“Io non rischio”, piazza affollata a Scampitella

“Io non rischio”, piazza affollata a Scampitella

14 ottobre 2018

“Io non rischio” in piazza Libertà” a Scampitella. La campagna nazionale a cura dal gruppo di volontari della Pubblica Assistenza Scampitella, nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico, è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori .

Attraverso la trasmissione di conoscenze e buone pratiche da adottare in determinate situazioni si mira a formare una popolazione in grado di gestire anche le situazioni considerate più imprevedibili. In particolare, l’argomento principale che è stato portato in piazza a Scampitella  è stato il rischio sismico .

Un gazebo dedicato all’iniziativa è stato sistemato in piazza dalle 8 alle 18, dove i volontari hanno allestito un “totem” di messaggi, testimonianze e fotografie degli eventi sismici passati che ci hanno colpito, nonché hanno fornito opuscoli formativi riguardanti le principali pratiche da adottare in caso di terremoto e in caso di alluvione.

Inoltre i volontari hanno coinvolto i cittadini attraverso la comunicazione diretta: appositamente e adeguatamente preparati e formati, si sono occupati di informare i cittadini delle procedure da seguire durante e subito dopo una scossa di terremoto, sia che ci si trovi in un luogo aperto o chiuso, nonché li hanno istruiti sul piano di emergenza comunale definendo le relative aree di raccolta, attesa e accoglienza.

“C’è stata una grande partecipazione da parte dei cittadini, i quali hanno dimostrato ancora una volta di essere una popolazione attiva, che ha mostrato interesse e sensibilità per gli argomenti trattati. Come tutti ben sappiamo, i terremoti non si possono prevedere: però non è detto che non si possa prevenire con piccoli accorgimenti”, afferma il rappresentate legale della Pubblica Assistenza, Generosa Rigillo.