Laceno, la replica del sindaco Nigro: “Non è stato il Comune a chiudere gli impianti”

Laceno, la replica del sindaco Nigro: “Non è stato il Comune a chiudere gli impianti”

2 febbraio 2018

Non si è fatta attendere la replica del sindaco di Bagnoli Irpino, Filippo Nigro, al servizio-denuncia pubblicato nei giorni scorsi da Irpinianews. In una nota, il primo cittadino, sottolinea: “Il ristorante dato per chiuso in realtà non è mai stato chiuso. Anche la sciovia a valle, definita “impianti più piccolini smontati”, in realtà non era funzionante già da molti anni, così come il campo da tennis, praticamente inutilizzato da moltissimo tempo – sottolinea il sindaco nella nota.

“Non è assolutamente vero, come si afferma, che “il Comune ha chiuso gli impianti” – dichiara Nigro – così come non è vero che “li ha fatti sequestrare”. Questa non è corretta informazione. Sembra si voglia orientare la pubblica opinione a posizionamenti preconfezionati, invece di informarla compiutamente affinchè possa acquisire piena coscienza del problema”.

“Ed inoltre – prosegue la nota – nessun cenno alla ragione vera per cui il Laceno è in sofferenza quest’inverno, cioè la mancanza della neve. Le Seggiovie sono ferme non per nostra responsabilità, ma pure se fossero state funzionanti, cosa sarebbe cambiato senza “materia prima”? Nel periodo natalizio c’è stato il “tutto esaurito”, ovviamente nelle strutture che hanno la capacità di attrarre i turisti. Ma c’era un po’ di neve, e le Seggiovie erano comunque chiuse.

Non è stato il Comune di Bagnoli Irpino a fermare le Seggiovie, né a farle sequestrare. Non mi stancherò mai di ripetere che abbiamo chiesto all’ex concessionario di “concordare tempi e modi” del rilascio delle aree oggetto dell’intervento, condizione indispensabile per accedere ai finanziamenti per l’ammodernamento degli impianti. La risposta è stata lo stop delle Seggiovie senza però consegnare le aree, in modo da impedirci, tra l’altro, di trovare una soluzione per farle ripartire.

Esigiamo dunque che l’informazione sia corretta e che non danneggi ulteriormente chi resiste in questo momento difficile – spiega il sindaco Nigro – come il ristorante dato per chiuso ed in realtà mai chiuso, ed altre realtà economiche presenti sul Laceno. E che non danneggi anche chi sta sostenendo una battaglia nell’interesse esclusivo del territorio, cercando di proiettare il Laceno nel futuro, con impianti sciistici all’avanguardia e funzionali alle esigenze di un turismo moderno. Perché è la cattiva informazione che produce il vero danno, in termini di immagine e di prospettiva. E così non si rende certamente un servizio al territorio”.


Commenti

  1. […] Laceno, la replica del sindaco Nigro: “Non è stato il Comune a chiudere gli impianti” […]