Interventi su via Tedesco e borgo Ferrovia: Avellino è pronta per le Universiadi

Interventi su via Tedesco e borgo Ferrovia: Avellino è pronta per le Universiadi

10 maggio 2019

“E’ un progetto importante che valorizza il lavoro delle strutture del Comune che hanno proceduto a realizzare il progetto di fattibilità” dice il commissario straordinario di Avellino, Giuseppe Priolo, circa il finanziamento, ammesso con decreto dalla Regione, della progettazione esecutiva “Rigenerazione urbana di via F. Tedesco – Borgo Ferrovia: Porta EST per le Universiadi”, in relazione ai programmi d’intervento sulla “Viabilità regionale – risorse FSC 2014- 2020 Delibera CIPE 54-2016”.

La viabilità in oggetto, principale strada di accesso alla Città da Est, parte dal Corso Umberto I, ove insiste l’area del Castello e largo S. Spirito, estendendosi e riconnettendosi in direzione sud fino al torrente Fenestrelle, al Parco Manganelli, al ponte dell’acquedotto ottocentesco, fino al Borgo Ferrovia e all’area antistante la stazione.

Il progetto di fattibilità, già predisposto dal Settore “Assetto e Sviluppo del territorio” e dal “Servizio Strategico Europa” del Comune di Avellino, per un importo di Euro 10.164.114,40, prevede la rigenerazione urbana e lo sviluppo di spazi verdi urbani per migliorare la qualità della vita nelle città, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale, anche attraverso l’attuazione di programmi sperimentali di rigenerazione urbana e punta a valorizzare le vie di accesso dalla Porta Est Stazione di Avellino di Borgo Ferrovia ai luoghi delle Universiadi.

Nell’ambito del progetto, è prevista, tra l’altro, la realizzazione di un viale lungo due chilometri, con l’introduzione della c.d. “pavimentazione intelligente”, l’utilizzo di sistemi di illuminazione innovativi, la creazione di alberature e aree verdi, la realizzazione di percorsi pedonali, la trasformazione degli slarghi, oggi in abbandono, in vere e proprie aree destinate a luoghi di sosta con arredi urbani di qualità e zone dedicate alla Street art per valorizzare i tratti di marciapiede ove insistono i caratteristici alti muri in tufo.

La redazione della progettazione esecutiva da parte della Regione Campania consentirà di passare alla finanziabilità dell’opera, che potrà trovare copertura nell’ambito dei fondi risorse FSC 2014- 2020 Delibera CIPE 54-2016.