L’azienda non revoca i licenziamenti, è sciopero a “Villa dei Pini”

L’azienda non revoca i licenziamenti, è sciopero a “Villa dei Pini”

22 giugno 2018

Villa dei Pini, l’azienda non ritira i licenziamenti: scatta lo sciopero. Fumata nera dall’incontro convocato dal Prefetto di Avellino a seguito dello stato di agitazione del personale della Casa di Cura Villa dei Pini. Presenti al tavolo, oltre all’Amministratore della Casa di Cura, i rappresentanti Sindacali e i responsabili per la psichiatria dell’Asl.

Il prefetto Tirone ha invitato la proprietà a sospendere la procedura di licenziamento ed a formulare una riduzione temporanea dell’orario di lavoro del personale, sollecitando anche l’attivazione in tempi brevi dei 48 posti letto per la riabilitazione multidisciplinare.

Una proposta non raccolta fino in fondo, in quanto l’azienda ha deciso di prorogare la sospensione dei licenziamenti in attesa di vagliare le proposte giunte dal tavolo di discussione. Il sindacato, preso atto della mancata revoca dei licenziamenti, ha concordato una giornata di sciopero del personale dipendente.

La Uil Fpl, presente al tavolo con i suoi dirigenti provinciali Antonio Spagnuolo e Assunta Iavarone, nel registrare lo sblocco dei pagamenti da parte dell’Aslalla Casa di Cura, con il conseguente pagamento degli stipendi arretrati, “auspica la revoca della procedura di licenziamento e sollecita la proprietà all’attivazione dei 48 posti letto della riabilitazione multidisciplinare”.