La Finanza dona i prosciutti e capi d’abbigliamento sequestrati

21 dicembre 2005

Avellino – Una maxi donazione è stata organizzata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza a favore degli Enti assistenziali ed umanitari presenti non solo nella città capoluogo ma anche in tutta l’Irpinia. Una singolare iniziativa di beneficenza che è stata possibile grazie al provvedimento, emesso dal Sostituto Procuratore Antonella Salvatore, in occasione delle festività natalizie. “Quest’anno, dunque, Babbo Natale donerà tanta merce che i miei uomini – dichiara il Comandante Bartolomeo D’Ambrosio – hanno sequestrato nel corso dei dodici mesi”. Nel sacco di Santa Claus, dunque, centinaia e centinaia di capi d’abbigliamento sottoposti a sequestro in quanto riproduzioni illegali di articoli griffati e oltre cinquecento chilogrammi di prosciutti confiscati perché riportanti marchi contraffatti come quello del prosciutto di “Parma”. “Per rendere possibile l’iniziativa – spiega il Tenente Colonnello D’Ambrosio – si è reso necessario rimuovere uno ad uno, su ogni prodotto, le etichette ed i segni distintivi relativi ai marchi falsi rendendo, dunque, ‘anonima’ la singola merce. Devo ringraziare il Sostituto Procuratore Salvatore in quanto se l’iniziativa di beneficenza è stata possibile lo si deve anche all’operato della Procura che ha adottato un provvedimento che sottraesse alla distruzione tutta la merce sottoposta a sequestro, come prevede la Legge, accogliendo la nostra proposta di donarla ai bisognosi. L’iniziativa, sicuramente unica nel suo genere, infatti per la prima volta è stata adottata dall’Autorità Giudiziaria ed ha destato vivo apprezzamento dei destinatari che hanno espresso ai miei uomini gratitudine sia al Corpo delle Fiamme Gialle che alla Procura”. (di e.b.)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.