Irpinia, dal 2020 i mezzi pubblici si pagano con carta contactless

Irpinia, dal 2020 i mezzi pubblici si pagano con carta contactless

27 novembre 2019

Irpinia, dal 2020 i mezzi pubblici si pagano con carta contactless. Dalla seconda metà dell’anno prossimo partirà la sperimentazione a Napoli, Salerno, Avellino e rispettive province per i pagamenti dei biglietti dei mezzi pubblici locali tramite carte di credito e di debito contactless. La novità arriva grazie all’accordo siglato tra Sia e il Consorzio Unicocampania. “L’innovativo servizio – si legge in una nota diffusa dell’azienda specializzata in pagamenti digitali – si basa sull’infrastruttura tecnologica di Sia che collegherà tutti i terminali dove avvicinare le carte per accedere ai mezzi pubblici campani, nonché i circuiti di pagamento ed il sistema regionale per il calcolo delle tariffe”.

“Il Consorzio Unicocampania è stato, fin dalla sua nascita, un precursore dell’integrazione tariffaria, realizzandone uno dei modelli più complessi, per numero di attori coinvolti ed estesi dal punto di vista territoriale”, sottolinea il presidente di Unicocampania, Gaetano Ratto. “Quello spirito pioneristico non è mai andato perso e il Consorzio si appresta ad affrontare una nuova sfida, quella della Emv, in una realtà che, negli anni, è cresciuta diventando ancora più complessa visto che, accanto alla tariffa integrata, oggi il Consorzio gestisce anche gran parte di quella aziendale. Siamo pronti, quindi, nell’ambito dei più ampi investimenti che la Regione Campania sta stanziando per lo sviluppo tecnologico, ad affrontare, affiancati da un partner prestigioso come Sia, un nuovo capitolo nella lunga storia delle conquiste di Unicocampania”, conclude Ratto.

“Grazie alla tecnologia di Sia – aggiunge Eugenio Tornaghi, Direttore Marketing & Sales di Sia – la Campania sarà la prima regione in Italia ad adottare un sistema integrato di pagamento digitale nel trasporto pubblico. Ne siamo particolarmente fieri, perché è una ulteriore conferma del nostro contributo al percorso di innovazione che il nostro Paese ha intrapreso e su cui sta progressivamente accelerando. Presto Napoli e tutti i capoluoghi di provincia campani entreranno nel novero delle grandi città, come Milano, Venezia e Roma, che stanno utilizzando la nostra piattaforma per digitalizzare milioni di titoli di viaggio. Il pagamento elettronico entra così nella quotidianità dei cittadini e diventa, de facto, uno standard alternativo al contante”, conclude Tornaghi.