L’autografo sulla tuta di lavoro, i selfie e la riserva di Fiano 2017: il dietro le quinte del Conte’s day

L’autografo sulla tuta di lavoro, i selfie e la riserva di Fiano 2017: il dietro le quinte del Conte’s day

15 ottobre 2019

Alpi – Non potevano mancare le eccellenze enogastronomiche made in Irpinia nel tour in provincia di Avellino del Presidente del Consiglio dei Ministri. Giuseppe Conte non ha avuto soltanto modo di “assaggiare” ricchezze come il Conservatorio di Avellino. Nei suoi vari spostamenti, all’Altergon e all’Ema, nel pomeriggio, ha avuto modo di gustare varie prelibatezze, come il provolone podolico, il pecorino di Carmasciano, il baccalà ed il peperone crusco. Tutto accompagnato da un Taurasi delle cantine Fiorentino.

Grande accoglienza, come detto, anche alla Omi di Vallata, dove il Premier ha autografato una tuta di lavoro dell’azienda.

Tra selfie, sorrisi e strette di mano, l’imprenditrice Maura Sarno, titolare della cantina “Tenuta Sarno 1860”, ha voluto fare un omaggio, molto gradito, a Giuseppe Conte: una bottiglia magnum di Riserva di Fiano annata 2017, premiato come uno dei migliori vini d’Italia dalla guida “Bibenda”.