La De Simone contro le azioni di forza: “saranno solo fos e sovvalli”

by 20 dicembre 2004

“L’area interessata deve essere una piccola zona dove verranno sversati solo ed unicamente fos e sovvalli a norma”. Questo l’esordio della presidente della Provincia, sensibile di fronte agli scontri ma ferma nel rimarcare la validità della posizione. “Non condividiamo le azioni di forza. Esiste un problema di fondo che riguarda la governabilità di questo territorio. Ribadisco che la scelta ‘Savignano’ non è stata una decisione presa dall’Ente provinciale ma è una scelta degli esperti. Lo studio ha riguardato condizioni di sicurezza che sono ricadute in una zona anziché in un’altra. La protesta di Savignano ha strumentalizzato il problema. Un problema che rimane comunque e che occorre risolvere. Abbiamo avuto un accordo con il Governo affinché siano lontane da Savignano le ecoballe. La pulizia del territorio è la prerogativa essenziale per uno sviluppo economico del territorio irpino e i rifiuti prodotti in Irpinia devono essere gestiti dalla Provincia e sversati nel nostro territorio. Incrementare la differenziata è un obiettivo fondamentale e in proposito l’amministrazione ha nominato commissioni”.
Ci sarà una strada diversa da Savignano?
“Per i prossimi due anni non esiste una strada alternativa a Savignano. Successivamente posso garantire che l’area di Savignano sarà lasciata e verranno considerati gli altri siti individuati dalla commissione esperti”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.