Le sardine d’Irpinia dicono no a Casapound

Le sardine d’Irpinia dicono no a Casapound

10 dicembre 2019

Le sardine d’Irpinia si dissociano con fermezza dalle dichiarazioni rilasciate da uno dei promotori di Roma in merito all’apertura della piazza a Casapound. “Ribadiamo – scrivono in una nota – che il movimento delle sardine nasce in difesa dei valori e dei principi costituzionali, in primis quello dell’antifascismo. A nome del movimento irpino riteniamo doveroso affermare che la presenza di Casapound in piazza non è affatto gradita. Rimaniamo aperti al dialogo e al confronto con chi condivide i valori di uguaglianza, solidarietà e antirazzismo, ma non possiamo accettare la partecipazione di chi del fascismo e dell’autoritarismo fa la propria bandiera. Non possiamo permettere che la spontaneità del movimento si trasformi in confusione di contenuti e ideali e chiediamo a tutte le sardine della nostra provincia di rimanere unite, senza lasciarsi influenzare da strumentalizzazioni e provocazioni meditate o inconsapevoli”.

“Ci vediamo il 14 in piazza San Giovanni e presto anche in Alta Irpinia in un’assemblea aperta a chi condivide i nostri ideali e il nostro obiettivo: quello di rendere l’irpinia un posto migliore”.