La Destra fissa il congresso: il 27 settembre ad Avellino

23 luglio 2008

Avellino – Convocato dal coordinatore irpino, Arturo Meo, si è riunito l’esecutivo provinciale de La Destra per esaminare e valutare le direttive emerse nel corso della conferenza programmatica nazionale del partito svoltasi ad Orvieto sabato e domenica. Il dato oggettivo ed inconfutabile che la manifestazione di Orvieto ha consegnato all’esterno è rappresentato dalla spontanea partecipazione di tantissimi iscritti (oltre mille) giunti nell’accogliente città dell’Umbria da ogni parte d’Italia per discutere di “Quanta destra c’è al governo dell’Italia?”. Gli interventi di Storace, Santanchè, Buontempo, Musumeci ed altri sono stati seguiti con grande interesse dai convegnisti chiamati ad organizzare nelle rispettive zone di provenienza i congressi provinciali in vista della massima assise del partito che si svolgerà a Roma dal 7 al 9 novembre prossimi. Ad Avellino il congresso provinciale si terrà il 27 settembre. I dirigenti irpini de La Destra hanno manifestato vivo compiacimento per un ipotizzato incarico di sottosegretariato di Stato a Daniela Santanchè e di assessorato al Comune di Roma a Teodoro Buontempo. Tale situazione, senza annullare l’identità politica del movimento fondato da Francesco Storace, sarebbe destinata a rafforzare la presenza della destra sociale all’interno del centrodestra, a contenere la “pressione” della Lega ed a realizzare in vista delle prossime amministrative quelle larghe intese auspicate dall’on. Gargani capaci di risultare una valida alternativa alla sinistra definita dall’europarlamentare azzurro “particolarmente perniciosa” in Campania.