Le dimensioni in amore…contano per la donna

10 febbraio 2013

L’eterna querelle attorno all’importanza delle dimensioni del pene si arricchisce di un nuovo capitolo. Questa volta lo studio che si è occupato del tema arriva dalla Scozia, dove lo psicologo Stuart Brody ha condotto uno studio ad hoc per cercare di dare una sua risposta al problema. L’indagine, appena pubblicata sull’autorevole rivista scientifica “Journal of Sexual Medicine”, fa segnare un punto a favore di chi sostiene che sì, le dimensioni del pene contano eccome per la donna.
Lo studio
Le donne che hanno frequenti orgasmi vaginali raggiungono il piacere con un pene di dimensioni più larghe, smentendo la vulgata secondo cui non contano le misure, ma l’uso che se ne fa. Brody, docente presso la West of Scotland University, ha intervistato un campione di 323 studentesse sulla tipologia dei loro rapporti sessuali, soffermandosi in particolare su quanto le dimensioni del pene del partner avessero inciso sulla qualità dell’attività sessuale e sul raggiungimento del piacere.
Ne è emerso che le studentesse con una maggiore quantità di orgasmi erano quelle che avevano avuto rapporti con peni di grosse dimensioni.
I risultati
Secondo Brody lo studio evidenzia la maggiore capacità da parte dei peni più grandi di stimolare l’intera zona della vagina e della cervice.
Nonostante la scientificità della ricerca, comprovata dalla pubblicazione su una delle più importanti riviste specialistiche del settore, molti sessuologi ne contestano sia la metodologia utilizzata che i risultati. Secondo alcuni, lo studio di Brody rischia di condizionare negativamente i giovani, che non si sentono troppo soddisfatti delle loro dimensioni.