Ladro ripreso dalle stesse telecamere che aveva rubato: nei guai 30enne di Salerno

Ladro ripreso dalle stesse telecamere che aveva rubato: nei guai 30enne di Salerno

8 marzo 2018

Un trentenne di Salerno, già noto alle forze dell’ordine, è stato identificato e denunciato dai carabinieri a seguito di un furto messo a segno all’interno della struttura di recupero per tossicodipendenti del capoluogo irpino.

Il giovane, che era stato anche ospite del centro, ha agito martedì sera. Dopo aver scavalcato la recensione e danneggiato una finestra del piano terra, il trentenne è entrato nell’edificio ed ha rubato quattro costose telecamere, smontandole dal sistema di videosorveglianza che ha immortalato sull’hard disk remoto l’azione dilettuosa.

Il ladro ha poi forzato varie porte chiuse a chiave e rovistato in alcuni uffici nell’intento di asportare altri componenti del sistema che, oltre a renderne più difficoltosa la sua identificazione, se immessi sul mercato, gli avrebbero fruttato un ragguardevole profitto. 

L’attività d’indagine sviluppata dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Avellino, prende spunto dalla denuncia di furto sporta da personale della struttura: le immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza e l’analisi degli elementi raccolti in sede di sopralluogo, hanno permesso agli investigatori di identificare il responsabile del furto.

Condotto in Caserma e posto di fronte alle evidenze raccolte, allo stesso non restava altro che ammettere le proprie responsabilità, indicando nel contempo il luogo ove aveva nascosto le quattro telecamere rubate che, recuperate, sono state restituite all’avente diritto.

Per il trentenne è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, ritenuto responsabile dei reati di danneggiamento e furto aggravato.