Infrastrutture, il vicesindaco di Forino Lanzetta: “I ritardi non sono miei”

Infrastrutture, il vicesindaco di Forino Lanzetta: “I ritardi non sono miei”

29 novembre 2018
“Essere chiamato in causa per responsabilità che mai avrei potuto assumere, rimarca la volontà, da parte del Capogruppo di minoranza Lorenzo D’Argenio, di volersi scrollare di dosso le stesse responsabilità che, piuttosto che mie, erano proprio sue”.
Così il vicesindaco di Forino Luigi Lanzetta che precisa: “E’ infatti del mese di febbraio 2018 la richiesta da parte della Regione Campania di informazioni necessarie alla mappatura ed al monitoraggio del fabbisogno di opere infrastrutturali. Lo scrivente, come è noto a tutti, in quel periodo, non espletava alcun incarico politico per via del Commissariamento del Comune di Forino, anzi, volendo entrare ancor più nello specifico, il sottoscritto era stato sollevato dell’incarico di delegato ai lavori pubblici ancor prima e cioè nel giugno del 2017 dell’allora amministrazione Nunziata”.
“D’Argenio, diversamente, ricopriva la carica di Responsabile UTC, ed era a tutti gli effetti preposto a tale servizi.
Sostanzialmente è proprio D’Argenio colui che avrebbe dovuto predisporre l’elaborazione della documentazione richiesta dal Bando Regionale”.
“In merito alla classificazione di Amministrazione “inadeguata” è bene ricordare a D’Argenio che il metro di misura è stabilito dal popolo forinese. Non siamo sotto giudizio di chi forinese, ora più che mai, non lo è mai stato”.