La Lega rinvia il calendario. Avellino, il Tar ha più tempo

La Lega rinvia il calendario. Avellino, il Tar ha più tempo

3 agosto 2018

Lo slittamento della presentazione del calendario di Serie B era nell’aria ma al termine del Consiglio Direttivo di oggi è diventato realtà. Il 6 agosto non ci sarà alcuna cerimonia di varo a Cosenza con tanto di  ringraziamento ufficiale alla città e alla macchina organizzativa per la pazienza e la disponibilità mostrate. Tutto rinviato perché manca la comunicazione federale della ventesima squadra in organico. Venti perché i ripescaggi di Novara e Catania non sono ufficiali per via della causa portata  al Coni da Figc e altri club sulla questione criteri di ripescaggio.

Pronta però la replica da via Allegri con tanto di auspicata presa di posizione ufficiale sul blocco dei ripescaggi: “la Federazione Italiana Giuoco Calcio, in relazione al Comunicato Stampa diramato oggi dalla Lega B, rende noto che ha più volte rappresentato alla medesima Lega come le disposizioni federali non consentono il mutamento del format del campionato da 22 a 20 squadre dalla corrente stagione sportiva. La modifica del format può entrare in vigore, infatti, dalla seconda stagione sportiva successiva alla sua adozione. In data odierna, la FIGC ha ribadito tale comunicazione alla Lega B, invitandola nuovamente a trasmettere le certificazioni di sua competenza, necessarie ad esaminare le domande per l’integrazione dell’organico a 22 squadre”.

Insomma è il caos in B dove i diritti televisivi sono stati assegnati e il title sponsor deciso da tempo. Difficile ipotizzare una nuova data per la stesura del calendario, che a questo punto potrebbe anche essere individuata dopo Ferragosto per via dei ricorsi pendenti davanti al Collegio di Garanzia del Coni. Per l’Avellino cambia qualcosa visto che il Tar Lazio non dovrà più pronunciarsi entro lunedì sulla richiesta di sospensiva utile a congelare il provvedimento Figc di esclusione dal campionato. Il decreto con rito abbreviato potrebbe comunque arrivare ad horas. Sono ore di attesa con il fiato sospeso. Un responso positivo del Tar riammetterebbe l’Avellino con riserva.