, per passare all’ibrido e all’elettrico”.