Investire poco e guadagnare tanto: non è un’impresa impossibile

Investire poco e guadagnare tanto: non è un’impresa impossibile

27 aprile 2020

Per riuscire a guadagnare con gli investimenti online non sempre è necessario essere massimi esperti di finanza. Ne parliamo con lo staff di Avatrade.com, un punto di riferimento molto autorevole nel settore.

Il social trading

La prima soluzione su cui si può fare affidamento per mettere a frutto il proprio capitale con un investimento minimo è rappresentata dal social trading, che può essere messo in pratica attraverso la piattaforma eToro grazie allo strumento del copy trading. Si tratta, molto semplicemente, di replicare le operazioni di trading che vengono effettuate dai trader più bravi, cioè quelli che guadagnano di più. I trader più esperti, in sostanza, mettono a disposizione la propria competenza e condividono le proprie conoscenze, così che chiunque possa riprodurre i loro investimenti.

Il trading azionario

Nel contesto del trading online, una delle proposte migliori può essere individuata senza alcun dubbio nel trading azionario: è importante, però, scegliere il broker giusto, perché se si punta su una piattaforma non regolamentata il rischio è quello di incappare in una vera e propria truffa. Prima di cominciare a comprare azioni online o a fare trading su azioni può essere utile esercitarsi con un conto demo gratuito, grazie a cui è possibile fare pratica senza che si corra il rischio di perdere denaro vero in caso di investimenti sbagliati. Gli oscillatori, i grafici e l’analisi tecnica sono tutti strumenti che è importante imparare a padroneggiare per aumentare le proprie probabilità di successo: i migliori broker li mettono a disposizione a titolo gratuito.

Il crowdfunding immobiliare

Nella cerchia di idee che si possono mettere in pratica per guadagnare tanto con un investimento minimo c’è anche il crowdfunding immobiliare: si tratta di investire nel mattone attraverso piattaforme ad hoc: gli immobili non vengono acquistati né utilizzati direttamente, il che vuol dire (tra l’altro) che non ci si deve preoccupare dell’inflazione o della destinazione d’uso dell’immobile. Re-Lender è la piattaforma più apprezzata in Italia in questo ambito, e si occupa di reconversion crowdfunding: attraverso il modello di lending crowdfunding vengono prestati soldi a coloro che sono in cerca di finanziamenti per i propri progetti. Gli investitori non solo beneficiano del ritorno del proprio investimento, ma ottengono anche degli interessi, stabiliti in anticipo. I tassi di interesse, per altro, sono più alti di quelli proposti da un istituto di credito tradizionale. Chiunque può registrarsi a Re-Lender in modo gratuito. I vantaggi di cui si può beneficiare sono molteplici: per esempio il deposito minimo richiesto per un investimento è di appena 50 euro; inoltre non ci sono vincoli contrattuali o di deposito.

Le azioni Amazon

Il trading cfd online offre l’opportunità di speculare sulle azioni Amazon anche se esse non sono possedute direttamente da chi investe. Nel caso in cui si ritenga che in futuro il prezzo delle azioni sia destinato a salire, si può comprare; se, invece, si è convinti che vi sarà un ribasso del prezzo, si deve vendere. Questo vuol dire che, con il giusto investimento, si ha la possibilità di guadagnare anche nel caso in cui l’azione sia in perdita. Vale la pena di tener presente che Amazon è quotata al Nasdaq; nel corso dell’anno, il titolo va incontro a notevoli oscillazioni.

Le azioni della Juventus

Anche l’acquisto delle azioni della Juventus potrebbe costituire una soluzione di investimento fruttuosa. Le azioni rientrano nel paniere Ftse Mib, che è il più importante in riferimento alla Borsa Italiana. L’analisi dei bilanci è, ovviamente, un’attività da svolgere con attenzione prima di portare a termine tale investimento, e lo stesso dicasi per la valutazione della capitalizzazione di mercato e del suo andamento.

Il marketing online

Infine, l’ultimo tipo di investimento su cui conviene riflettere è quello del marketing online. Diventando marketing free, in particolare, si ha la possibilità di vendere prodotti tramite pagine libere, su piattaforme come WordPress o Blogger. C’è bisogno di un po’ di tempo per ingranare e di conoscere le caratteristiche della piattaforma che si utilizza, soprattutto per non correre il rischio di spammare. Con poche decine di euro è possibile comprare il nome di dominio che si desidera insieme con l’account di hosting: a quel punto si può cominciare con la propria attività di marketing online.