Lavoro irregolare, controlli a tappeto: scatta un’altra maxi sanzione

Lavoro irregolare, controlli a tappeto: scatta un’altra maxi sanzione

9 ottobre 2019

Santo Stefano del Sole – I Carabinieri della Compagnia di Avellino, nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale di Avellino finalizzati al contrasto del lavoro irregolare e alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, hanno proceduto ad ispezionare svariate attività, riscontrando che la maggior parte di esse rispettano le normative vigenti.

In particolare, all’esito delle verifiche eseguite dai Carabinieri della Stazione di Salza Irpina, che hanno operato unitamente a personale dell’Ispettorato del Lavoro di Avellino, è stato segnalato alla competente Autorità il titolare di un’attività commerciale, di origini asiatiche, ritenuto responsabile di avere alle proprie dipendenze un lavoratore “in nero”.

Alla luce di quanto accertato, oltre alla “maxi-sanzione per il lavoro irregolare”, è scattata la proposta di sospensione per l’attività, in quanto ha impiegato lavoratori privi di regolare assunzione in misura superiore alla soglia del venti percento del totale delle rispettive maestranze fissata dalla normativa vigente.

Tali controlli, tesi a garantire rispetto della legalità sui luoghi di lavoro, ancora troppo sovente scenari di incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto di normative e procedure di sicurezza, proseguiranno anche nei prossimi giorni nell’intera provincia.