Lettera anonima chiede dimissioni La Verde, ma lui resta assessore

7 novembre 2013

Stefano La Verde ritorna sui suoi passi. Il vice-sindaco nella giornata di ieri aveva rimesso nelle mani del sindaco la delega ai servizi sociali, ma in seguito ad un incontro chiarificatorio con Paolo Foti e i dirigenti, lo strappo è stato ricucito. “Ho assessorati che devono affrontare problematiche serie. Nel momento in cui sono impossibilitato a lavorare pongo dei paletti – ha dichiarato La Verde -”. Paletti che gli sono stati garantiti, dal momento che l’assessore è ritornato a rivestire il suo ruolo a pieno titolo, già dalla riunione di stamane, nell’assemblea dei sindaci del Piano di Zona A 4. “Sull’ambito A4, il Comune non ha alcun interesse, abbiamo intenzione di agire esclusivamente in termini di politiche sociali – ha ribadito”.
Foti ha tenuto a sottolineare che La Verde non si è mai dimesso, è stata quindi una semplice discrasia tra opinioni divergenti. La Verde torna a lavoro e non si cura neanche della lettera anonima pervenuta a tutti gli organi di informazione dalla casella di posta irpinianotizie@gmail.com, a firma dei sindaci del Piano di Zona, in cui si chiedeva a Foti di accettare le dimissioni dell’assessore per la poca dimestichezza dimostrata da quest’ultimo. Tuttavia i sindaci hanno smentito che dietro questa missiva ci fosse la loro volontà e si sono del tutto dichiarati estranei alla vicenda.