La Provincia presenta la sua rivista edita da De Angelis con Antonio Porcelli direttore

25 marzo 2005

Avellino – “La Provincia Irpina” un nome… una storia. Un’ambizione affinché il territorio venga conosciuto e valorizzato. Un modo per promuovere all’esterno l’attività dell’esecutivo, quello capitanato dal presidente Alberta De Simone. Un modo per dire alla gente: stiamo facendo questo. Per essere lo specchio nel quale si riflettono le linee principali. E’ la rivista di Palazzo Caracciolo – diretta da Antonio Porcelli e coordinata da Anna Catapano. Vi hanno collaborato: Costantina Fioretti, Paola Ricciarelli, Mirko Tommasone, Carmine Ventola – presentata ieri nel corso della conferenza stampa alla quale hanno partecipato: l’on. Alberta De Simone, Mario Bianchino, Giuseppe De Mita, Giuseppe Di Milia, Rossella Grasso, Ettore De Conciliis, Luigi Mainolfi. Diversi i filoni sui quali si snoda: sviluppo economico, sviluppo culturale, promozione dei prodotti Docg, …..Altrettanto vari i temi di cui si fa portatrice: “L’attività del nuovo esecutivo; l’Irpinia, una provincia che si afferma sulla qualità; i consiglieri di Palazzo Caracciolo; le attività delle Commissioni consiliari; una struttura moderna e funzionale per realizzare il programma di governo dell’Ente; la promozione dello sviluppo sociale; le iniziative ‘Adotta un monumento’; la sfida del futuro con il centro oncologico di Mercogliano; lo sviluppo economico e la programmazione negoziata” etc. etc. Bella per la parte grafica; serena e istituzionale per i contenuti; di grandi potenzialità per il futuro. Così si può sintetizzare il lavoro “nato – dichiara il direttore responsabile Antonio Porcelli – dall’esigenza di promuovere all’esterno l’attività dell’esecutivo per far conoscere oltre i confini regionali la capacità della gente irpina e del suo più importante attrattore che è il turismo”. In sostanza è attraverso questo strumento che la Provincia “inizia – spiega l’on. De Simone – un dialogo con l’opinione pubblica per fornire un rendiconto dell’operato di questi mesi e di quello che ci apprestiamo a fare nel corso del nostro mandato e per avviare un confronto aperto e libero con i cittadini, gli enti e le istituzioni. Già con il primo numero intendiamo contribuire a creare un effettivo rapporto di fiducia tra le elettrici e gli elettori irpini e la loro Provincia. A seguito della riforma elettorale e l’introduzione dell’elezione diretta del presidente e dopo la riforma costituzionale, che assegna alle Province nuovi compiti e funzioni, è aumentata la responsabilità degli eletti oltre ogni ristretto limite di partito. Ciò rende necessario che gli elettori ricevano informazioni e possano quindi porre domande all’ente locale. Attraverso questa pubblicazione vogliamo far conoscere l’attività amministrativa svolta e rendere più trasparente Palazzo Caracciolo. Di presenza e di impegno è fortemente bisognosa l’Irpinia per sviluppare tutte le sue potenzialità e per conquistare uno spazio adeguato al panorama regionale”. Non resta che augurare il nostro: in bocca al lupo. (Teresa Lombardo)

,