L’Avellino è vivo. E ora Italpol avanza verso il closing

L’Avellino è vivo. E ora Italpol avanza verso il closing

10 aprile 2018

di Claudio De Vito – L’Avellino lancia inequivocabili segnali di vita sul campo con super Castaldo dando il via nel migliore dei modi ad una settimana decisiva su più fronti. Quello della salvezza vivrà un’altra tappa settimanale a Chiavari, sabato contro la Virtus Entella in uno scontro diretto per non retrocedere ad alta tensione.

Prima però il club biancoverde è atteso a Roma dal processo d’appello per il caso Catanzaro in programma mercoledì con udienza fissata alle 15. La giustizia sportiva dovrebbe pronunciare la parola fine entro i due gradi endofederali con la sentenza della Corte Federale d’Appello attesa già in serata o al massimo giovedì mattina. Regna l’ottimismo in casa Avellino dove si è convinti di ribadire il risultato ottenuto davanti al Tribunale Federale Nazionale.

Insomma ci sarebbero tutti i presupposti affinché l’Avellino esca pulito dalla vicenda processuale scaturita dalla presunta tentata combine della gara del 2013. Sulla base di ciò e dell’acuto in campionato da parte degli uomini di Claudio Foscarini, Italpol avanza verso il closing per l’acquisizione della maggioranza delle quote societarie.

La famiglia Gravina attendeva il successo sul Perugia per muoversi con decisione in vista della definizione dell’operazione con Walter Taccone. E con il caso Catanzaro ritenuto quasi una formalità in appello, c’è già la data dell’atto finale. Venerdì il giorno buono per il closing, ma non è escluso che già giovedì possa celebrarsi un matrimonio ventilato da diverse settimane.