Iscrizione Avellino, si avvicina l’ora della verità: tappe e scenario

Iscrizione Avellino, si avvicina l’ora della verità: tappe e scenario

19 luglio 2018

di Claudio De Vito – Mentre il gruppo di Michele Marcolini continua a sudare ad Ariano Irpino, Walter Taccone deve risolvere i problemi riguardanti l’iscrizione al campionato di Serie B. Si avvicina l’ora della verità per il club biancoverde che ieri attraverso il patron ha depositato sul tavolo della Covisoc la terza fideiussione (Groupama). Un documento presentato fuori tempo massimo (le 19 del 16 luglio), ma nei piani di Walter Taccone utile a manifestare la buona fede dell’operato nel club in questa fase convulsa.

Ballano anche altre due fideiussioni (Onix Asigurari e Finworld Spa) depositate secondo le modalità descritte ieri dal presidente Taccone con la Covisoc chiamata in giornata ad esprimere un nuovo parere non vincolante che, stando ai rumors, sarebbe negativo. A recepirlo sarà il Consiglio Federale che domani comunicherà l’accoglimento o meno del ricorso per il rilascio della Licenza Nazionale 2018/2019. La decisione dovrebbe arrivare a ridosso del fischio d’inizio dell’amichevole con la Roma in programma alle 19 a Frosinone.

Walter Taccone è convinto di poterla spuntare in sede di Consiglio Federale, ma lo scenario più verosimile sarebbe quello di una nuova bocciatura federale con ottime chance di esultanza al CONI sulla scorta del precedente targato Rende. La società calabrese ottenne il ripescaggio in C perché, secondo l’orientamento del Collegio, fa fede l’attivazione (che l’Avellino ha effettuato alle 18.30 del 16 luglio) e non il deposito (avvenuto ieri pomeriggio a Roma) della polizza fideiussoria.

In caso di esclusione-bis domani, il club biancoverde ricorrerebbe al Collegio di Garanzia all’inizio della settimana prossima affidandosi all’evergreen delle cause sportive Eduardo Chiacchio, già impegnato come legale di parte in altri procedimenti disciplinari.

Ora resta da capire se la pronuncia del Collegio arriverebbe prima o dopo il 31 luglio, data di ufficializzazione dei ripescaggi in cadetteria da parte del Consiglio Federale. In questi casi è possibile richiedere la procedura d’urgenza per ottenere la sentenza del CONI in poco tempo. Entro il 27 luglio invece andranno presentate le domande di ripescaggio secondo i parametri federali con l’attuale graduatoria ufficiosa che vede Novara, Catania, Siena e Ternana (le ultime due appaiate) ai primi posti in ordine di punteggio accumulato.