Lega, Di Vito: “Da troppo tempo ad Avellino attendiamo il rilancio”

Lega, Di Vito: “Da troppo tempo ad Avellino attendiamo il rilancio”

27 maggio 2018

La nota del dott. Gianclaudio Di Vito, segretario cittadino del Movimento Nazionale per la Sovranità e candidato alla carica di consigliere comunale nella lista della LEGA.

Sono diversi anni che sento dire a chi fino ad oggi ha amministrato la nostra Città che saranno attuati dei provvedimenti per limitare i disagi causati dalle opere pubbliche e che le stesse – una volta terminate – potranno contribuire ad un rilancio economico e sociale.

Ebbene questo rilancio lo abbiamo atteso oramai da troppo tempo.

I lavori perdurano da diversi anni e per tutti i cantieri invasivi del centro città non è stato adottato alcun accorgimento. Ciò è chiaro a tutti ed ha causato seri problemi a tutti i residenti del centro e seri danni economici a tutte le attività commerciali presenti nelle zone interessate dai lavori.

La notevole dilatazione dei tempi di esecuzione ed ultimazione dei lavori ha letteralmente messo in ginocchio le attività commerciali e portato all’esasperazione i residenti.

A tali disagi non è corrisposta una maggiore attenzione al problema da parte dell’Amministrazione comunale che incurante delle necessità e delle esigenze dei cittadini, ha continuato imperterrita a sperperare fondi pubblici per opere in gran parte inutili che molto probabilmente – di questo passo – non vedranno mai una fine.

Le cose non vanno meglio in periferia. In questi giorni di campagna elettorale ho avuto modo di visitare Contrada Bosco dei Preti.

Ebbene c’è solo da complimentarsi con queste persone per la pazienza e la civiltà con la quale, da onesti cittadini e contribuenti, continuano a pagare i tributi e ad esporre altrettanto civilmente il loro profondo disagio.

Una zona periferica completamente abbandonata a sé stessa nella quale gli abitanti sono completamente isolati. Chi non può permettersi un SUV o un trattore è fuori dai giochi. Non ha alcuna possibilità di lasciare la propria abitazione.

Strade dissestate preda delle intemperie e dell’incuria, degne dei più ostili percorsi di guerra; con la pioggia, al bordo delle strade si formano impetuosi torrenti d’acqua mentre nel bel mezzo del fondo stradale si aprono delle voragini che formano dei veri e propri stagni. Altro che insidie e trabocchetti, i veicoli rischiano di sprofondare!

Tutto ciò si verifica anche nei pressi delle abitazioni e ciò crea disagio ed ostacolo agli abitanti di questa zona, anche semplicemente per il loro quotidiano rientro a casa (specie nelle ore serali o notturne) e ne compromette seriamente la loro sicurezza.

Diverse persone anziane abitano in questa Contrada dimenticata da tutti. In che modo è garantita l’assistenza a queste persone?

Non voglio neanche immaginare che cosa possa succedere in caso di neve ed intemperie o, ancor peggio, in caso di emergenza! In che modo si garantisce a queste persone l’arrivo dei soccorsi?

Insomma gli sfortunati residenti, che sottolineo ancora una volta sono anche “contribuenti” del Comune di Avellino, sono letteralmente prigionieri nelle loro case.

Come se non bastasse, la zona è sommersa da rifiuti di ogni genere e per la grave incuria nella quale vive da diversi anni è stata trasformata in una vera e propria discarica di materiali di risulta e scarti di cantiere. Rifiuti di ogni genere sversati da persone senza scrupoli nella campagna e finanche a ridosso delle abitazioni.

Gli abitanti del posto che ho avuto il piacere di conoscere in questi giorni, mi hanno riferito di aver più volte segnalato i loro gravi disagi alle autorità competenti, ma le loro lamentele non hanno trovato alcun riscontro. E’ necessario un intervento immediato del quale mi impegno a farmi promotore.

Se gli avellinesi ci daranno fiducia ci aspetta davvero un duro lavoro. Un compito che a mio parere saremo in grado di svolgere degnamente solo attraverso una collaborazione attiva con i cittadini di ogni zona della Città. Dovremo impegnarci per essere un’amministrazione quanto più possibile presente e vicina alla gente. Se dovessi essere eletto proporrò una Commissione apposita, destinata a ricevere periodicamente i rappresentanti delle diverse zone della città per ascoltare e capire i loro problemi, ponendo attenzione alle loro necessità. Dobbiamo essere l’Amministrazione comunale degli avellinesi PER GLI AVELLINESI!