La pianista Lisa Molinaro vince il concorso “Don Vincenzo Vitti”

12 dicembre 2011

I docenti del Conservatorio di musica “Domenico Cimarosa” di Avellino sono in festa per la vittoria di Lisa Molinaro al Concorso internazionale di esecuzione e composizione “Don Vincenzo Vitti”. Ventiquattrenne, diplomata in pianoforte principale con il massimo dei voti nel 2010, la Molinaro, ischitana, ha trionfato nella categoria “pianoforte solista” gruppo G, riservata agli esecutori nati dal 1985 al 1988. Il concorso, giunto alla decima edizione, si è svolto a Castellana Grotte, in provincia di Bari, nella settimana compresa tra il 28 novembre ed il 4 dicembre e vi hanno partecipato non solo pianisti, ma anche chitarristi, organisti e complessi vocali. Spazio infine per musica da camera, archi e composizione, a completare le sette sezioni di gruppi in gara. La commissione valutatrice è stata presieduta dai Maestri Grazia Salvatori, pianista ed organista, Francesco De Santis, pianista e compositore, docente presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari, Nicola Scardicchio, compositore e direttore d’orchestra, Giuseppe Gigante, compositore, ed Elena Bagrova, direttore della Gnesin Academy, sita a Mosca, e docente presso il Conservatorio di Mosca. La Molinaro si è esibita suonando “Miroirs” dell’autore francese Maurice Ravel, una raccolta di cinque pezzi intitolati Noctuelles, Oiseaux Tristes, Une barque sur l’ocean, Alborada del Gracioso e La Vallee des cloches. Cinque esempi di musica descrittiva, con i titoli che rimandano a determinati paesaggi e fenomeni naturali. Al concorso si sono presentati all’incirca cento candidati, di cui oltre la metà proveniva dall’estero. La vittoria ha colto di sorpresa Lisa Molinaro, che non immaginava potesse ottenere tale risultato: “Ho totalizzato un punteggio di 97 su 100, prima nella mia categoria a pari merito con due colleghi, un tedesco ed un cinese, ricevendo i complimenti dai membri della commissione. Non avevo mai partecipato ad un concorso, detesto le situazioni in cui c’è competizione. Dedico la vittoria al mio Maestro, Lina Tufano, che mi segue da tanti anni”. Studentessa di giurisprudenza alla Federico II di Napoli e grande appassionata di pittura, la Molinaro adesso sogna giustamente in grande: “Non intendo fermarmi qui, studierò per partecipare ad altre prove di questo genere, nazionali ed internazionali”.