L’Air trova il suo lungo: Uros Slokar ad un passo da Avellino

30 luglio 2008

Il colpo non è ancora ufficiale ma salvo complicazioni dell’ultimissimo momento Uros Slokar vestirà la maglia dell’Air Scandone Avellino per i prossimi due anni. Il nazionale sloveno, vincitore di Coppa Italia e Scudetto con la Benetton Treviso, tornerà dunque con tutta probabilità in Italia dopo l’esperienza in Nba nei Toronto Raptors, dove ha giocato in compagnia dei suoi amici Andrea Bargnani e George Garbajosa, e in Russia con la maglia della Dynamo Mosca. Slokar, un classe ’83 di primissimo livello, corrisponde appieno all’identikit tracciato da Markovski. Inoltre, una delle caratteristiche più importanti del nativo di Lubiana è il suo essere abbastanza altruista e poco accentratore di gioco pur riuscendo ad essere pericoloso da più punti del campo. Caratteristiche che lo rendono, almeno sulla carta, adatto a giocare al fianco di Williams senza togliere troppo spazio e ‘palloni’ al talento offensivo di ‘prime donne’ come Slay e Warren. Se effettivamente, come al 90% dovrebbe essere, Slokar sarà un giocatore dell’Air gli irpini ad oggi si ritroverebbero con un quartetto di stelle luminosissime su cui far affidamento. Markovski, seguendo sempre la linea della mediazione e del basso profilo, fino ad ora ha allestito un team pieno zeppo di talento individuale ma senza ‘doppioni’ che possano pestarsi i piedi. Dall’altro lato, tutti i cestisti (fatta eccezione per Williams) possono ricoprire due ruoli senza eccessivo sforzo, donando all’Air una naturale capacità di cambiare in corsa e modificare le proprie soluzioni in attacco. Continuando di questo passo (e con un cospicuo ‘gruzzoletto’ da investire su un playmaker da Eurolega sempre a disposizione…) la squadra che verrà avrà tutte le carte in regola per poter provare a ripetere le imprese dello scorso campionato, provando a non ridurre la sua presenza tra le big del vecchio continente ad una mera ‘comparsata’. Insomma, a Piazza Libertà, pur se con discrezione e con il massimo riserbo, stanno lavorando con impegno e dedizione per consolidare una realtà sportiva e sociale ai più alti livelli possibili.
Slokar o meno, questa è un’Air che farà sognare ad occhi aperti.