Lavoro e sviluppo: gli assessori del Sud si confrontano

31 Marzo 2006

Un Mezzogiorno che viva come priorità una ripresa occupazionale e una politica di sviluppo economico fondato sulla qualità degli investimenti. È lo spunto da cui gli assessori provinciali del Sud (Lo Conte Avellino, Sisto Bari, Forgione Benevento, Floris Cagliari, Dilani Caserta, Grandinetti Catanzaro, Laudadio Cosenza, Belcastro Crotone, Bitondo Matera, Riccio Napoli, Gargano Palermo, Salvatore Potenza, Cariello Salerno, Quaranta Taranto) sono partiti nel corso del convegno ‘Sud al lavoro per il lavoro al Sud’.
Un progetto di riforma che dovrebbe prevedere il passaggio definitivo alle Province dell’offerta formativa attenendo in questo modo un maggiore collegamento tra il momento formativo e le richieste dei territori, potenziando le opportunità di crescita professionale, attraverso il diritto ad una formazione permanente. Un segnale di innovazione rispetto ai cambiamenti del mercato del lavoro che andrebbe raccolto non solo rispondendo alle esigenze dei giovani disoccupati ma anche di coloro che si trovano fuori dal mondo occupazionale. Una riforma degli ammortizzatori sociali potrebbe essere completata dall’introduzione dei Centri per l’Impiego in un sistema che va profondamente innovato.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<