Ipercoop, frenata sui licenziamenti. Si apre uno spiraglio a Napoli

Ipercoop, frenata sui licenziamenti. Si apre uno spiraglio a Napoli

5 giugno 2018

Marco Grasso – Le lettere di mobilità non partiranno. Almeno nelle prossime ore. E, viste le premesse, non è un risultato da poco. In più Alleanza 3.0 si è riservata di valutare la possibilità di rilanciare il suo impegno in Campania, a partire dall’Ipercoop di Contrada Baccanico.

Si apre un primo spiraglio da Palazzo Santa Lucia per il futuro dei 139 lavoratori del centro commerciale di via Pescatori. Gli assessori al Lavoro e alle Attività Produttive, Sonia Palmeri e Antonio Marchiello, hanno confermato la disponibilità a sostenere e accompagnare un eventuale piano di rilancio e ristrutturazione. Un’apertura di credito che potrebbe spingere Alleanza 3.0 (e la controllata Distribuzione Centro Sud) a fare marcia indietro.

“Credo ci siano le condizioni per investire ancora nella nostra città”, precisa il segretario generale della Cisl Mario Melchionna, presente al confronto insieme ai segretari di categoria e generali di Cgil, Uil e Ugl. “L’azienda ha registrato la piena disponibilità della Regione, e non mi sembra cosa di poco conto. Ora ci attendiamo che non facciano partire le lettere di licenziamento. Sarebbe un segnale di distensione importante”.

Le parti, in ogni caso, si rivedranno a breve per entrare nel merito di un’ipotesi di rilancio che, per il momento, resta solo teorica. L’azienda, rappresentata in sede di confronto dai responsabili dell’Area Campania e dal delegato Stefano Patrignano, dovrà ora confrontarsi con i vertici nazionali. Un passaggio dal quale dovrebbe emergere qualche elemento di chiarezza in più sul futuro della Coop ad Avellino.

“Si è aperto uno spiraglio”, precisa il segretario UilTucs Mario Dello Russo. “La trattativa si annuncia lunga e complessa, ma quantomeno c’è una nuova base di confronto dalla quale ripartire. Il centro commerciale di Avellino può essere ancora competitivo”.

Sembra invece definitivamente accantonata l’ipotesi di un nuovo privato. Il gruppo Az Market si è ritirato e, almeno per il momento, l’intenzione sarebbe quella di verificare la disponibilità di Alleanza 3.0

Al confronto erano presenti anche i consiglieri regionali irpini Vincenzo Alaia e Francesco Todisco e lo staff della presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio, impegnata in prima linea al fianco dei lavoratori nella delicata vertenza.