Isochimica, Sibilia (M5S): “Non più rinviabile bonifica dell’area”

4 giugno 2013

Sul sequestro penale disposto dalla Procura della Repubblica di Avellino nell’area dell’ex Isochimica e sulla svolta nelle indagini che ha portato a 24 avvisi di garanzia per disastro ambientale interviene il deputato del M5S Carlo Sibilia: “Ringrazio il Procuratore Capo, Rosario Cantelmo, per aver dato seguito, in così breve tempo, a quanto dichiarato all’atto del suo insediamento – dice – Segno, questo, che, quando si ha a cuore il bene collettivo, la volontà di raggiungere la verità è più forte di ogni cosa. La vicenda della fabbrica dei veleni è una delle più vergognose pagine di cattiva amministrazione della storia irpina e non solo. Decenni di scaricabarile tra Enti ed Istituzioni, che, a vario titolo, avrebbero dovuto tutelare la salute e l’ambiente ed invece hanno preferito, con la complicità della malapolitica, innalzare un muro di gomma. A rimetterci, in troppi casi anche la vita, sono stati i dipendenti che hanno onorato il proprio impegno lavorativo, pur in condizioni malsane, e ora chiedono giustizia. Sono sicuro che saranno accertate quanto prima le responsabilità di chi ha consentito malattia, dolore e disastro ambientale. Auspico, inoltre, che venga dato avvio alla non più rinviabile bonifica dell’area, ad uno screening sulla popolazione residente a Borgo Ferrovia e all’iter, presso il Ministero del Lavoro, che consenta il prepensionamento in deroga all’iniqua legislazione vigente”.