La Corte d’Appello condanna l’Air: deve oltre 5 milioni di euro al Comune di Avellino

La Corte d’Appello condanna l’Air: deve oltre 5 milioni di euro al Comune di Avellino

1 febbraio 2018

Piove sul bagnato per l’azienda di trasporti Air. In attesa di capire quale sarà il suo futuro societario, arriva la sentenza della Corte di Appello di Napoli che condanna l’azienda al pagamento di oltre 5 milioni di euro a favore del Comune di Avellino. La vicenda riguarda il mancato pagamento della Tosap per alcuni spazi, di proprietà comunale, nei pressi dell’Autostazione. Aree da sempre recintate, quindi interdette al pubblico, ma per le quali non era mai stata pagata la tassa per l’occupazione di suolo pubblico.

A far emergere la vicenda fu la società Assoservizi, nel 2015, all’epoca incaricata dal Comune per la riscossione de tributi. Dalle verifiche e dai calcoli effettuati dalla società, venne fuori che l’Air. non aveva mai pagato la Tosap. Dal canto suo, l’azienda, si era sempre difesa chiamando in causa il contratto di compravendita dell’Autostazione  in cui vanta una servitù pedonale e carrabile nei pressi della struttura di via Moccia.

La questione è arrivata, poi, nelle aule giudiziarie dove, in primo grado, l’Air. era riuscita a far prevalere le proprie ragioni, ma nei giorni scorsi è arrivata invece la sentenza della Corte di Appello di Napoli che ha ribaltato tutto. Il pagamento della Tosap era dovuto, quindi l’Air. avrebbe dovuto provvedere negli anni passati a versare la quota spettante. Da Palazzo di Città, in seguito al pronunciamento della Corte d’Appello, sarebbe già partito il decreto ingiuntivo nei confronti dell’azienda, per un importo che supera i 5 milioni di euro.