“La questione meridionale”, il dibattito dei Lions a Calabritto

10 dicembre 2011

“La questione meridionale nella sua evoluzione storica, politica e culturale”. E’ questo il tema dell’incontro-dibattito organizzato dal “Lions Club Morra De Sanctis” Alta Irpinia, di concerto con il Comune di Calabritto, per giovedì 15 dicembre, che si terrà nell’Aula Consiliare del Comune dell’Alto Sele alle ore 16,30. La manifestazione concluderà il programma delle iniziative che il Club ha posto in essere nel corso del corrente anno per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, programma variamente articolato e realizzato sul territorio dell’Alta Irpinia, inteso principalmente a suscitare nei giovani il senso di appartenenza alla propria Terra e l’orgoglio di sentirsi italiani. In un’epoca in cui l’identità nazionale viene messa a dura prova, per un verso da tensioni separatiste e dall’altro da nostalgici revisionismi, tenere aperta una finestra sulle luci ed ombre di un’Italia “duale” significa elaborare soluzioni di forte vigore intellettuale ed etico che spingono ad individuare risposte concrete alla debolezza strutturale ed economica del Sud. Il ruolo dei Lions, oggi più che mai, non può e non deve essere secondario. Il Sindaco di Calabritto, prof. Gelsomino Centanni, e l’ing. Gaetano Mirone, responsabile per la Campania del service Lions “150 anni dall’Unità d’Italia: nuova questione meridionale e federalismo fiscale”, saluteranno i partecipanti. Le relazioni saranno svolte dalla prof.ssa Dora Garofalo, preside emerita e Delegata di Zona 16 del Distretto Lions 108Ya, dal prof. Michele Ceres, presidente del Lions Club Morra De Sanctis Alta Irpinia, e dal prof. Francesco D’Episcopo, docente di Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. I lavori del convegno saranno coordinati dal prof. Federico Cassese, già preside di prestigiosi Istituti di Istruzione Superiore salernitani.