La Mercogliano sportiva nel segno dell’integrazione

La Mercogliano sportiva nel segno dell’integrazione

21 gennaio 2016

Giornata all’insegna dello sport e dell’integrazione a Mercogliano, nei saloni dell’Abbazia di Loreto, hanno fatto visita a Sua Eccellenza Monsignor Riccardo Guariglia la squadra di Prima Divisione Pallavolo femminile del The Marcello’s e il team di Seconda Categoria Calcio dell’Asd Città di Mercogliano.

Dopo la benedizione alle rispettive compagini sportive, l’incontro ha sancito il forte legame tra integrazione e sport, una crociata di cui si è reso fautore il sindaco del comune irpino, Carullo e seguito soprattutto dal club calcistico di Mercogliano, che ha tesserato nelle scorse settimane Lamin Ceesay, 20 anni del Gambia e Sounah Naby, classe 1988 del Guinea, entrambi rifugiati politici presso i centri di Monteforte e Mercogliano.

I due sono stati scelti come centrocampisti e dopo aver ricevuto, nei giorni scorsi, l’ok formale dalla FIGC mercoledì 27 gennaio esordiranno ufficialmente in campo agli ordini di mister Nicola De Angelis presso lo Stadio di Monteforte Irpino, impianto che accoglie le gare interne dell’Asd Città di Mercogliano.

Tale percorso sarà emulato anche dal Monteforte Irpino che ha tesserato alcuni giocatori selezionati tra i tanti migranti presenti sul territorio.

L’abate Guariglia ha ricevuto in dono anche due maglie dalle due squadre, rispettivamente da Marino Stabiano, capitano della squadra di calcio e da Cristina Iannaccone, leader invece delle ragazze del volley. Presenti anche i dirigenti delle squadre, Antonio Sarti e Giuseppe Salvio.