Istat, a gennaio frena l’inflazione e nel paniere degli italiani entrano zenzero e web tv

Istat, a gennaio frena l’inflazione e nel paniere degli italiani entrano zenzero e web tv

5 febbraio 2019

Entrano frutti di bosco e zenzero, ma anche bicicletta elettrica, scooter sharing, cuffie con microfono e la web Tv. Escono, invece, cd, dvd e la lampadina a risparmio energetico. Queste alcune delle novità per il 2019, che riguardano il paniere di beni utilizzati dall’Istat per monitorare l’andamento dei prezzi in Italia. L’aggiornamento del paniere tiene conto, dunque, dei cambiamenti emersi nelle abitudini di spesa delle famiglie, dell’evoluzione di norme e classificazioni e in alcuni casi arricchisce la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati.

Nel complesso, le quotazioni di prezzo usate ogni mese per stimare l’inflazione sono circa 6.000.000 e hanno una pluralità di fonti: 458.000 sono raccolte sul territorio dagli Uffici comunali di statistica e 238.000 direttamente dall’Istat; oltre 5.200.000 tramite scanner data; più di 86.000 arrivano dalla base dati dei prezzi dei carburanti del ministero dello Sviluppo economico.

L’inflazione a gennaio frena ancora e torna sotto la soglia dell’1% su base annua. L’indice per l’intera collettività calcolato dall’Istat, al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% su base mensile e dello 0,9% tendenziale, in rallentamento dal +1,1% registrato a dicembre 2018. Il dato annuo è il più basso da aprile 2018, quando il costo della vita registrò un incremento dello 0,5%.