Lacedonia – Bulloneria Meridionale: tutto pronto per la vendita

5 giugno 2005

Lacedonia – Bullonerie Meridionali: si mette in moto il meccanismo che porterà alla vendita dell’azienda dell’area del Calaggio. Lo stabilimento, specializzato nella produzione di bulloni di diverse dimensioni e destinati a diversi settori (automobilistico e ferroviario fino ai grandi mezzi di trasporto) è stato sottoposto a fallimento nel dicembre 2003 a causa dei debiti accumulati con diversi fornitori. Nel giro di una settimana dovrebbe essere pronto il bando d’asta per la vendita degli stabilimenti di Lacedonia e Roccabascerana. Attualmente ancora non si è a conoscenza dei dettagli precisi, ma s’ipotizza un mantenimento dell’attività produttiva di entrambi gli impianti. Lo rende noto il curatore fallimentare, l’avvocato Massimiliano Gargano, che mercoledì primo giugno, ha incontrato i sindacati di categoria per l’accordo sulla messa in mobilità delle 150 unità lavorative che scatterà il prossimo 19 giugno. Su questo fronte, c’è comunque l’impegno da parte dei soggetti interessati ad un probabile reintegro e mantenimento occupazionale di tutta la forza lavoro una volta partito il piano di rilancio industriale. In proposito, diversi sono gli imprenditori interessanti. Tra i papabili anche Alessandro Vescovini, titolare della Società Bulloneria Europea Spa di Monfalcone. Il gruppo produce bulloni per l’industria ed il commercio. Lo stabilimento è tra i più moderni d’Europa e vanta una capacità produttiva di oltre 50 mila tonnellate annue di prodotti, stampati a freddo, prevalentemente diametri medio/grossi, standard e speciali, ad alta ed altissima resistenza.