Ipercoop, l’amara sorpresa di Az. Sindacati chiedono tempo: “Salviamo tutti i lavoratori”

Ipercoop, l’amara sorpresa di Az. Sindacati chiedono tempo: “Salviamo tutti i lavoratori”

7 agosto 2018

Vertenza Ipercoop sempre più in alto mare. I vertici di Az hanno presenziato al vertice di oggi al Mise confermando la disponibilità ad acquisire il ramo d’azienda. Sospiro di sollievo, almeno fin qui. L’amara sorpresa (o conferma) resta la ferma posizione del gruppo calabrese legata agli esuberi (circa il 50% dell’organico).

La trattativa resta aperta sul tavolo del dicastero e riprenderà nelle prossime settimane (i sindacati avevano dato disponibilità anche il 13 agosto ma, molto probabilmente, l’aggiornamento è previsto per fine mese).

Sul tavolo la soluzione tampone della Coop relativa agli incentivi all’esodo e, anche la possibilità di trasferimenti. Buona notizia solo l’applicazione del Ccnl del Terziario proposto da Az.

Antonio Davidde, dell’Ugl Terziario di Avellino, esprime tutta la sua delusione “Da questo incontro, sinceramente, mi aspettavo qualcosa in più. Abbiamo fatto solo dei passi indietro.

Il gruppo calabrese Az resta fermo sul piano esuberi, già annunciato nella precedente trattativa di maggio – ha precisato il sindacalista – Noi, però, abbiamo un dovere, quello di tutelare i lavoratori. Difendere il posto di lavoro di tutti 134 i dipendenti.

Si è parlato oggi di possibilità di trasferimenti in Emilia Romagna e in Calabria, di incentivi all’esodo ed anche della possibilità di trasformare i lavoratori in veri e propri imprenditori lasciandogli gestire, con una cooperativa, le attività di produzione di pane e pasticceria (fino a venti addetti)”.

Profonda delusione è stata espressa anche da Mario Dello Russo (Uiltucs). “Non  è cambiato nulla – ha aggiunto il sindacalista – rispetto a quanto Az aveva proposto in precedenza. Quello di oggi è stato solo un incontro interlocutorio, l’auspicio è che nel prossimo confronto il gruppo valuti un’operazione di salvataggio estesa a tutti i lavoratori.  Serve uno sforzo da parte di Az sull’occupazione e uno sforzo di Distribuzione Centro Sud sugli esuberi”.

 

 

 


Commenti

  1. […] Oltre 120 giorni di presidio ed un’intera giornata, trascorsa oggi, dinanzi al Mise in attesa di soluzioni. Nulla è cambiato rispetto a quanto avevano già dichiarato i vertici di Az durante il precedente incontro romano .   […]