“La sicurezza va in cantiere”, il progetto di CFS e INAIL per ridurre infortuni e malattie professionali nei cantieri edili

“La sicurezza va in cantiere”, il progetto di CFS e INAIL per ridurre infortuni e malattie professionali nei cantieri edili

13 Luglio 2016

Prende il via una campagna di formazione in materia di sicurezza nei cantieri per costruire, insieme ai lavoratori edili, le corrette modalità lavorative in presenza dei rischi specifici.

Il progetto porta la firma dei CFS delle 5 province campane e dell’INAIL regionale e prevede la presenza di esperti della prevenzione direttamente in cantiere, per risolvere le problematiche della sicurezza eliminando i rischi per i lavoratori. Una formazione efficace che prova ad intervenire direttamente sulla sorgente del pericolo, con azioni migliorative definite e implementate insieme ai lavoratori.

Il pool di tecnici della prevenzione viaggerà in un camper didattico, attrezzato ad aula formativa, e raggiungerà prevalentemente i piccoli cantieri, dove si concentrano le principali inadempienze in materia di sicurezza. Si tratta di una formazione aggiuntiva all’obbligo formativo previsto dal D. Lgs 81/2008, maggiormente tarato sulle specificità dei vari cantieri e più in grado di fornire un concreto contributo alla pianificazione delle misure di sicurezza.

Ulteriore punto di forza del progetto è rappresentato dalla possibilità di avvicinare il lavoratore alle opportunità formative, soprattutto nei comuni situati ad una notevole distanza dal capoluogo di provincia. Le attività hanno preso il via il 6 luglio nella provincia di Avellino e continueranno per due mesi in ogni provincia della Campania.

Valore aggiunto del progetto” dichiara Adele Pomponio – Direttore Regionale Vicario INAIL Campania “una nuova modalità di promozione/formazione della sicurezza che consente in primo luogo ai lavoratori ma anche ai datori di lavori, di beneficiare di una formazione in ordine ai rischi specifici presente nel cantiere in cui operano

Particolarmente soddisfatto anche il presidente del CFS di Avellino Michele Di Giacomo: “una bella novità per il settore delle costruzioni, nel quale è sempre necessario aggiungere formazione per limitare i rischi di infortuni”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<