Larizza (Psi): “Classe dirigente non ha preservato Irisbus”

8 febbraio 2013

Larizza, candidato al Senato in Campania con il PSI, nel corso del suo tour elettorale è ritornato ad Avellino, dove ha incontrato lavoratori e dirigenti sindacali con cui ha affrontato problemi e prospettive che vanno rimessi all’ ordine del giorno nell’agenda politica del prossimo governo. “L’Irpinia, insieme ad altri territori della Regione Campania, rappresenta le contraddizioni e gli errori della cattiva amministrazione che ha depredato e distrutto interi sistemi produttivi, un tempo riconosciuti come fulcri di qualificazione e di eccellenza e che oggi, invece, rientrano tristemente nelle aree di crisi, è quanto ha affermato Larizza. Tutto questo ha portato conseguenze onerose alle famiglie e alla comunita’ bloccando di fatto la crescita di quest’area. Il disinteresse di una classe dirigente che non è riuscita a preservare produzioni di eccellenza come Irisbus, che assicurano da anni la qualità dei servizi di trasporto in tutto il Paese, sono il segnale di una inderogabile necessità di cambiare passo, assicurando ed affidando la prospettiva in mani attendibili ed affidabili. La storia di sindacalista, di uomo del Sud, riformista e socialista sono la migliore garanzia che si poteva mettere a disposizione del Paese e del centro sinistra, che nei prossimi giorni dovrà necessariamente porre maggiori attenzioni alla pluralità della coalizione, senza ricomporla mediaticamente ad un asfittico accordo con SEL e centro democratico, anche perchè da soli non potranno recuperare quello spirito riformista indispensabile per la vittoria finale”.