La Ministra De Micheli incontra i giovani irpini e promuove l’operato di De Luca: “Fatto tanto per la Campania”

La Ministra De Micheli incontra i giovani irpini e promuove l’operato di De Luca: “Fatto tanto per la Campania”

29 novembre 2019

Renato Spiniello – Infrastrutture e imprenditoria: questa la ricetta del Ministro ai Trasporti Paola De Micheli per evitare l’emigrazione giovanile dal Sud e dalle aree interne. L’esponente dell’esecutivo guidato dal premier Giuseppe Conte ha partecipato ad Avellino all’incontro promosso dall’associazione Ossigeno di Luca Cipriano, durante il quale ha risposto alle domande di undici giovani sul tema “Che cos’è la Politica?”.

“Lo Stato deve assolvere al suo compito di creare occasioni per i giovani – prosegue la Vicesegretaria del Partito Democratico – Per quello che riguarda il mio ministero si deve dar seguito alle infrastrutture per far in modo che i giovani possano muoversi come accade al Nord e nel centro Europa e che ci siano occasioni di lavoro e non mezzi per spostarsi altrove. Ogni occasione di crescita imprenditoriale e di trasformazione del tessuto sociale va colta, preparando i giovani sul piano delle competenze. Anche le esperienze all’estero vanno bene, ma l’importante è tornare indietro”.

La De Micheli insieme a De Luca al cantiere della Lioni-Grottaminarda

Prima di giungere in piazza Duomo, la Ministra è stata ospite di Confindustria e del presidente Pino Bruno a un convegno sull’Alta Capacità Napoli-Bari tenutosi a Grottaminarda. Presenti all’evento, che si è focalizzato particolarmente sulle opportunità della costruzione della tratta ferroviaria Apice-Hirpinia, il direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile, il commissario straordinario dell’opera, l’ad e direttore generale di Fs Gianfranco Battisti e il presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia. Presenti anche i deputati irpini del Movimento 5 Stelle Michele Gubitosa e Generoso Maraia, che in segno di dissenso hanno abbandonato l’evento, definendolo una “marchetta elettorale pro De Luca da parte di Confindustria”.

Proprio l’operato a Palazzo Santa Lucia dell’attuale governatore è stato promosso dalla De Micheli. “Ha lavorato bene in questa regione – precisa l’esponente del Pd – ha segnato il cambio di passo su tante cose come la sanità. Certo le scelte spettano al territorio e non a me, ma credo sia molto chiaro il lavoro fatto per i campani in questi anni”. Sulle eventuali alleanze, la Ministra è chiara: “La nostra coalizione dovrà essere più ampia possibile e dovrà guardare al mondo del civismo. Questa regione esprime energie importanti a livello culturale e imprenditoriale. Mondi a quali dobbiamo assolutamente rivolgersi. M5s? E’ in fase di riflessione importante, sia a livello nazionale come sui territori, guardiano con attenzione a questa fase e con rispetto”.

Sulla situazione attuale della Federazione irpina dei dem, la chiosa della De Micheli: “Il commissario Aldo Cennamo che abbiamo nominato sta portando avanti un grandissimo e faticoso lavoro, mi auguro che i risultati si possano vedere. Intanto domani parte il tesseramento, un passaggio fondamentale per un partito inclusivo quale è il nostro. Dobbiamo però essere consapevoli su cosa vogliamo essere e dove vogliamo andare. Per noi essere un partito inclusivo significa umiltà e significa coltivare il senso di comunità. Credo che questa debba essere una premessa per poter ricostruire qui ad Avellino. Spero di essere utile e che l’incontro di questa sera con i giovani possa essere motivo di spinta verso una nuova stagione del Pd in Irpinia”.